Venerdi' 22 Ottobre 2021
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Cronaca
  • CASO SCAJOLA NIZZA ARRESTATA CHIARA RIZZO LA FEMME FATALE MOGLIE DELL'ARMATORE AMEDEO MATACENA...

CASO SCAJOLA NIZZA ARRESTATA CHIARA RIZZO LA FEMME FATALE MOGLIE DELL'ARMATORE AMEDEO MATACENA

Ammanettata all’aeroporto di Nizza, dove è stata presa in consegna dagli investigatori della Dia. Finisce la latitanza a Montecarlo, durata circa 72 ore, di Chiara Rizzo, 43 anni, la moglie di Amedeo Matacena, armatore siciliano ed ex deputato Pdl a favore del quale l’ex ministro Scajola si sarebbe adoperato per favorirne la fuga dall’Italia. La donna è stata arrestata domenica pomeriggio da ufficiali della polizia francese e gli investigatori della Dia. Rizzo potrà arrivare in Italia solo dopo che la Francia avrà avviato e concluso le operazioni di estradizione. E’ quanto si apprende dalla Dia di Reggio Calabria. Essendo stata arrestata sul territorio di uno stato estero, è stato spiegato, è necessario che siano attivate le procedure dell’estradizione. Motivo per il quale il rientro in Italia di Chiara Rizzo non potrà avvenire prima di qualche giorno. Ammanettata all’aeroporto di Nizza, dove è stata presa in consegna dagli investigatori della Dia. Finisce la latitanza a Montecarlo, durata circa 72 ore, di Chiara Rizzo, 43 anni, la moglie di Amedeo Matacena, armatore siciliano ed ex deputato Pdl a favore del quale l’ex ministro Scajola si sarebbe adoperato per favorirne la fuga dall’Italia. La donna è stata arrestata domenica pomeriggio da ufficiali della polizia francese e gli investigatori della Dia. Rizzo potrà arrivare in Italia solo dopo che la Francia avrà avviato e concluso le operazioni di estradizione. E’ quanto si apprende dalla Dia di Reggio Calabria. Essendo stata arrestata sul territorio di uno stato estero, è stato spiegato, è necessario che siano attivate le procedure dell’estradizione. Motivo per il quale il rientro in Italia di Chiara Rizzo non potrà avvenire prima di qualche giorno. Nell’indagine sulla latitanza dell’ex parlamentare era stata coinvolta anche la donna, raggiunta da un’ordinanza di custodia cautelare. Per il gip, Scajola era «totalmente asservito» alle necessità di Rizzo. «Voglio chiarire tutto» ha detto attraverso il legale. Matacena è gravemente indiziata di intestazione fittizia di beni, per aver occultato la titolarità di diverse società riconducibili al marito, nonché per aver favorito l’inosservanza della pena allo stesso Matacena, condannato in via definitiva a 5 anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa. Di Montecarlo Chiara Rizzo è una sorta di icona. Non solo perchè nel 2010 è stata protagonista del libro «Women of Monaco». I proventi della vendita del book fotografico - con le 11 più belle del Principato,,tra cui appunto la moglie di Matacena - sono andati in beneficenza, all’Association Mondiale Amis De l’Enfance fondata nel 1963 dalla principessa Grace. Nel Principato i Matacena hanno vissuto a lungo, coinvolti in eventi organizzati dal jet set monegasco ma anche dalla comunità italiana. Sovente compariva anche Scajola, «come nel caso della festa della Repubblica», precisa una nota firmata dall’ambasciatore a Monaco Antonio Morabito. Proprio al diplomatico Chiara Rizzo si era appellata per intercedere a favore del marito. Si trattò di «una telefonata a pochi giorni dall’arresto a Dubai del marito ex parlamentare» precisa l’ambasciatore. Alla richiesta di assistenza circa le modalità per far visita in carcere al marito, il diplomatico sostiene di aver «fornito l’unica risposta legale possibile»: quella di «rivolgersi al consolato generale competente per richiedere assistenza legale prevista dalle funzioni di assistenza consolare per i connazionali italiani detenuti all’estero e alle loro famiglie».

Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.