Venerdi' 05 Marzo 2021
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Tiro a segno
  • CORSERA CONI CONNECTION GIANNI PETRUCCI ENFRIED OBRIST LA DIFFIDA PROTOTIPO OFFENSIVO DELLA LIBERTA' DI STAMPA...

CORSERA CONI CONNECTION GIANNI PETRUCCI ENFRIED OBRIST LA DIFFIDA PROTOTIPO OFFENSIVO DELLA LIBERTA' DI STAMPA

Roma 2 Novembe 2012 CorSera.it di Renato Corsini

La Casta padrona dello sport italiano. Governa il CONI e le Federazioni. Alle rivelazioni di Corsera  Magazine sulla gestione dell’Unione Italiana Tiro  Segno ha reagito con rabbia. Un lettera di un legale portavoce e interprete di una reazione aggressiva e, direi violenta. La pubblichiamo integralmente. E’ un prototipo interessante dal contenuto offensivo alla libertà di stampa. Si,perché l’informazione  è un valore della democrazia tutelato dalla Costituzione,art.21. L’intendimento ....

 minaccioso,intimidatorio, impositivo che emerge dalla lettera materializza l’offesa per il profilo penale. Il codice art. 393 c.p. esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza alle persone si realizza quando potendo ricorrere al giudice si ricorre alla minaccia. Il ricorso al giudice naturale con lo strumento della querela di parte è quello appropriato. Si deve rompere un di squilibrio non più tollerabile quando l’informazione sia deliberatamente offesa con la minaccia. Tesi processuale percorribile.

 

Gli articoli pubblicati su Corsera Magazine danno voce al dissenso degli associati all’ente contro la Casta padrona. E’ un compito della libera informazione qual è Corsera Magazine. Gli articoli hanno rivelato fatti sostenuti da ampia documentazione probatoria che denunciano la gestione federale giunti in redazione dagli associati. Un documentazione da valutare per il profilo penale e contabile già in parte passata al vaglio degli organi di giustizia.. E’ bene ricordare alla Casta padrona che un solo euro delle risorse della collettività, per mantenere lo sport, speso impropriamente o sprecato è un delitto che offende la buona fede degli sportivi. Un delitto dal profilo morale non necessariamente un reato.

 

La Casta padrona ha paura di perdere il suo potere. Teme le denunce che provengono dall’interno del suo stesso sistema. Approfitta pur troppo  della acquiescenza dei poteri di vigilanza e di intervento della pubblica amministrazione, dicasteri della difesa e dell’economia- finanze. “  Alzare la voce contro la Casta è solo un primo passo, ma non è di per sé  sufficiente a innescare il cambiamento” ( Carlo Galli  La Repubblica).

Renato Corsini

se hai dei suggerimenti scrivi al dr.Renato Corsini su redazione@corsera.it

 

Riportiamo il testo della diffida stragiudiziale dell'avvocato Giuseppe Di Simone

IN RELAZIONE ALL'INCHIESTA GIORNALISTICA DEL CORSERA.IT A FIRMA DEL GIORNALISTA DR.RENATO CORSINI,LEGGENDARIO CASTIGATORE,DA OLTRE 40 ANNI, DEGLI SPRECHI DEL CONI E DELLE FEDERAZIONI,PALADINO DEGLI...

SPORTIVI ITALIANI.SCRIVE PER MINACCIARE QUERELA PER DIFFAMAZIONIE LO STUDIO LEGALE AVV.GIUSEPPE DI SIMONE,IN NOME E PER CONTO E NELL'INTERESSE DELL'ING.ENFRIED OBRIST IN PROPRIO E NELLA QUALITA' DI PRESIDENTE PRO-TEMPORE...

DELL'UNIONE ITALIANA TIRO A SEGNO CON SEDE IN ROMA VIALE TIZIANO 70. SI PRENDE ATTO,AD OGGI,DELLA GRAVISSIMA DETERMINAZIONE ASSUNTA DALLA VOSTRA TESTATA GIORNALISTICA ON LINE,RELATIVA ALLA PUBBLICAZIONE DEGLI ARTICOLI QUI DI SEGUITO SPECIFICATI 1) CORSERA CONI PETRUCCI OBRIST A BATMAN PIACE IL BANCOMAT UNIONE ITALIANA TIRO A SEGNO A FIRMA DEL DR,RENATO CORSINI;2)CORSERA CONI UITS IL BATMAN ENFRIED OBRIST E I MAGNONI DELL'UNIONE ITALIANA TIRO A SEGNO A FIRME DEL DR.RENATO CORSINI; 3)CORSERA CONI GIANNI PETRUCCI OBRIST IL BANCOMAT DEI BATMAN DELL'UNIONE ITALIANA TIRO A SEGNO A FIRMA DEL DR.RENATO CORSINI.

RELATIVAMENTE AGLI ARTICOLI SOPRA CITATI,PRME EVIDENZIARE LA GRAVE ILLEGITTIMITA' NONCHE'0 STRUMENTALITA' E DEGLI EVENTI IVI DESCRITTI.

IN PARTICOLARE,NELL'EVIDENZIARE IN PRIMO LUOGO LA NON VERIDICITA' DEI FATTI SUPERFICIALMENTE RIPORTATI,SI PRENDE ATTO DI UNA OGGETTIVA ARBITRARIETA' NEL DESCRIVERE CIRCOSTANZE INERENTI SULLE PRESUNTE RESPONSABILITA' DI CARATTERE PENALE,INCAUTAMENTE ATTRIBUITE AL PRESIDENTE PRO TEMPORE DELL'UITS ING.ENFRIED OBRIST E,RISPETTO ALLE QUALI,QUEST'ULTIMO SAREBBE COMUNQUE PACIFICAMENTE ESTRANEO E ANZI PARTE OFFESA.

infatti,nei citati articoli,e' di tutta evidenza la unica finalita' di gettare discredito sull'UITS e nello specifico,sul Presidente pro-tempore Ing.Obrist,mediante una deprecabile operazione strumentale di "collage" confezinata ad arte,individuando,nel titolo degli articoli,il Presidente ing.Obrist stesso(immortalato anche in evidenza in una foto con il Presidente del Coni dr.Gianni Petrucci) quale presunto autore di illeciti penali ascritti poi,al contrari nel corpo degli articoli,ad altri soggetti facenti parte delel Sezioni di Tiro a Segno Nazionale dislocate nei circondari territortiali ivi indicati.

Va da se la grave superficialita' dell'iniziativa da Voi assunta,attesa la connotazione e la responsabilita' strettamente personale di ogni eventuale iniziativa assunta dai membri dei vari TSn territoriali,in spegio al rispetto di ogni minima regola di legalita' e dai profili altamente diffamatori con le conseguenze che tutto cio' certamente comporta in capo agli autori dell'iniziativa contestata sia sotto il profilo civile che sotto il progilo penale ricorrendone,gia' ad oggi,i presupposti di perseguibilita'.

In virtu' di quanto sopra espresso,l'ing.Obrist,mio tramite in proprio e nella qualita' di Presidente pro-tempore dell'UITS(Unione italiana tiro a segno),Vi diffida con immediatezza a procedere ad una rettifica chiara ed inequivoca circa gli inaccettabili contenuti degli articoli sopora menzionati mediante una nuova pubblicazione finalizzata a rimuovere le gravi falsita' appena lamentate,nonche' a disporre l'immediata cessazione di ogni ulteriore arbitraria diffamatoria iniziativa in danno sia della federazione UITS che del suo Presidente pro-tempore ing.Obrist e dei prori organi.

Ferme le inizaitive che certamente saranno assunte in relazione alle condotte gravemente illegittime gia' consumate ed a Voi unicamente imputabili,mi corre altresi' l'obbligo di comunicare che,in caso di mancato immediato positivo riscontro a quanto sopra diffidato,provedero',senza indugio,a dare ulteriore seguito al mandato conferitomi al fine di veder tutelare presso ogni piu' opportuna sede giudiziaria civile e penale competente la sfera giuridica dei miei assistiti,ad oggi gravemente lesa.

firmato

Avv.Giuseppe Di Simone

 

 

 


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.