Venerdi' 22 Ottobre 2021
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Cronaca
  • CORSERA CORONAVIRUS COUNTDOWN ALLE PORTE DI ROMA, PRIMO CONTAGIO A FIUMICINO...

CORSERA CORONAVIRUS COUNTDOWN ALLE PORTE DI ROMA, PRIMO CONTAGIO A FIUMICINO

Roma 29 febbraio 2020 CorSera.it

Coronavirus, malgrado ogni scongiuro, il bollettino del micidiale virus Covid 19 appare come un bollettino di guerra, con oltre 1200 contagi in Italia, 50 morti, decine di malati in rianimazione. La pandemia del secolo, come qualcuno l'ha ribattezzata. si sta trasformando in un disastro per la nostra economia, mezzo mondo ci sta sbattendo la porta in faccia e cominciamo ad essere isolati. Il virus dei pipistrelli vola rapido e per la Capitale ormai siamo al countdown, questione di giorni, di ore, di minuti, presto riuscirà ad afferrare anche la Città eterna. Primo caso di infezione a Fiumicino, è infatti finita in ospedale una donna, poi suo marito, sua figlia. Siamo a pochi chilometri da Roma e già in città ognuno di noi comincia a guardare con sospetto chi ci viene vicino, chi tossisce, chi ci guarda con occhio spento. "E' tra di noi, ormai siamo certi, è qui tra i romani pronto a bersagliarci come vittime sacrificali. " Quando il virus pandemico comincerà a flagellare la capitale d'Italia , allora si chiuderanno le porte delle massicce mura aureliane e torneremo come negli anni 20, limitati nei nostri confini, i turisti che scappano, l'economia che ristagna, insomma , un periodo in cui, i romani si dedicheranno alla famiglia, forse a leggere, e riflettere sul corso della storia. Saremo pronti per fronteggiare il nemico invisibile? I romani saranno in grado di debellare anche questo invasore senza rimorso? L'amministrazione non ci pare che abbia preso alcuna precauzione, diramato ordinanze specifiche, ad esempio per imporre misure igieniche più pregnanti nei locali , ristoranti, paninerie, kebabari. I romani vivono come nulla fosse, quasi nel nome della nostra invinsibilità atavica, anche il Coronavirus, passerà lontano dai nostri confini. Speriamo bene, che lo tsunami esaurisca la sua corsa, ben prima di entrare sotto le mura, colpire lo stadio, per poi avvitarsi in un balzo e cadere come una meteora su Piazza di Spagna, Campo dei Fiori, e qualche borgata,magari di notte, mentre soltanto il Marchese del Grillo si aggirerà per locali notturni, sempre in cerca di nuovi amori. E chissà se stavolta, proprio al Marchese non toccherà in sorte, fronteggiare sta bella rogna, che al confronto, gli incubi di Gasperino er carbonaro, sarebbero poca cosa . (CoRsera.it) 


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.