Giovedi' 29 Ottobre 2020
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Finanza
  • SPREAD UNICREDIT AUMENTO DI CAPITALE EFFETTO DOMINO LO SPETTRO DI LEHMAN BROTHERS...

SPREAD UNICREDIT AUMENTO DI CAPITALE EFFETTO DOMINO LO SPETTRO DI LEHMAN BROTHERS

MILANO 3 GENNAIO 2012 CORSERA.IT DI MATTEO CORSINI

CARI AMICI LETTORI,

CI HANNO RACCONTATO MOLTE STORIE,CHE SIAMO OK,CHE IL SISTEMA BANCARIO ITALIANO E' FORTE.NON ABBIAMO FATTO ALTRO CHE SENTIRE I CONSIGLI DEI GESTORI,GLI ARTICOLI DEI GIORNALI,COME QUELLI DI MILANO FINANZA,CHE CONSIGLIAVANO DI INVESTIRE NEI TITOLI DELLE BANCHE ITALIANE. CHE COSA E' ACCADUTO? UN DISASTRO FINANZIARIO,UNA COLLUSIONE TRA SISTEMA BANCARIO E I QUOTIDIANI CHE SONO SOTTO PADRONE.ADESSO VIVIAMO IN UN CAMPO DI BATTAGLIA,E NON SAPPIAMO CHI HA VINTO E CHI HA PERDUTO.
LE BANCHE ITALIANE NON HANNO TITOLI TOSSICI IN BILANCIO E LE AZIONI FONDIARIA SAI PER 550 MILIONI DI UNICREDIT,CHE COSA SONO SE NON SIMILI ALLA PESTE BUBBONICA?

NON VI DICO CHE BURIANA CHE STANNO SOLLEVANDO I NOSTRI ARTICOLI SU UNICREDIT.MA DOBBIAMO FARLO PER VOI,PER DIFENDERE IL RISPARMIO DEGLI ITALIANI,GLI INTERESSI DEGLI AZIONISTI E QUELLO DELLA TRASPARENZA E SICUREZZA DEL MERCATO FINANZIARIO ITALIANO.SIAMO PROPRIO CERTI CHE IL PROFESSOR MARIO MONTI SPUTI IL ROSPO? SIAMO CERTI CHE LA CONSOB ACCENDA I SUOI FARI SUL QUELLO CHE ORMAI APPARE LO SCANDALO UNICREDIT ITALLIA'? SAPERE QUANTO HANNO PERDUTO GLI AZIONISTI DI UNICREDIT NEGLI ULTIMI MESI?
A TUTTI GLI AMICI LETTORI DICO CONTINUATE A CHIAMARMI,DA VERONA A SINGAPORE,IO SONO QUA. DIRECT LINE 335291766.GRAZIE.

UNICREDIT L'EFFETTO DOMINO DI UN GIOCO DIVENTATO ORMAI PERICOLOSO.FERITE MORTALI INFERTE AGLI AZIONISTI DI PIAZZA CORDUSIO.

I FARI DELLA CONSOB SI ACCENDONO SU PIAZZA CORDUSIO.IL RICORDO DELLA BANCA D'AFFARI LEHMAN BROTHERS DIVENTA UN SINISTRO FANTASMA.I SINTOMI APPAIONO GLI STESSI,IL CLIMA,LE SMENTITE,IL RANCORE E L'ASTIO NEI CONFRONTI DEGLI AZIONISTI CHE CERCANO SPIEGAZIONI,GLI ADDETTI DEGLI UFFICI STAMPA CHE VELATAMENTE "METTONO IN GUARDIA" I GIORNALISTI CHE SI OCCUPANO DELLO SCANDALO  UNICREDIT.CI SONO TUTTE LE AVVISAGLIE DI UN DRAMMA FINANZIARIO,UNO TSUNAMI PRONTO A COLPIRE I MERCATI,DEVASTARE QUEL CHE RESTA DELLE BORSE EUROPEE.PERCHE' UNICREDIT PER LE SUE ..... DIMENSIONI E' UNA BANCA SISTEMICA E IL SUCCESSO DELL'AUMENTO DI CAPITALE ORMAI APPARE COME UNA SPIAGGIA DI NON RITORNO.SE L'AUMENTO DI CAPITALE DOVESSE FALLIRE,LA BANCA SAREBBE TECNICAMENTE IN DEFAULT,CON UN PRINCIPIO DI UNA MALATTIA ASASSINA,UNA CATASTROFE IN CORPO.E LO SCENARIO APPARE DEI PIU' PREOCCUPANTI ANCORA,PERCHE' GLI AZIONISTI STABILI SI COMINCIANO A DILEGUARE,ORMAI ESASPERATI ..........DALLE CONTINUE PERDITE NEI BILANCI,GLI UTILI MANCATI,IL DISASTRO DELLA GESTIONE,CHE COME NEL CASO DI FONDIARIA SAI,SEMBRA PREDILIGERE IL FINANZIAMENTO DI IMPRESE DECOTTE,CHE QUELLO DI INVESTIRE IN AZIENDE CHE PRODUCANO UTILI.LO SCENARIO DI FONDIARIA SAI E' UN CALVARIO,UNA FORNACE CHE INCENERISCE I SOLDI DI OGNI INVESTITORE.L'IMMONDA AVVENTURA SU FONDIARIA SAI DI UNICREDIT E MEDIOBANCA,CI FA CAPIRE COME ALLE VOLTE I FINANZIAMENTI SIANO GESTITI CON BALDANZA E IRRESPONSABILMENTE.CHI AVEVA GUARDATO I CONTI DI FONDIARIA SAI?CHI HA CONCESSO I CREDITI A SALVATORE LIGRESTI,MENTRE UNICREDIT AFFONDAVA IN BORSA,DEVASTANDO I RISPARMI DEI SUOI AZIONISTI?

UNICREDIT UNO SCENARIO CHE SI COMPLICA GIORNO PER GIORNO PERCHE' ANCHE I PICCOLI AZIONISTI SEMBRANO DISAFFEZIONATI,INCAPACI DI REAGIRE AL TRACOLLO IN BORSA,E TUTTI PARE VOGLIANO FUGGIRE,DISFARSI DI QUEL CHE RIMANE DEL LORO INVESTIMENTO.

QUANDO NON C'E' PIU' FIDUCIA IN UNA IMPRESA,RIMANE SOLTANTO LO SGOMENTO,LO SCONFORTO,LA DISILLUSIOINE.IL PERICOLO CHE L'EFFETTO DOMINO DELLA SFIDUCIA PRENDA IL SOPRASSALTO MANDANDO IN TILT IL GIOCO DEL RIFINANZIAMENTO CON GLI AUMENTI DI CAPITALE.PERCHE' MAI SI DOMANDANO GLIA ZIONISTI SI DOVEBBE ANCORA RIPORRE FIDUCIA IN UN ISTITUTO DI CREDITO AL COLLASSO CARDIACO,CHE CHIEDE AL MERCATO ANCORA SOLDI,PARI AL 50% DELLA SUA ATTUALE CAPITALIZZAZIONE IN BORSA?

UNICREDIT DA SINGAPORE A VERONA SI CERCA DI EVITARE IL PEGGIO PER PIAZZA CORDUSIO.SI DEFILANO GLI AZIONISTI STABILI DA CASSAMARCA AL FONDO USA BLACKROCK.

DIETRO L'AUMENTO DI CAPITALE DI UNICREDIT  IL SINISTRO PRESAGIO DEL FANTASMA DI LEHMAN BROTHERS,A PIAZZA CORDUSIO SI CONTANO LE ORE PER FRONTEGGIARE IL POSSIBILE DISASTRO DEL FALLIMENTO DELL'AUMENTO DI CAPITALE,SE NON RIUSCISSE LA BANCA SAREBBE IN UN MARE IN TEMPESTA,CON IL VALORE DEL TITOLO IN CROLLO VERTICALE.SI CERCA DI POTENZIARE IL CONSORZIO DI BANCHE CHE DOVRANNO GARANTIRNE IL SUCCESSO.MA NON SARA' FACILE,IL MERCATO MORDE I FRENI,NESSUNO .....


SEMBRA FIDARSI DELLE PAROLE DELL'AD FEDERICO GHIZZONI,NESSUNO SI FIDA DEI BUCHI NERI DELLE PARTECIPATE NELL'EUROPA DELL'EST.INSOMMA STIAMO ASSISTENDO AL NAUFRAGIO DEL TITANIC,DOVE TUTTI SMENTISCONO TUTTO,MA DOVE MANCA UNA SOLA CERTAZZA,QUELLA DEI NUMERI,DI UN BILANCIO SOLIDO,DI UTILI IMPORTANTI,CHE POSSANO DARE FIDUCIA AGLI INVESTITORI.SI CORRE ORMAI SOPRA UNA BARCA .....

DOVE REGNA LA TOTALE ANARCHIA,DOVE NON CI SONO PIU' DOMANI I SOCI DI CONTROLLO DELLA BANCA.POSSIBILI TAKEOVER OSTILI SU UNICREDIT ALL'INDOMANI DEL FALLIMENTO DELL'AUMENTO DI CAPITALE..

UNICREDIT ALLARME ROSSO IN BORSA.SI ACCENDONO I FARI DELLA CONSOB.UNICREDIT ROTTA DI COLLISIONE CON FONDIARIA SAI.AZIONISTI TROMBATI DALLA MALAGESTIO,MILIONI DI EURO DILAPIDATI NEL TENTATIVO DI SALVARE LA GALASSIA LIGRESTI,ORMAI IN DEFAULT.AZIONISTI INCAZZATI NERI,INVESTITORI CHE SI DILEGUANO,IL FONDO AMERICANO BLACK ROCK CHE FUGGE A GAMBE LEVATE.IL SINISTRO PRESENTIMENTO CHE DIETRO L'ISTITUTO DI PIAZZA CORDUSIO SI AGGIRI IL FANTASMA DI LEHMAN BROTHERS,PERCHE' NEI CONTI QUALCOSA NON FUNZIONA,COME NON FUNZIONA L'IMPATTO DELL'ENORME FINANZIAMENTO CONCESSO A SALVATORE LIGRESTI.SINTOMI DI UN POTENZIALE CREDIT CRUNCH DAGLI EFFETTI DEVASTANTI SULL'INTERO COMPARTO BANCARIO ITALIANO.UNICREDIT E' UNA BANCA SISTEMICA,TROPPO GRANDE PER FALLIRE,TO BIG TO FAIL.MA SIAMO DIFRONTE AD UN  NUOVO CAPITOLO CHE CI RACCONTERA' LA STESSA STORIA DEL 2008?


CRISI EURO.UNICREDIT DOMANI CONVOCATO IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI UNICREDIT,CHE DOVRA' LANCIARE IL MAXIAUMENTO DI CAPITALE FINO A 7.5 MILIARDI DI EURO.MA A PIAZZA CORDUSIO E' ALLARME ROSSO,EVIDENTI SONO LE DIFFICOLTA' DI RACCOGLIERE INTORNO ALLA BANCA INVESTITORI SERIE E DETERMINATI NEL SOSTENERE LA SECONDA BANCA ITALIANA.NEI GIORNI SCORSI SONO FUGGITI IL FONDO AMERICANO BLACKROCK E SI DILEGUANO ANCHE LE FONDAZIONI,CHE UNA VOLTA CONTROLLAVANO L'ISTITUTO DI PIAZZA CORDUSIO.ALLARME ROSSO IL SALVATAGGIO DI FONDIARIA SAI IN CUI UNICREDIT E' ESPOSTA PER CENTINAIA DI MILIONI DI EURO.

MATTEO CORSINI

SEMPRE ON LINE 24 H 7 DAYS WEEK CHIAMA SUBITO SE HAI INFORMAZIONI AL NUMERO 335291766

CORSERA.IT

P.S.MI DOMANDA QUALCUNO,COME MAI QUESTI ARTICOLI,QULE SIA IL PRESUPPOSTO.IO RISPONDO CHE IL PRINCIPIO E' DIFENDERE IL RISPARMIO DEGLI ITALIANI,DEGLI AZIONISTI,DI TANTA BRAVA GENTE CHE CREDE CHE GLI ISTITUTI DI CREDITO SIANO GESTITI DA PERSONE CAPACI E CHE FANNO GLI INTERESSI DEGLI AZIONISTI.ALLE VOLE,COME IN QEUSTO CASO,SI VEDE CHE ACCADE TUTTO IL CONTRARIO E DUNQUE NOI METTIAMO IN EVIDENZA TUTTO QUESTO,ANCHE SE CONTOR UN COLOSSO COME UNICREDIT SONO IN POCHI IN ITALIA AD AVER PARLATO,A DARE SPAZIO,A FARE INFORMAZIONE.MA NOI SIAMO QUI,LO SAREMO SEMPRE.

la repubblica Piazza Cordusio è esposta per 550 milioni sulla galassia mentre Piazzetta Cuccia ha crediti per un miliardo Il salvataggio dell`impero Ligresti può azzoppare Mediobanca e Unicredit GIOVANNI PONS MILANO - Mediobanca e Unicredit stanno spingendo a più non posso per trovare una soluzione credibile alla bolla Ligresti che ormai è scoppiata. Ma si stanno muovendo sul filo di lana, sotto gli occhi attenti dell`Antitrust e il rischio concreto di subire esse stesse delle perdite importanti.

La banca di piazza Cordusio, infatti, è esposta per circa 550 milioni verso la galassia di società dell`impero Ligresti chevanno da Premafin fino a Sinergia e Imco, a monte. Non più tardi di sei mesi fa, inoltre, Unicredit ha comprato diritti dell`aumento di capitale Fonsai dallo stesso Ligresti a prezzi d` affezione, investendo altri 160 milioni per diventare socio al 7%. A cui si è aggiunta l`erogazione di nuova liquidità per 20 milioni a Sinergia per non fallire.

Nagel vuo à e avere dirifto di v`ti it Fonsar, s erAd`r:

vicepres, z n i., Gener.A.‘i, Scelte che ora si sono rivelate disastrose e che mettono sul banco degli imputati il management della banca rappresentato da Federico Ghizzoni, Roberto Nicastro e Paolo Fiorentino, spalleggiati nella scelta dal vicepresidente Fabrizio Palenzona.

Chiunque entrasse in Premafin, infatti, sia il fondo Clessidra o altri, chiederebbe una due diligence e la disponibilità a ristrutturare quei 300 milioni di debiti che incombono sulla società. E Unicredit potrebbe essere costretta a convertire il debito in azioni con conseguenze importanti sul conto economico proprio alla vigilia del proprio aumento di capitale da 7,5 miliardi. Insomma il credito facile a Ligresti degli anni passati rischia di mietere vittime sul suo cammino. Lo si deduce anche dal nervosismo riscontrato da chi viene in contatto con Mediobanca- IL BANCHIERE Alberto Nagel, ad di Mediobanca, sta cercando una soluzione indolore per la sua banca IL REGISTA Fabrizio Palenzona di Unicredit è interessato alle quote strategiche dei Ligresti di medio b anca in questi giorni. Nonostante piazzetta Cuccia sia il primo azionista di Generali con l`ad Alberto Nagel seduto sulla poltrona divicepresidente, ritiene di dover dirigere il traffico anche su Fonsai in palese conflitto di interessi.

Attraverso l`alleanza con Unicredit ha posto veti sui possibili ingressi in Premafin selezionati da Gerardo Braggiotti e ha posto un aut aut allo stesso Ligrestiriguardo la scelta degli advisor.

La preoccupazione deriva dal fatto che Mediobanca è esposta verso Fonsai con prestiti subordinati per 1,05 miliardi che in caso di erosione del capitale possono convertirsi in azioni a prezzi predefiniti. E se ciò dovesse accadere l`impatto sul bilancio Mediobanca sarebbe molto importante, andando a erodere gli utili annuali e forse anche più. Per questo motivo si cerca disperata- ci f.---15 L--zord pesano k."(t anage mesi prirr, dell`aurnem,-.2o mente qualcuno disposto a versare soldi in Premafin e per quellavia ricapitalizzare Fonsai. Mala disponibilità di massima di Clessidra non equivale a un assegno già staccato: se Claudio Sposito volesse procedere a una vera due diligence dei conti della holding le sorprese potrebbero essere infinite.

E anche la ventilata integrazione a valle tra Fonsai e Unipol, con la quale Mediobanca è esposta per altri 400 milioni, non sembra essere così facile come qualcuno vorrebbe far credere.

Unipol non ha ancora risolto del tutto il problema della banca di casa che vantava sofferenze per un miliardo su 10 di prestiti. Inoltre il direttore generale Carlo Cimbri non sembra gradire l` arrivo tra gli azionsiti di un private equity e le Cooperative azioniste attraverso Finsoe dovrebbero scegliere tra la diluizione sotto la maggioranza o l`erogazione di nuove risorse finanziarie.

Piede pagina








(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Milano, 03 gen - E' stato convocato per domattina il consiglio di amministrazione di UniCredit che dovra' lanciare il maxi aumento di capitale fino a 7,5 miliardi. Il board, secondo quanto si apprende da fonti finanziarie, si riunira' in mattinata per decidere le condizioni della ricapitalizzazione, a partire dal prezzo di emissione delle nuove azioni. In attesa di conoscere i termini dell'operazione, a Piazza Affari il titolo UniCredit ha chiuso in coda al Ftse Mib, lasciando sul terreno il 2,47% a 6,33 euro.
Ppa-Y- (RADIOCOR) 03-01-12 17:42:39 (0168)news 3 NNNN

Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.