Venerdi' 10 Luglio 2020
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Politica
  • CORSERA.IT NUOVE RIVELAZIONI SU PIERO MARRAZZO.IL VIDEO HARD NELLE MANI DEL TRANS MICHELLE FUGGITA A PARIGI....

CORSERA.IT NUOVE RIVELAZIONI SU PIERO MARRAZZO.IL VIDEO HARD NELLE MANI DEL TRANS MICHELLE FUGGITA A PARIGI.

Roma 2 Novembre 2009(Corsera.it)

Secondo le indiscrezioni raccolte dagli inquirenti,Piero Marrazzo sarebbe stato oggetto del terribile ricatto fin dal Gennaio del 2009.Un video hard sarebbe stato girato da uno dei trans che frequentavano assiduamente Marrazzo,quella certa Michelle amica di Brenda che oggi si è resa irreperibile fuggendo a PArigi.E' lei secondo la ricostruzione di Natalie,che avrebbe il possesso di un video girato in un appartamento ...

...privato del Governatore e situato nella zona di Cortina d'Ampezzo.Vdeo hard e fotografie a luci rosse tra Piero Marrazzo e i suoi amanti.Nella dinamica del ricatto e della sua organizzazione prende piede il ruolo del pappone Gianguerino Cafasso che come già anticipat da Corsera.it si trovava insieme ai carabinieri il 3 luglio in Via Gradoli.Il pusher avrebbe portato la droga nell'appartamento per ragioni ancora tutte da chiarire.Ma chi è questa Michelle? La transessuale sembrerebbe un'amica di Natali conosciuta da Piero Marrazzo in un suo viaggio in Brasile.Da queste ultime rivelazioni ne esce un quadro decisamente drammatico della vita privata di Piero Marrazzo,impazzito od ossessionato dai rapporti transessuali.Natalie infatti ammette di aver inontrato assiduamente ,Piero Marrazzo per rapporti intimi nell'appartamento del Governatore in Via Cortina D'Ampezzo.Natalie sostiene che Piero Marrazzo l'avesse voluta incontrare dopo quella fatidica data del 3 Luglio,per farsi consolare.

da altra fonte La Repubblica,Della "casa" nella zona della Cortina d'Ampezzo - "un palazzo sorvegliato da un uomo della vigilanza" - parla del resto anche Natalì, che quel luogo conosceva bene per "esserci stata altre volte nel tempo". Nel secondo dei suoi verbali, il transessuale brasiliano riferisce infatti di aver raggiunto lì il Governatore quello stesso 3 luglio, dopo l'irruzione e dopo che Marrazzo aveva lasciato sconvolto via Gradoli. "Per consolarlo", dice Natalì a verbale. Ma forse anche per discutere di altro. Di quanto era successo prima che alla porta bussassero i carabinieri.



Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.