Mercoledi' 08 Febbraio 2023
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Cultura
  • VIENI VIA CON ME.ROBERTO SAVIANO LO SCRITTORE KILLER DEL CAFONE SILVIO BERLUSCONI....

VIENI VIA CON ME.ROBERTO SAVIANO LO SCRITTORE KILLER DEL CAFONE SILVIO BERLUSCONI.

Roma 27 Novembre 2010 CORSERA.IT

Quello che non potettero le armi,potè la penna.Roberto Saviano intervistato per il Financial Times in località segreta dichiara:"Silvio Berlusconi è finito." Forse per la prima volta,come non mai,la penna di uno scrittore impegnato Roberto Saviano,attraverso la devastante potenza dei teleschermi, ha affondato un Governo di uno stato democratico.Lampante la differenza sostanziale della cultura avanguardista di Saviano...

....contro quella commerciale del Premier Silvio Berlusconi.Devastante l'effetto mediatico dei suoi raconti contro la criminalità dilagante in italia,le ecomafie.Devastante il colpo di grazia all'uomo dei sogni di cartapesta,che non trovano raffronto con la realtà quotidiana che si vive in Italia.Diverso e profondo il peso specifico culturale di Roberto Saviano nei confronti di quello tutto palliettes e escort di SIlvio Berlusconi,sottile e raffinato il pensiero dello scrittore che vola leggero,confronto alle nauseanti immagini di quella cultura privata del Premier fatto di bouaseire d'oro e frangenti.

La cultura contro la vita di un cafone,anzi un pappone,un triste solitario personaggio che scalcia la solitudine inseguendo le gonne della miriandola di escort ,vajasse e ruffiani che riempie la sua corte. 

CORSERA.IT COPYRIGHT

 

MILANO - «Non ho alcuna intenzione di entrare in politica, io sono uno scrittore»: Roberto Saviano si confessa in una lunga intervista rilasciata al quotidiano Financial Times, nella quale descrive le polemiche suscitate dal programma «Vieni via con me» e le sue condizioni di virtuale reclusione: «Vivo in questo modo per tutto il tempo». «Non è perché pensi che i politici siano tutti venali: certamente qualcuno di loro è corrotto ma ne conosco tanti che fanno tutto il possibile per migliorare il Paese», spiega Saviano, che si descrive come liberale pur ammettendo che «in Italia il ceppo liberale è debole, è stato schiacciato

dalle due grandi forze della Democrazia cristiana e del comunismo». Intervistato - in una località di cui non viene divulgato il nome, come da accordi - in una giornata in cui i quotidiani italiani indicavano la crisi di governo come ipotesi più probabile a breve termine, Saviano non ha dubbi: «Berlusconi è finito». (Fonte: Apcom

Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.