Mercoledi' 15 Luglio 2020
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • News Italia
  • NOVI LIGURE MASSACRO.OMAR FAVARO UNO DEGLI ASSASSINI ESCE DAL CARCERE....

NOVI LIGURE MASSACRO.OMAR FAVARO UNO DEGLI ASSASSINI ESCE DAL CARCERE.

Omar Favaro, l'ex fidanzato di Erika De Nardo responsabile con la giovane del massacro di Novi Ligure, oggi sarà definitivamente libero. Il magistrato di sorveglianza ha infatti concesso 45 giorni di libertà anticipata relativa all'ultimo semestre di pena, che sarebbe scaduta il 17 aprile. Omar Favaro era entrato in carcere due giorni dopo avere ucciso a coltellate la madre e il fratellino di Erika, ed era stato condannato a 14 anni di carcere. "E' la logica conseguenza del percorso educativo che ha fatto" ha commentato l'avvocato Lorenzo Repetti, legale di Omar.

Il giovane, che da alcune settimane aveva ottenuto l'ammissione al lavoro esterno come giardiniere a seicento euro al mese in una cooperativa che si occupa di aree verdi comunali, stava scontando la pena nel carcere di Quarto d'Asti. Per gli agenti della questura che lo seguivano è un "detenuto modello". Durante questi anni la famiglia, lo ha sempre seguito fino a trasferirsi da Alessandria ad Asti per stargli vicino. 

Quanto a Erika, la principale protagonista del duplice omicidio con la quale aveva progettato di fuggire dopo il massacro, dice di averla dimenticata: "Oggi mi è indifferente, non mi interessa, capitolo chiuso, non le porto nemmeno rancore".

Omar si dice appassionato di computer e durante la detenzione ha ottenuto la Patente europea. Il suo primo sogno da uomo libero - aveva detto - è "farmi una bella nuotata al mare: sono dieci anni che non ci vado".

Nove anni fa, Omar e la fidanzata Erika uccisero la madre e il fratellino di lei, Susi Cassini e Gianluca De Nardo, nella villetta della famiglia a Novi Ligure. Il massacro, con decine di coltellate inflitte alle due vittime, compiuto dai due giovanissimi (Omar aveva 17 anni) per la sua efferatezza sconvolse l'Italia.

 



Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.