Domenica 25 Ottobre 2020
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Editoriali
  • TERREMOTO ABRUZZO.DA MATRIX A PORTA A PORTA SCOMPARSO IL GEOFISICO GIAMPAOLO GIULIANI....

TERREMOTO ABRUZZO.DA MATRIX A PORTA A PORTA SCOMPARSO IL GEOFISICO GIAMPAOLO GIULIANI.

Aquila 11.4.2009 (Corsera.it) di Matteo Corsini

Ieri a l'Aquila è stato il giorno della pietà,i funerali di Stato con le principali autorità da Giorgio Napolitano a Silvio Berlusconi,Gianfranco Fini,Renato Schifani e Gianni Letta in prima fila tra il popolo.Il dolore incandescente delle tragedie,anche quelle peggiori,come quella del medico che ha perduto moglie e i due figli.Il lutto del'Italia intera,anzi del mondo intero,perchè il nostro popolo è amato in ogni angolo della terra e ogni giorno si prodiga per gli altri.La nostra è una terra di accoglienza,di tolleranza,di amore per ogni civiltà e razza o religione.

Ma c'è da sottolineare che l'annunciatore del terremoto è letteralmente scomparso dai telegiornali,dalle trasmissioni di approfondimento come Matrix o Porta a Porta.Un segnale preoccupante,perchè sulla vicenda della denuncia del procurato allarme ruota la credibilità di un Governo balneare,che anche dopo il verificarsi inequivocabile dello sciame sismico che per lunghi mes si era manifestato nell'intera provincia,ha preso sottogamba ogni manifestazione del terremoto che si annunciava terrificante.Addirittura il Sindaco Gianni Alemanno in seconda fila ieri ai funerali per la vergogna,aveva abbandonato Roma in tutta fretta per cingersi la vita con un pareo e godersi una rilassante vacanza alle Maldive.Quella notte tra domenica e lunedì anche il Corriere della Sera languiva,tutta la redazione era sepolta nel sonno,ml prime notizie sono apparse intorno alle 7 del mattino.Anche in Via Solferino avevano sottovalutato la portata del caos infernale del Terremoto.Soltanto LA Repubblica circa un'ora dopo di noi andava on line con qualcosa che avesse la forma dell'informazione.Palazzo Chigi era desolatamente vuoto,di Gianni Letta il marsicano neanche l'ombra.Ho chiamato personalmente io chiedendo di lui intorno alle 4.30 del mattino.Per non parlare del Comune di Roma il Campidoglio vera fortezza romana,in balia del nulla e del vuoto.Torno a ripetere che se il terremoto avsse colpito Roma,per lunghissime ore non c'era autorità presente.Uno scandalo.

Perchè mi domando Gampaolo Giuliani è scomparso nel vuoto?Perchè quella denuncia per procurato allarme ? Il Giornale di Berlusconi ha cercato con una logica aberrante di renderla addirittura nefasta per le sorti della popolazione civile,il motivo?Screditare Giuliani,aiutare le sorti del Governo latitante quella notte.

Ricordate ne abbiamo parlato.Giuliani avvertiva il Sindaco di Sulmona che qualcosa di gravissimo sarebbe accaduto.Quel poveraccio aveva capito bene che il terremoto stava arrivando,forse ha sbagliato di qualche chilometro,ma se le zone colpite dallo sciame sismico fossero state veramente allarmate,anche impiegando la Protezione civile e campeggi all'aperto,molti di quelle bare oggi sarebbero vuote.Al contrario il Giornale di Berlusconi sostiene in una logica aberrante che fortunatamente il Sindaco di Sulmona ....(continua all'interno)

non ha dato corso ad alcun provvedimento perchè la popolazione sarebbe stata evacuata all'Aquila contribuendo a raddoppiare le vittime.Mi dico e mi domando come si fa ad immaginare che una intera popolazione allarmata per un terremoto possa essere evacuata verso una città ad altissimo rischio sismico come l'Aquila e che negli ultimi mesi e giorni era stata colpita dallo sciame sismico?Quale ituizione giornalistica deficiente ha colpito il giornalista che ha sostenuto questa tesi?

Giampaolo Giuliani è scomparso dai teleschermi perchè rappresenta l'accusa di immobilismo al Governo,di dabbenaggine del capo della Protezione civile Claudio Bertolaso,di inettitudine per tutti coloro i quali pur in possesso di quelle informazioni non hanno immaginato niente,ma avuto soltanto paura delle proprie responsabilità.Amministratori incapaci mi viene da pensare,anzi.

L'informazione italiana,almeno la principale e più seguita ,è in mano a chi pubblicamente ha riconosciuto che per ventanni non ha svolto il proprio dovere,come quel tal Bruno Vespa aquilano che  dichiarava pubblicamente all'indomani di tangentopoli, "qui alla Rai abbiamo sempre avuto un editore di riferimento ,la Democrazia Cristiana."Una tardica abiura del sistema che non ha fatto certo onore al giornalista oggi in lacrime di coccodrillo.Se le amministrazioni fossero state messe alal cinghia,con puntuali inchieste giornalistiche,oggi tutto questo in parte si sarebbe potuto evitare.Perchè quanto emerge dal caos dell'Aquila è la commistione tra ignavia e corruzione,sia nel settor eprivato con chi vende cemento drogato fatto con sabbia di mare,e settore publico che non ha applicato le norma antisismiche.

La dignità degli uomini e della professione non si calpesta mai,costi quel che costi.Ma non è così,ricordate la storica e penosa confessione di Maurizio Costanzo piduista? Lacrime da coccodrillo.Oggi si ergono a paladini dell'informazione italiana.Conosco io cosa significa stare in trincea quando un giornalista si impegna nel suo dovere.Lo so io cosa significa rimanere soli e abbandonati dal mondo,giovanissimi,adolescenti,come quei ragazzi che all'Aquila hanno perduto ogni cosa.Il mondo ti guarda soffrire con cinismo.Il mondo calpesta la tua terra nutrendosi del tuo dolore per proprio interesse.Attori,giornalisti e attori ballano come in una scenografia macabra per strappare una testimonianza del tempo.Ma nessuno di loro stava al tuo fianco al momento opportuno,nessuno domani saprà più chi siete veramente.L'omertà è il loro mestiere.

Matrix con Enrico Mentana che comunque rappresentava un baluardo critico delle politiche  del Governo è stato epurato,cancellato dalla vista degli italiani e al suo posto infilato come un sedano nell'insalata della programmazione di Canale 5 un giornalista dalla piaggeria facile,Alessio Vinci,che ieri sera ha dato prova di sè,cercando di costruire una trasmissione procristiana,innesto Chiesa e dolore,new town e nuove Chiese.Il Premier è intervento in diretta per correggere la gaffe sulla ricostruzione di una nuova città dell'Aquila stile Hollywoodiana.

Insomma il puzzo di inettitudine si sente lontano un miglio e il geofisico non accademico mette paura a quel certo Enzo Boschi,che non conosce il fiuto,l'istinto,quegli aspetti naturali della vita dell'uomo su cui molte volte si sono evitati i disastri.Enzo Boschi vuole far funzionare la bussola della barca,il motore,il gps.Ma non è mai stato al comando di un vascello,dove alle volte l'intuizione,i segni premonitori di un lembo di nuvola avvertono il marinaio esperto che da qualche parte arriva la burrasca,e se basta un lembo di nuvola a cosa sono servite migliaia di scosse avvertite per alcuni mesi se non a lanciare un grido di allarme a questi teorici del terremoto?

Enzo Boschi,Claudio Bertolaso,Silvio Berlusconi dovrebbero tornare a casa per questa vicenda,nessuno me lo toglie dalla testa,anche se come sapete,lo spirito indomito del Cavaliere è garanzia per tutti noi che qualcosa in Italia si muova,dall'altra parte ci sono i comunisti,gli incapaci,gli inetti.

 


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.