Venerdi' 10 Luglio 2020
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Esteri
  • CORSERA STRISCIA DI GAZA APERTE LE PORTE DELL'INFERNO ISRAELE FULL METAL JACKET UCCISO AHMED AL JAABARI CAPO MILITARE DI HAMAS...

CORSERA STRISCIA DI GAZA APERTE LE PORTE DELL'INFERNO ISRAELE FULL METAL JACKET UCCISO AHMED AL JAABARI CAPO MILITARE DI HAMAS

TEL AVIV 14 NOVEMBRE 2012 CORSERA.IT

IN FIAMME LA STRISCIA DI GAZA,RIPRENDONO I RAID ISRAELIANI,RAZZI INCENDIANO IL DSERTO DEL NEGEV.LA GUERRA E' DAVANTI AI NOSTRI OCCHI ANCORA UNA VOLTA.

ISRAELE STRISCIA DI GAZA E' GUERRA SANTA TRA ISREAELE E PALESTINA.UCCISO CAPO MILITARE DI HAMAS AHMED AL JAABARI.ISRAELE PRONTO AD ESTENDERE LE OPERAZIONI.I MILITANTI DI HAMAS ANNUNCIANO VENDETTA APERTE LE PORTE DELL'INFERNO.GLI SCONTRI SONO INIZIATI NEL POMERIGGIO CON L'UCCISIONE DI AL JABAARI E SONO PROSEGUITE CON RAID AEREI SULLA STRISCIA DI GAZA.HAMAS HA RISPOSTO LANCIANDO DECINE DI RAZZI VERSO LA CITTA' DI BE'ER SHEVA NEL DESERTO DEL NEGEV.

 Secondo fonti palestinesi, il totale delle vittime, tra tutti i raid, ammonterebbe a otto. Hamas aveva risposto all'attacco di Israele intorno alle 18, lanciando una decina di razzi verso la città israeliana di Be'er Sheva, nel deserto del Negev. L'attacco è stato sferrato mentre in Israele iniziavano i telegiornali. Finora non si ha notizia di vittime. È possibile che alcuni razzi, probabilmente Grad, siano stati intercettati dai sistemi di difesa.

 

ISRAELE:« APERTE TUTTE LE OPZIONI» - E in serata il premier di Tel Aviv Benyamin Netanyahu ha parlato alla tv di stato, annunciando che «l'esercito è pronto a estendere l'operazione, se necessario. Oggi abbiamo rivolto un messaggio chiaro a Hamas e alle altre organizzazioni terroristiche, e se sarà necessario siamo pronti a estendere l'operazione»» Mentre il ministro della Difesa, Ehud Barak, ha autorizzato un richiamo alle armi dei riservisti, dopo l'annuncio di una vasta operazione contro «obiettivi terroristici» nella Striscia di Gaza. Lo ha riferito la radio israeliana. L'annuncio arriva dopo che le Forze armate dello stato ebraico hanno fatto sapere che «tutte le opzioni» sono aperte, compresa quella di un'operazione via terra.

HAMAS: «EGITTO AIUTACI » -Dal canto suo Ismail Haniyeh, numero uno di Hamas, capo del governo palestinese a Gaza ha invitato gli stati arabi, in particolare l'Egitto a fermare l'attacco israeliano sull'enclave palestinese: «Invochiamo tutti i fratelli arabi e specialmente l'Egitto e il suo nuovo presidente, a fermare questa barbara campagna in difesa di Gaza e del suo popolo. Invochiamo inoltre un urgente incontro tra gli arabi per controbattere la brutale aggressione». E il Cairo intanto ha fatto le prime mosse: ha richiamato il suo ambasciatore in Israele e a chiesto all'Onu di convocare urgentemente il Consiglio di Sicurezza. La Lega Araba, intanto, ha convocato una riunione straordinaria.

ALTISSIMO DIRIGENTE - Nel pomeriggio, in uno dei raid aerei, era rimasto dunque ucciso, colpito da un missile all'interno della sua auto, Al-Jaabari, altissimo dirigente di Hamas, capo dell'ala militare del movimento, uno dei ricercati numero uno da parte dell'intelligence israeliana, responsabile del sequestro del soldato Gilad Shalit. Con lui, è morto un altro esponente del braccio armato, Saed Attar. Immediata e durissima è stata la reazione del movimento integralista palestinese: «Il raid aereo di Israele a Gaza ha aperto le porte dell'inferno».


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.