Martedi' 07 Luglio 2020
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Politica
  • BUFERA E CAZZOTTI ALLA CONFERENZA STAMPA DEL PDL.IGNAZIO LA RUSSA A BOTTE E SCHIAFFI CON CARLO MAGNO....

BUFERA E CAZZOTTI ALLA CONFERENZA STAMPA DEL PDL.IGNAZIO LA RUSSA A BOTTE E SCHIAFFI CON CARLO MAGNO.

Roma 10 Marzo 2010 (Corsera.it)

Carlo Magno è bruscamente entrato nella conferenza stampa di Silvio Berlusconi in appoggio della lista PDL a Roma,brutalizzando il Premier con accuse gravi e riferimenti precisi sui soldi spesi in Abruzzo e le tangenti dell'inchiesta sulla Protezione Civile.Un bocconcino prelibato quel giornalista free lancE,che è arrivato chissà da dove a ...

....squassare i piani dei rappresentanti del PDL.Un boccone porelibato per Ignazio La Russa,uno abituato agli scontri di piazza e a menare le mani quando ce ne è bisogno.Sono saltati i nervi a tutti,il momento è delicato e la zuffa politica acida come il vetriolo.(Corsera.it)

MILANO - Momenti di tensione e convulso finale di conferenza stampa, mercoledì nella sede del Pdl a Via dell'Umiltà gremita per l'intervento di Silvio Berlusconi sul caos delle liste. Quando, per la terza volta consecutiva, un attivista politico, Rocco Carlomagno, ha interrotto il premier, domandando conto a gran voce dei soldi spesi in Abruzzo, di tangenti e dell'inchiesta che coinvolge Bertolaso, il clima si è acceso. «Si vergogni, questa è la sinistra» è stato lo sfogo del Cavaliere, che ha chiesto diverse volte ai suoi collaboratori di fare uscire l'uomo dalla sala stampa, mentre il coordinatore del Pdl Ignazio La Russa, che già in un primo momento aveva raggiunto l'uomo seduto tra i giornalisti, si è nuovamente avvicinato a Carlomagno e dopo averlo energicamente invitato a parole a smetterla, lo ha preso per il bavero della giacca e lo ha strattonato, sotto gli occhi di telecamere e macchine fotografiche che hanno ripreso l'intera scena (GUARDA IL VIDEO). A questo punto, l'uomo, che fa parte del coordinamento nazionale contro i siti di stoccaggio nucleare e del coordinamento «aiutiamo l'Abruzzo», ha iniziato ad accusare il premier e il governo, mentre Berlusconi lasciava la sala, visibilmente irritato. All'uscita, il contestatore è stato preso di mira dai militanti del Pdl, che manifestavano fuori dal palazzo, diventando l'ultima 'attrazionè di telecamere e giornalisti.


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.