Martedi' 29 Novembre 2022
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Coronavirus
  • CORSERA VARIANTE OMICRON-FRANKENSTEIN ISRALE CHIUDE FRONTIERE, IL MINISTRO ROBERTO SPERANZA PRENDE TEMPO RISCHIO LOCKDOWN A NATALE...

CORSERA VARIANTE OMICRON-FRANKENSTEIN ISRALE CHIUDE FRONTIERE, IL MINISTRO ROBERTO SPERANZA PRENDE TEMPO RISCHIO LOCKDOWN A NATALE

Roma 28 novembre 2021 CorSera.it by Adelina Lupiensky 

Variante Omicron Israele non ci pensa su due volte e chiude le frontiere con il mondo intero per le prossime due settimane. Il ministro Roberto Speranza temporeggia " dobbiamo prima capire che cosa accadrà ". Una scelta che potrebbe portare l' Italia entro 4 o 5 giorni a dover  rincorrere le prudenziali misure di Israle, che ricodiamo come noi è uno dei paesi più vaccinati al mondo, eppure preferisce non prendersi il rischio di capire a posteriori gli effetti letali della nuova vairante OMICRON- FRANKENSTEIN.Ogni giorno con le frontiere aperte, ogni ora, potrebbe consentire al coronavirus nella sua mutazione più pericolosa, di impadronirsi del nostro paese e poi , magari sotto Natale costringerci a nuovi lock down. Mi domando se proprio noi italiani, che siamo tra i più vaccinati al mondo possiamo prenderci questo rischio, se non intende assumerlo Israele ?

Variante Omicron, lo Stato di Israele ha approvato nuove restrizioni per contrastare la nuova variante del coronavirus. Il governo ha deciso di chiudere le frontiere per due settimane vietando agli stranieri l'ingresso nel Paese, a meno che non ricevano un permesso speciale da un comitato governativo. Lo scrive il Times of Israel spiegando che le nuove regole entreranno in vigore stasera. Il governo inoltre ha anche ampliato la quarantena obbligatoria per gli israeliani vaccinati che arrivano dall'estero e ha dato il via libera all'agenzia di sicurezza Shin Bet per riprendere il monitoraggio delle persone infette, secondo i resoconti dei media ebraici.

Gli israeliani vaccinati – che in base alle regole esistenti dovevano fare un test per il coronavirus all'arrivo in aeroporto e rimanere in isolamento fino a quando non avessero ricevuto un risultato negativo – ora dovranno entrare in quarantena per 72 ore e fare un altro test il terzo giorno dopo il loro arrivo. I viaggiatori non vaccinati dovranno invece rimanere in quarantena per almeno una settimana e potranno lasciare l'isolamento solo dopo aver ricevuto un esito negativo del test condotto il settimo giorno.

Gli israeliani provenienti da paesi "rossi" ad alto rischio dovranno essere messi in quarantena in hotel scelti dallo Stato fino a quando non riceveranno un risultato negativo del test del virus. Durante la riunione del governo di ieri sera, il primo ministro Naftali Bennett ha affermato che Israele deve essere cauto e ridurre al minimo i rischi dovuti all'incertezza sulla nuova variante omicron del coronavirus.


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.