AMMINISTRATIVE PORTA A PORTA LA VERGA DI SANDRO BONDI SULLA SCHIENA DEI DSNOSAURI IMPAZZITI.

Roma 8 Giugno 2009 (Corsera.it)

Sandro Bondi non ha smesso il saio del buon samaritano ma a tirare cinghiate alla schiena come al povero diavolo Gino Flainio ormai sembra averci preso gusto.A Porta a Porta il Ministro dei Beni Culturali ha sferrato l'attacco agli oppositori e senza pietà ne ha delineato i contorni di una sconfitta terrificante almeno sul piano delle amministrative,questo a maggior ragione dimostra come il Partito Democratico ha perduto l'aderenza con il territorio.Ormai vive abbarbicato alle sue tradizionali roccaforti del centro Italia dove un perfetto sistema economico basato sulla lobby delle cooperative è attivo e perfettamente funzionante.Ma Emilia e Toscana non fanno quasi testo,perchè assomigliano in tutto e perutto ai modelli di sviluppo economico inseguiti anche dalla Lega Nord,anzi sono talmente uguali che sommandoli insieme descrivano le ambizioni di uno stesso paese.Sono quell'italia svizzerotta che nel corso del tempo ha trasformato usanze costumi ed esigenze ecomiche dei suoi cittadini.Sandro Bondi difende con i denti questi risultti elettorali,anche se nel complesso il PDL ha perduto qualcosa come il 20%,ma le amministrative hanno ridato il sorriso al Premier Silvio Berlusconi pronto per la festa dell'anno in onore della Famiglia Letizia.Dove? A Villa Certosa con il brindisi ancora una volta in primo piano.Una vittoria per tutti,una vittoria per Papi.

Inserisci il testo della notizia
Commenta questo articolo

Tutti i commenti