Mercoledi' 24 Luglio 2024
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Elezioni politiche
  • CORSERA SANITA' LAZIO MATTEO CORSINI MIR OSPEDALI E' IL CAOS SI FERMANO 23 AMBULANZE DEL 118 ...

CORSERA SANITA' LAZIO MATTEO CORSINI MIR OSPEDALI E' IL CAOS SI FERMANO 23 AMBULANZE DEL 118

Roma 9 Gennaio 2013 Corsera.it

E' il caos nella sanita' regionale,dopo il governo della giunta di Renata Polverini.Matteo Corsini Mir Moderati italiani in Rivoluzione,dobbiamo entrare alla Regione Lazio con i carri armati e fare pulizia.Siamo difronte all'olocausto della sanita' pubblica.

Sanita' Lazio si fermano 23 ambulanze del 118,bloccate nei pronto soccorso, per mancanza di posti letto.Molti dei mezzi sono fermi gia' da martedi' e non sono ripartiti perche' le barelle sono state trattenute dal personale dei Pronto Soccorso.

La sanita' laziale rischia il collasso,una pesantre eredita' della giunta di Renata Polverini.De Angelis ha scritto una lettera ai responsabili di ogni pronto soccorso della Capitale chiedendo «la liberazione delle ambulanze in quanto il servizio è fortemente limitato». E ha inviato una copia della missiva al sindaco, al prefetto, al questore di Roma e alla Regione, chiedendo «a tutte istituzioni coinvolte di intervenire». E i sindacati contestano: «Non è un problema ....

 di carenza di posti letto nei reparti, ma di una cattiva organizzazione nei pronto soccorso romani e nei Dea di secondo livello degli ospedali - spiega Gianni Nigro di Fp Cgil Roma e Lazio -: le ambulanze sono ferme perchè non vengono liberate le barelle. Servirebbero solo più letti di breve osservazione, (facili da istituire perchè non gravano sul numero dei posti letto previsti per legge) dove i pazienti possano essere assistiti con dignità, senza occupare le barelle». Il ministro della Salute Renato Balduzzi, appresa la notizia, ha chiesto una relazione urgente all'Ares 118 «per conoscere la situazione dei pronto soccorso in questo momento nella capitale». Il documento «arriverà nelle prossime ore». E in merito al blocco delle ambulanze a Roma, la presidente dimissionaria della Regione Lazio, Renata Polverini, ha convocato il direttore generale dell'Ares 118, Antonio De Santis, e il direttore della Centrale operativa di Roma, De Angelis. «Se nella Capitale non ci sono più posti letti disponibili negli ospedali, se il 118 viene messo seriamente a rischio dalle decine di barelle bloccate nei Pronto soccorso e quindi da ambulanze di fatto inutilizzabili, IL DIRITTO ALLA SALUTE E' IN PERICOLO A ROMA E NEL LAZIO-DICHIARA MATTEO CORSINI MIR CANDIDATO ALLE REGIONALI LAZIO 2013.

  Ritengo che su questioni così delicate come la Sanità ci sia poco da scherzare e che se la Polverini fosse davvero "appassionata" al tema non ci troveremmo in queste condizioni disperate negli ospedali di Roma».Sul caso Asl interviene anche il candidato Pd a governatore del Lazio, Nicola Zingaretti: «Apprendo dai giornali che Polverini si sta apprestando a nominare per 5 anni a direttore generale di una Asl - dice l'ex presidente della Provincia di Roma - un parente di un sindaco di un comune della provincia, oggi presidente del Cotral: qualcuno la fermi». Argentin contesta poi le recenti nomine decise dalla governatrice «a mandato scaduto» in diverse Asl di Roma e Lazio.


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.