Domenica 27 Settembre 2020
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • News Italia
  • CORSERA CORONAVIRUS GENOCIDIO GRAVI OMISSIONI MINISTRO ROBERTO SPERANZA, L'ITALIA SULL'ORLO DEL BARATRO...

CORSERA CORONAVIRUS GENOCIDIO GRAVI OMISSIONI MINISTRO ROBERTO SPERANZA, L'ITALIA SULL'ORLO DEL BARATRO

MILANO 20 MARZO 2020 CORSERA.IT BY ALAN PARKER nostro corrispondente ai confini del mondo conosciuto 

Corsera.it Copyright 2020 

(redazione mobile 335291766 ) Coronavirus ormai è un genocidio tra Bergamo e Brescia, enclavi autoctone di popolazioni rurali e semirurali. L'Italia è flagellata come nel corso della Morte Nera del 1330, la struttura amministrativa dello Stato italiano è stata presa contropiede, ma per acclarata incapacità del ministro della Salute Roberto Speranza e dell'intero Consiglio dei Ministri.

L'infettologo Massimo Galli, questa mattina intervistato da Canale 5, ha confermato ciò che il Corsera.it proprio ieri ha denunciato: nel DPCM del 2 marzo del 2020 , non vi era alcun obbligo per indossare i dispositivi di protezione personale, perchè le mascherine non c'erano e dunque sarebbe stato un grave j'accuse per il Governo, dover ammettere, che nel corso di un intero mese, ovvero da quando in Cina si era deciso di assumere provvedimenti drastici come la quarantena , non aver accertato l'esistenza sul territorio nazionale dei DSP ( dispositivi sicurezza personale) , una gravissima omissione che si sarebbe poi rivelata fatale per le sorti dei nostri cittadini. Roberto Speranza deve dimettersi senza alcun dubbio, ha dimostrato la sua incapacità nella gestione della crisi, avendo il suo ministero la competenza per la materia in questione. Insieme a lui dovrebbe dimettersi il segretario Nicola Zinigaretti e ritirarsi dalla vita politica, poichè il suo comportamento è stato scellerato ,ricordiamo che andò a festeggiare il ritorno alla normalità sui Navigli insieme a molti dei nostri figli.Ma chi deve anche fare mea culpa, ritirarsi dalla scena politica è lo stesso Matteo Salvini, che come tutti ricordiamo, fu l'assertore dello slogan " allarmati ma non fare allarmismo ...il Premier Conte troppe volte in televisione di domenica ....16 volte...." Matteo Salvini ha dimostrato di essere un "cinghialone da sagra di paese " intento a ranfolare salsicce e polenta ad ogni occasione di incontro con la popolazione. Bocciato anche lui,infatti i sondaggi lo danno in discesa verticale ormai sull'orlo della soglia del 20%. La questione è seria, il contenimento del contagio da Covid-19  è stato affrontato da dilettanti allo sbaraglio, senza alcuna coerenza scientifica,  noi del Corsera.it abbiamo denunciato le negligenze e le inefficienze del Governo del DPCM in cui non si è mai indicato  che le mascherine chirurgiche le ffp2 e le ffp3  dovevano essere indossate obbligatoriamente da tutti le presone presenti sul territorio nazionale,  per eludere contenere i rischi del contagio da coronavirus . L'inchiesta del Corsera.it sui supermercati, ha sensibilizzato i giornalisti italiani e l'opinione pubblica, finalmente notiamo una rinnovata presa di coscienza rispetto alla necessità di indossare  mascherine e occhiali protettivi per tutta la popolazione,  quando si entra in contatto con altre persone. Il Governo italiano ha taciuto per non ammettere la propria negligenza operativa e preventiva, omissioni che hanno portato l'Italia sull'orlo del baratro, costringendo un'intera nazione a fermarsi, bloccare il lavoro, impedire che con dispositivi di sicurezza si potessero garantire servizi migliori, assistenza negli ospedali, evitare il contagio di molti medici e sopratutto la loro morte. Non possiamo chiudere gli occhi, anzi dobbiamo condannare pubblicamente le inefficienze e le negligenze del Governo Italiano, le omissioni gravissime e chiedere le dimissioni del ministro Roberto Speranza seduta stante e il suo ritiro dalla politica italiana . 

CorSera.it Copyright 2020 


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.