Lunedi' 24 Gennaio 2022
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Coronavirus
  • CORSERA CORONAVIRUS VARIANTE OMICRON-FRANKENSTEIN UN MOSTRO INFETTANTE CON 32 VARIANTI DELLA PROTEINA SPIKE ...

CORSERA CORONAVIRUS VARIANTE OMICRON-FRANKENSTEIN UN MOSTRO INFETTANTE CON 32 VARIANTI DELLA PROTEINA SPIKE

New York 27 novembre 2021 CorSera.it by James Quod

B.1.1.529, ma ha preso il nome dalla lettera dell’alfabeto greco «Omicron» ed è stata aggiunta venerdì 26 novembre dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) direttamente all’elenco delle «varianti di preoccupazione» (Voc) esistenti, insieme ad Alfa, Beta, Gamma e Delta. Un mostro infettante che si aggira nel mondo in cerca di vittime ospiti vaccinati e non vaccinati da devitalizzare e lasciare senza respiro. Omicron, che molti scienziati già chiamano con l'appellativo di Frankenstein, poichè presenta tutte le mutazioni delle varianti fino ad oggi conosciute Alfa,Beta, Gamma e Delta. In particolare, ha 32 mutazioni nella proteina spike (la parte del virus che i vaccini usano per innescare il sistema immunitario contro il Covid).

I primi casi sequenziati sono stati segnalati separatamente a partire dal 24 novembre da laboratori di Botswana, Hong Kong (dove la variante è arrivata trasportata da un viaggiatore) e Sudafrica. I relativi numeri di crescita in quest’ultimo Paese sono stati giudicati «vertiginosi» dall’Oms: ieri ci sono stati 2.828 nuovi casi, un aumento del 258% rispetto alla settimana precedente.

Si stima che circa il 90% siano dovuti alla nuova variante, che avrebbe soppiantato la Delta. Non è detto, però, che Omicron sia nata proprio in Sudafrica: l’individuazione dipende anche dalla capacità di tracciamento dei laboratori e il Paese (insieme a Botswana e Kenya) è quello che in Africa ha la maggiore possibilità di sequenziare i positivi.

Alcune mutazioni non sono mai state viste, altre sono state collegate alla capacità di una variante di essere più trasmissibile e sfuggire all’immunità data dai vaccini.


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.