Mercoledi' 15 Luglio 2020
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • News Mondo
  • AFGHANISTAN,I 4 SOLDATI ITALIANI INVIATI AL MACELLO....

AFGHANISTAN,I 4 SOLDATI ITALIANI INVIATI AL MACELLO.

Roma 9 Ottobre 2010 (Corsera.it)

Sono anni che dalle pagine del Corsera.it denunciamo che i blindati Lince non sono paragonabili ai Couguar e ai Buffalo Mines della Force Protection americana.Come dire che i nostri soldati vanno al macello,non in missione di pace.Le loro attività sono quelle di perlustrazione antiguerriglia,dunque vere e proprie missioni di guerra.Chi li manda in giro vestiti di bianco,e' responsabile della loro morte.

"Il mezzo su cui viaggiavano è stato completamente dilaniato da una bomba artiginale confezionata da un gruppo di ribelli talebani."Il Fattoquotidiano.

Inadeguati i mezzi su cui viaggiano i soldati italiani,sebbene ...

....in commercio vi siano autoblindo antimina,come i Buffalo mine e i Couguar,di cui si è al contrario dotato l'esercito americano.

LE VITTIME - Il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, che ha spiegato in una conferenza stampa come lo stesso convoglio fosse già stato attaccato - senza conseguenze - nella giornata di venerdì, ha reso noti i nomi delle vittime dell' agguato in Afghanistan. Si tratta del caporalmaggiore Gianmarco Manca, 32 anni, di Alghero (Sassari); del caporalmaggiore Marco Pedone, 23 anni di Gagliano del Capo (Lecce); del caporalmaggiore Sebastiano Ville, nato a Lentini (Siracusa) nel 1983; del caporalmaggiore Francesco Vannozzi, nato a Pisa nel 1984. Il militare ferito è invece Luca Cornacchia, 31 anni, originario di Pescina (L'Aquila). I militari erano di stanza al settimo reggimento alpini di Belluno, inquadrato nella brigata «Julia».

LA RICOSTRUZIONE - Secondo quanto ha spiegato il gen. Massimo Fogari, portavoce dello Stato maggiore della Difesa, l'imboscata è stata compiuta facendo esplodere un ordigno improvvisato, un cosiddetto Ied (improvised explosive device), a cui è seguito un attacco a colpi di armi da fuoco da parte di guerriglieri (ASCOLTA la ricostruzione del generale). Le truppe che scortavano il convoglio hanno subito reagito all'attacco e messo in fuga gli attentatori. Le vittime erano a bordo di un blindato «Lince», considerato ormai non più all'altezza della situazione.

 

I quattro soldati italiani sono stati inviati al macello,non in una guerra contro un nemico e neanche in una missione di pace,ma a fare i bersagli per i terroristi.(CORSERA.IT)

 


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.