Venerdi' 27 Novembre 2020
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Esteri
  • CORSERA CORONAVIRUS BORIS JOHNSON RESUSCITATO. FIRST CLASS UN BIGLIETTO DI SOLA ANDATA PER L'INFERNO...

CORSERA CORONAVIRUS BORIS JOHNSON RESUSCITATO. FIRST CLASS UN BIGLIETTO DI SOLA ANDATA PER L'INFERNO

LONDRA 12 APRILE 2020 CORSERA.IT by Annalise Danese Lo spavaldo Boris Johnson aveva strappato un biglietto di sola andata per l'Inferno, un posto in prima classe siul treno direttissimo per la morte. Il caso l'ha salvato, fcon una buona dose di fortuna. Ma ci è andato così vicino che adesso ricorda quei momenti terribili con debole sorriso e  il solito ghigno da spaccone stampato sulla faccia emaciata.

Boris Johnson se l'è vista brutta davvero. Avrà tempo per riflettere sugli errori compiuti, sull'azzardo messo in campo. Sarà osannato dagli inglesi? Vedremo. Ci vorranno ancora diversi giorni e pannolini.  

– “Devo la vita ai medici”. Così  Boris Johnson, dopo avere superato il momento più brutto del suo ricovero nel reparto di terapia intensiva del St. Thomas Hospital, l’ospedale londinese dove il premier britannico è ricoverato da più di una settimana. Secondo indiscrezioni riferite dal Mail on Sunday, a un certo punto le sue condizioni sono peggiorate al punto da far temere che non ce la facesse. Il leader conservatore era stato riscontrato positivo al test del coronavirus due settimane or sono e si era messo in quarantena da solo nel suo appartamento a Downing Street. Ma la febbre e la tosse, oltre a uno stato di crescente debolezza, lo hanno costretto a farsi ricoverare al St. Thomas la sera di domenica scorsa, per coincidenza pochi minuti prima di un inusuale messaggio televisivo della regina Elisabetta alla nazione.


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.