HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Università
  • UNIMARCONI RAINER MASERA IL VIDEO SHOCK PROFESSORESSA ALESSANDRA SPREMOLLA VITTIMA DI UNA ORCHESTRATA E PREMIDITATA CAMPAGNA DIF...

UNIMARCONI RAINER MASERA IL VIDEO SHOCK PROFESSORESSA ALESSANDRA SPREMOLLA VITTIMA DI UNA ORCHESTRATA E PREMIDITATA CAMPAGNA DIFFAMATORIA

Roma 7 giugno 2024

Unimarconi la prima università digitale italiana la più potente di tutte in area biancofiore venne fondata da Alessandra Briganti Spremolla professoressa di ruolo cattedra di lettere presso l'Università di Roma La Sapienza.

Pubblichiamo il video shock con cui la stessa professoressa Alessandra Spremolla Briganti spiega come sia stata vittima di una orchestrata e premeditata campagna diffamatoria  volta a screditare la sua figura professionale e accademica allo scopo non solo di impedirne la ricandidatura a Rettore ma anche per estrometterla unitamente ad altri consiglieri scomodi ,sia dal CDA della Unimarconi che da quello della Fondazione Marsilio Ficino, ente che secondo l'art.2 dello statuto sostiene e gestisce l'Unimarconi. Il piano predisposto dall'attuale Presidente Alessio Acomanni per acquisire il controllo totale dell'ateneo e della Fondazione nasce nel maggio del 2023 quando il primo della lista degli amministratori scomodi da eliminare è i coniuge della professoressa Spremolla ,l'ing. Giovanni Briganti, il quale con futili motivazioni, viene revocato dal CDA della Fondazione Ficino per far spazio mediante cooptazione al consigliere gradito il dr. Marco Belli. Alla richiesta legale dle prof Briganti di ricevere copia della delibera gli viene opposto, con il preciso intento di eludere i termini di una impugnativa un netto rifiuto sul presupposto che detta delibera era reperibile presso la Prefettura, tanto da costringerlo al deposito presso il Tribunale di Roma di un ricorso ex. art 700 che, accolto dal giudice con condanna della FOndazione alle spese,ha consentito al revocato Professor Briganti  di istaurare il conseguente e tutt'ora pendente giudizio di merito. Va evidenziato , come nella motivazione, il giudice, nel rimarcare il diritto del ricorrente ad ottenere la richiesta documentazione evidenzia come il rifiuto di consegna della stessa sia solo strumentale ad "impedire al ricorrente di far valere le proprie ragioni ".


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.