Lunedi' 26 Settembre 2022
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Finanza
  • CORSERA CORRIERE.IT FINANZA MATTEO CORSINI DAL CALCIO AL BUSINESS MILIARDARIO DEGLI HOTEL. PER LA LAZIO AVEVO UN SOGNO MAGNIFICO E...

CORSERA CORRIERE.IT FINANZA MATTEO CORSINI DAL CALCIO AL BUSINESS MILIARDARIO DEGLI HOTEL. PER LA LAZIO AVEVO UN SOGNO MAGNIFICO E AVREMMO VINTO LA CHAMPIONS LEAGUE

London 4 agosto 2022 by Peter Sommerset

Intervistiamo il dr.Matteo Corsini presidente di Corsini real estate Londra. L'eclettico immobiliarista alcuni anni orsono dopo aver acquistato per 140 miliardi il portafoglio immobiliare della UNIPOL in tandem con Beppe Garofano ex ad di Montedison, si era lanciato anche nella valutazione dell'acquisto della CIRIO e della Lazio squadra di calcio. Erano anni nei quali il mercato immobiliare in Italia produceva redditi straordinari, i milioni si moltiplicavano come i pani e i pesci. Gli immobiliaristi erano i grandi protagonisti della finanza  e delle rocambolesche imprese per acquistare aziende, banche, società pubbliche. Furono quelli gli anni d'oro dell'inzio del nuovo millennio, l'avvento del cambio euro lira, diede fuoco alle polveri 

"All'epoca si guadagnavo milioni come fossero bruscolini. Le proprietàò immobiliari circolavano con la velocità della luce e tra noi operatori non c'era neanche necessità di pagare per intero le prroprietà. Si bonificavano lauti depositi , come si fa per le petroliere nel mondo, e si procedeva con il proprio affare. Erano anni d'oro giri d'affari da 300/400 milioni di euro sembravano imprese per ragazzi. Ma al fondo eravamo sull'onda della finanza di carta, virtuale, con punte di leverage che oltrepassavano la soglia del 110% . Una enrome quantità di denaro scivolava ovunque come magma incandescente e il mattone era per eccellenza l'oggetto della speculazione finanziaria , poichè sullo stesso si reggevano le garanzie di un sistema bancario che sarebbe andato in pezzi, travolto dalle sue proprie stesse scellerate azioni."


 

"All'epoca si guadagnava un mlione al giorno alle volte 20 o 30 secondo le dimensioni della proprietà immobiliare. Quando vendemmo Botteghe Oscure incamerammo oltre 20 miliardi di lire nel giro di un week-end. "

"Secondo lei siamo sul confine di un altro periodo speculativo del real estate ? "

" Non lo so se questa volta vi siano tutti gl ingredienti che diedero il via a quella gigantesca speculazione, ma quei pochi tra di noi che hanno resistito, adesso siano più coscienti e preparati ad un forte rialzo dei valori., Certamente i parametri inflattivi al rialzo lasciano presagire che il real estate esploderà nei prossimi mesi. Se la guerra dovesse continuare potremmo assistere ad una impennata oltre al 15% della inflazione e che equivarebbe a far esplodere i valori di mattoni e oro. Per quanto ci riguarda siamo dentro a questa nuova wave speculativa e come recitava Sergio Marchionne questo agosto non si va in vacanza dovendo gestire oltre 3000 strutture alberghiere e oltre 100 miliardi di liquidità da investire . "

"I vostri teams sono all'erta world wide? "

"Siamo operativi con oltre 25 team in Italia 400 persone che selezionano il mercato dal lungo in largo, dalla punta dello stivale alle Alpi. La finanza mondiale si sta trasferendo dalle azioni ai matttoni , dalla volatilità dei mercati finanziari alla solidità dei mattoni che devono produrre denaro, come hotels, logistica, uffici di grandi dimensioni. "

" Qual'è la size minima degli stock immobiliari che trattate ? "

" Gl investimenti a cui guardiamo sono tra i 10 e i 50 milioni. Ma ci interessano i portafogli derivanti da debiti stressati acnhe sopra i 200 milioni di euro " 

"Dovete avere molti specialisti per affrontare questa immensa mole di lavoro ...."


"  Lavorano per noi squadre di studi legali italiani e internazionali ad ognuo un pacchetto da 80/150 milioni di euro " 

"Sergio Marchionne sarebbe contento di vederci all'opera sul territorio italiano ."

"Sergio Marchionne per noi era un mito e continua ad esserlo. Molti non colgono la filosofia del suo pensiero, non era primeggiare per arrivare, era essere primo sempre ovunque e comunque. Lui lo è stato, ha riportato in alto la FIAT, noi dobbiamo essere come lui, dare senso ogni giorno alle sue parole. Quando non trovo la soluzione per un buon affare, mi rivedo sempre la sua intervista sulle ferie ad agosto e mi metto a ridere, dentro mi sale la forza per andare avanti e scegliere il meglio per il bene della mia azienda e di tutti quelli che ci lavorano. Ad agosto un vero italiano sta al chiodo , cura la sua impresa. Se vogliamo migliorare questo paese, farlo risorgere, c'è poco tempo adesso per i divertimenti. "

" Con la Lazio che cosa non andò in quel periodo ? "

"Politica, giochi di potere, intrallazzi bancari ..."

"Ma lei è della Lazio e della Roma ? "

"Aquile e Lupi sono le invicibili armate di Roma. La giusta competizione tra le stesse, ma quando c'è da serrare i ranghi , il sangue romano è uno soltanto e sempre sarà così".

corsinicase@gmail.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.