Venerdi' 10 Luglio 2020
HOTLINE: +39 335 291 766
CORSERA CORONAVIRUS BORIS JOHNSON DIMESSO CON PROBLEMI AL CUORE. DURO COLPO AL PUGILE METICCIO CHE AVEVA SFIDATO COVID-19

CORSERA CORONAVIRUS BORIS JOHNSON DIMESSO CON PROBLEMI AL CUORE. DURO COLPO AL PUGILE METICCIO CHE AVEVA SFIDATO COVID-19

12 Aprile 2020

London 12 aprile 2020 CorSera.it by Caroline Danese 

CorSera.it Copyright 2020 

Lo scoop mondiale del CorSera.it ( lo so sono stata brava me lo dico da sola ) Come sanno i lettori del CorSera.it siamo stati i primi al mondo a dare la notizie che Boris Johnson era in fin di vita, ma non per cause polmonari , bensì per ragioni di cuore. Il premier britannico soffre da tempo di alta pressione, è fuori peso conduce una vita sfrenata, mangia e beve come un vero inglese. Il suo fisico aggredito dalla malattia stava per mollare. Nel corso del ricovero, si è più volte rischiato l'infarto. 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS BORIS JOHNSON RE LEAR CAMMINA TRA I CADAVERI, OLTRE 1000 MORTI IN GRAN BRETAGNA IN UN SOLO GIORNO

CORSERA CORONAVIRUS BORIS JOHNSON RE LEAR CAMMINA TRA I CADAVERI, OLTRE 1000 MORTI IN GRAN BRETAGNA IN UN SOLO GIORNO

11 Aprile 2020

LONDON 11 APRILE 2020 CORSERA. IT in diretta dal mondo 24/7 days aggiornamento time 04.03 am

CorSera.it Copyright 2020

Giornata funesta quest'oggi per Boris Johnson, l'uomo che volle sfidare il destino per farsi Re d'Inghilterra. Nella sua Londra, il premier britannico cammina tra i cadaveri della peste, invocati da Shakespeare nel Re Lear. 

Il primo ministro britannico oggi è stato in grado di percorrere brevi distanze, ha detto il suo ufficio. Johnson è uscito dalla terapia intensiva giovedì, dopo tre notti, ed è ancora ricoverato sotto oseervazione in ospedale. "Il primo ministro è stato in grado di fare brevi passeggiate, come parte della terapia che sta osservando", ha dichiarato un portavoce di Downing Street. "Ha parlato con i suoi medici e ringraziato l'intero team ospedaliero per le incredibili cure che ha ricevuto".
Sono 1.000 i morti in più per coronavirus in 24 ore, nuovo record assoluto in un singolo giorno per il Paese. Lo confermano i dati del dicastero della Sanità, con un totale di morti registrati che sale a 8.958. I contagi censiti superano intanto quota 70.000, con una curva di crescita di 5.706, mentre i test salgono a 16.000 al giorno.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS NEW YORK ORRORE AD HART ISLAND, LA CITTA' DEI MORTI VIVENTI .LA PROFEZIA DI BARACK OBAMA 2014

CORSERA CORONAVIRUS NEW YORK ORRORE AD HART ISLAND, LA CITTA' DEI MORTI VIVENTI .LA PROFEZIA DI BARACK OBAMA 2014

11 Aprile 2020

NEW YORK 11 APRILE 2020 CORSERA.IT by Alan Parker ai confini del mondo conosciuto

Corsera.it Copyright 2020 

Il mondo moderno ha conosciuto un grande leader politico Barack Obama.In un suo discorso del 2014 una profezia e un programma sanitario planetario, che qualora fosse stato realizzato, la storia del Covid-19,  avrebbe avuto un altro esito. ( Il video di Barack Obama ) 

New York la città dei morti viventi. Nei grandi caseggiati nella periferia, gli uomini e le donne si trasformano in Zombie, dei morti viventi, senza poter fuggire dalle loro case, stroncati dalla infenzione da Covid-19, asfissiati come dentro una camera a gas. Gli Zombie di New York, esseri umani straziati dalla malattia,  hanno trovato casa, in uno dei luoghi di sepoltura più sinistri degli Stati Uniti d'America, le famigerate fosse comuni ad Hart Island, isola del Bronx a New York City, usate da sempre per seppellire moribondi senza casa e senza famiglia, galeotti, cadaveri di pazienti infettati, malati di hiv, tubercolosi. E' l' isola dei morti viventi, come la chiamano nella Grande Mela. La pandemia da coronavirus sembra aver trovato la sua dimora ideale nei grandi caseggiati della periferia americana, come fotogrammi di storia che suonano sinistri, rituali funebri per i morti di peste nera, nella laguna dimenticata di New Orleans, canti che provengono dall'oltretomba.

Leggi la notizia
CORSERA COVID-19 SHANGAI DELL'INDIFFERENZA. I GRAFICI DEI RECORD E DELLA MORTE. SESSO,BONDAGE ESTREMO,  MEDICI E INFERMIERI. LA TRADUZIONE DELLA SOFFERENZA NELLA PERVERSIONE

CORSERA COVID-19 SHANGAI DELL'INDIFFERENZA. I GRAFICI DEI RECORD E DELLA MORTE. SESSO,BONDAGE ESTREMO, MEDICI E INFERMIERI. LA TRADUZIONE DELLA SOFFERENZA NELLA PERVERSIONE

11 Aprile 2020

MILANO 11 APRILE 2020 CORSERA.IT by Alan Parker ai confini del mondo conosciuto

CorSera.it Copyright 

L'emergenza del Coronavirus la drammatica estensione, ha soppiantato per interesse, i più grandi eventi del mondo come le Olimpiadi, la Formula 1, i campioniati di Calcio , l' NBA, i concerti live. Da mesi ormai conviviamo con i grafici della morte, che vengono indicatI come "record " . I dati della tragedia trasformati in algidi coefficienti statistici, come gli esseri umani, le salme fossero diventati i bastoncini dei uno shangai sanguinario. Nelle membrane interne della pandemia ci sono tutti gli ingredienti che soddisfano le più nascoste e deprecabili perversioni e depravazioni che gli esseri umani solitamente inseguono nel corso della loro esistenza. La morte per soffocamento, ad esempio, esercizio diffuso nella pratica sado maso del bondage più sfrenato, i sogni erotico sessuali del rapporto  tra medico e infermiera o tra infermiera e paziente, le fosse comuni delle città dei morti viventi. Un carosello di immagini devastanti per l'equilibrio psico fisico delle persone, che ogni giorno vanno in onda, condite in ogni salsa, in tutte le trasmissioni televisive, in tutti i telegiornali. Le dirette della Protezione Civile italiana ne sono un esempio, con Angelo Borrelli che sfida la morte senza mascherina e il professor Franco Locatelli medico robot, dalla voce metallica che analizza e intepreta i dati dei morti viventi caduti, degli Zombie della nuova era del Covid-19 . Tutto questo ci attrae, ci tiene incollati alla televisione per ore, malgrado sia puro orrore, disperda sangue ovunque, e le immagini ogni giorno peggiorano di qualità e contenuti. Siamo nel caos, nel centro di una pandemia senza precedenti, che ha contagiato 2 milioni di persone e fatto oltre 150 mila morti nel mondo e la sua virulenza continua ad espandersi inesorabilmente senza che nessuno sia in grado di fermarla. 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS ANGELO BORRELLI NO RESPECT. EROI A MANI NUDE, 107 CADUTI TRA MEDICI E INFERMIERI

CORSERA CORONAVIRUS ANGELO BORRELLI NO RESPECT. EROI A MANI NUDE, 107 CADUTI TRA MEDICI E INFERMIERI

10 Aprile 2020

ROMA 10 APRILE 2020 CORSERA.IT

CorSera.it Copyright 2020

Gli eroi a mani nude. Medici e infermieri italiani. Si allunga ancora la lista dei camici bianchi italiani uccisi da Covid-19. Al momento sono 107 i medici e odontoiatri deceduti. Di questi, fa sapere la Federazione nazionale degli Ordini dei medici chirurghi e odontoiatri, 9 erano odontoiatri, uno era sia medico di medicina generale che odontoiatra.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS DONALD TRUMP TUTTI GLI ASINI DEL PRESIDENTE. USA RECORD DI CONTAGIATI E DI MORTI

CORSERA CORONAVIRUS DONALD TRUMP TUTTI GLI ASINI DEL PRESIDENTE. USA RECORD DI CONTAGIATI E DI MORTI

09 Aprile 2020

New York 9 aprile 2020 Corsera.it by Alan Parker 

Donald Trump accusa l'OMS di negligenza e incompetenza. Ricordiamo che già nel 2014 , quando la terribile epidemia scatenata dal virus Ebola, sembrava potesse prevalere sull'essere umano, fioccarono le commissioni di inchiesta per mettere in stato di accusa l'OMS .Il 18 ottobre del 2014 un primo rapporto venne alla luce mettendo in risalto le inefficienze del ramo africano dell'OMS. Questo per dire che Donald Trump, resa evidente la sua incapacità , sta cercando in ogni modo di addossare ad altri la responsabilità di non aver assunto provvedimenti utili a scongiurare una rapida diffusione del coronavirus negli USA . Ritardo fatale per decretare il lock-down immediato per tutto il popolo americano, almeno in quegli Stati in cui era evidente che il coronavirus Covid-19, avrebbe potuto mietere vittime oltre ogni stima dei rapporti scientifici.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS 100 MEDICI MORTI IN ITALIA, DISATTESO IL PIANO NAZIONALE PREPAZIONE E RISPOSTA ALLA PANDEMIA INFLUENZALE

CORSERA CORONAVIRUS 100 MEDICI MORTI IN ITALIA, DISATTESO IL PIANO NAZIONALE PREPAZIONE E RISPOSTA ALLA PANDEMIA INFLUENZALE

09 Aprile 2020

MILANO 9 APRILE 2020 CORSERA.IT by Alan Parker 

CorSera.it Copyright 2020 

Sono 100 i medici morti in Italia , malgrado esistesse un piano antipandemia ( di cui abbiamo già anticipato con CorSera.it a firma di The Street Lawyer)  denominato “Piano Nazionale di Preparazione e Risposta ad una Pandemia Influenzale” e che rappresenta il riferimento nazionale in base al quale saranno messi a punto i Piani Operativi Regionali.

Il Piano Nazionale si sviluppa secondo sei fasi pandemiche dichiarate dall’OMS” nell’anno 2005 che vanno da un “Periodo Inter-pandemico” dove “Nessun nuovo sottotipo di virus influenzale isolato nell’uomo. Un sottotipo di virus influenzale cha ha causato infezioni nell’uomo può essere presente negli animali. Se presente negli animali, il rischio di infezione o malattia nell’uomo è considerato basso” fino all’ultima fase 6 la più grave  “Periodo Pandemico”  “Aumentata e prolungata trasmissione nella popolazione in generale” suddiviso in diversi livelli “Livello 0:  assenza di casi nella popolazione nazionale  Livello 1:  presenza di casi nella Nazione o presenza di intensi collegamenti o scambi commerciali con Paesi dove la pandemia è in atto Livello 2:  fase di decremento Livello 3:  nuova ondata

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS DROPLET RUNNING BEHIND ALAN PARKER L'INTUIZIONE CHE HA SALVATO MILIONI DI RUNNERS IN TUTTO IL MONDO

CORSERA CORONAVIRUS DROPLET RUNNING BEHIND ALAN PARKER L'INTUIZIONE CHE HA SALVATO MILIONI DI RUNNERS IN TUTTO IL MONDO

09 Aprile 2020

NEW YORK 9 APRILE 2020 CORSERA.IT by Caroline Wood ai confini del mondo conosciuto 

CorSera.it Copyright 2020 

Intervista eclusiva ad Alan Parker il giornalista virtuale del CorSera.it L'intuizione geniale che ha salvato la vita a milioni di runners in tutto il mondo.

Questa mattina sono state pubblicate le ricerche scientifiche sul rischio contagio prodotto dal droplet di un runner .La ricerca "Running behind each other " ha preso spunto dall'articolo pubblicato dal CorSera.it il 15 marzo del 2020 dal titolo ,

"CORSERA CORONAVIRUS DROPLET JOGGING PISTE CICLABILI CORRIDOIO INFETTO PER IL COVID-19. IL METODO PER CALCOLARE LE DISTANZE DI SICUREZZA" ,

nel quale lei evidenziava il pericolo nascosto del contagio virale tra runners che corrono in scia . 

Nello studio realizzato dal belga Bert Bolcken e dall'italiano Fabio Malizia dell'Università Ku Leuven, in collaborazione con Ansys - società leader nel settore dello sviluppo delle simulazioni ingegneristiche - si evidenzia come i corridori dovrebbero mantenere, se in scia, una distanza superiore a quella raccomandata dalle linee guida stilate per contrastare la diffusione di coronavirus.

Leggi la notizia
CORSERA COVID-19 NO TRESPASSING ADDIO A CINEMA, PALESTRE,  STADIO, PILATES . TUTTE LE ATTIVITA' CHE NON RIAPRIRANNO MAI PIU'

CORSERA COVID-19 NO TRESPASSING ADDIO A CINEMA, PALESTRE, STADIO, PILATES . TUTTE LE ATTIVITA' CHE NON RIAPRIRANNO MAI PIU'

08 Aprile 2020

NEW YORK 8 APRILE 2020 CORSERA.IT 

CorSera.it Copyrght 2020 

The day After.Il mondo che verrà.by Alan Parker 

Recentemente il presidente della Federazione Medica Sportiva Italiana, dr. Maurizio Casasco, a Radio 1, ha confermato gli articoli usciti sul CorSera.it sul pericolo del droplet da jogging. Quando un runner ti corre davanti il rischio è quello di ingoiarsi le goccioline di droplet che galleggiano nell'aria. Sembravano concetti astrusi soltanto alcune settimane fa, e invece il nostro Alan Parker, già tracciava il mondo del futuro. Adesso vi racconteremo che cosa ci attenderà al nostro riewntro, come saranno le città e probabilmente la nostra vita di tutti i giorni.  

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS DROPLETS CARCERI CONTAMINAZIONE. LO STATO REPUBBLICANO E IL RISPETTO DELL’ETICA MINIMA

CORSERA CORONAVIRUS DROPLETS CARCERI CONTAMINAZIONE. LO STATO REPUBBLICANO E IL RISPETTO DELL’ETICA MINIMA

08 Aprile 2020

ROMA 8 APRILE 2020 CORSERA.IT by The Street Lawyer 

CorSera.it Copyright 2020

COVID-19- POPOLAZIONE CARCERARIA – LO STATO REPUBBLICANO E IL RISPETTO DELL’ETICA MINIMA-

Il fenomeno del sovraffollamento carcerario è noto. L’Italia è uno dei paesi con il maggior tasso di sovraffollamento a livello Europeo.

Il problema non riguarda solo le strutture, non si tratta di risolvere solo questioni attinenti la politica dell’edilizia penitenziaria.

Dentro le carceri, ci sono uomini peraltro, non tutti colpevoli (In Italia poi c’è un numero impressionante di detenuti in attesa di giudizio in ragione del nostro sistema penale in cui, rispetto ad altri Pesi, si fa largo uso della carcerazione preventiva, oggetto di plurimi strali da parte della Corte EDU).

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS EFFETTO DROPLETS IMMOBILIARE SARA' UN CATACLISMA. A VITTORIO SGARBI LA PRESIDENZA DELLA COMMISSIONE EDILIZIA COMUNI REGIONI

CORSERA CORONAVIRUS EFFETTO DROPLETS IMMOBILIARE SARA' UN CATACLISMA. A VITTORIO SGARBI LA PRESIDENZA DELLA COMMISSIONE EDILIZIA COMUNI REGIONI

08 Aprile 2020

ROMA 8 APRILE 2020 CORSERA.IT by Matteo Corsini

Corsera.it Copyright 2020 

Se pensiamo che il virus dell'Ebola, contagiò 30 mila persone, uccidendone appena 11.000, ci possiamo forse rendere conto, di quanto stia accadendo in Italia. Nella città di New York, ci sono meno vittime che nella città di Milano o in Lombardia. Malgrado tutto, forse abbiamo dimenticato che il virus dell'HIV, dall'anno della sua comparsa sulla Terra nel 1981,ha ucciso qualcosa come 30 milioni di persone e altri milioni soffrono danni permanenti sia fisici che psicologici. Yuval Noah Harari, lo descrive come quel percorso inevitabile della civiltà umana , la sete di progresso, la ricerca dell'immortallità, l'Homo Sapiens che diventa Dio. Ma ciò che attende l'Homo Deus nel Day After, sarà una società in macerie, almeno quella italiana. la pandemia ha spazzato via d'un colpo, miliardi di turisti, costringendo gli alberghi italiani a chiudere i battenti, come fossero vecchie polverose quinte di un film arrivato al suo ultimo giorno di girato. Roma , che conta migliaia di alberghi e strutture turistico ricettive, dovrà sopportare un periodo di convalescenza che durerà per mesi, forse anni, fino a quando non sarà disponibile un vaccino, utile a rendere sicuro il rientro dei turisti da tutto il mondo. 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS GIUSEPPE CONTE I TRE GIORNI DEL CONDOR, MIGLIAIA DI VITTIME,  DISATTESO IL PIANO NAZIONALE DI RISPOSTA E REAZIONE ALLA PANDEMIA

CORSERA CORONAVIRUS GIUSEPPE CONTE I TRE GIORNI DEL CONDOR, MIGLIAIA DI VITTIME, DISATTESO IL PIANO NAZIONALE DI RISPOSTA E REAZIONE ALLA PANDEMIA

07 Aprile 2020

ROMA 7 APRILE 2020 CORSERA.IT by Dr Renato Corsini & The Street Lawyer

CorSera.it Copyright 2020 

COVID-19- UNA GUERRA (NON IMPREVEDIBILE) COMBATTUTA SENZA PIANO.

L’Italia sta affrontando una delle pandemie più gravi che sia mai esistita tanto da far rievocare la famigerata “Spagnola” diffusasi durante la prima guerra mondiale, senza avere un piano pandemico. Anzi, a dire il vero, L’Italia ne ha adottato uno all’epoca dei focolai di influenza aviaria da virus A/H5N1. Piano datato anno del Signore, 2005.  

Denominato “Piano Nazionale di Preparazione e Risposta ad una Pandemia Influenzale” e che rappresenta il riferimento nazionale in base al quale saranno messi a punto i Piani Operativi Regionali.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS L'IMMUNITA' DEGLI ASINI E IL CASO ISLANDA. DA TRUMP, A JOHNSON, A SPERANZA, TUTTI GLI ERRORI DELLA POLITICA

CORSERA CORONAVIRUS L'IMMUNITA' DEGLI ASINI E IL CASO ISLANDA. DA TRUMP, A JOHNSON, A SPERANZA, TUTTI GLI ERRORI DELLA POLITICA

07 Aprile 2020

New York 7 aprile 2020 CorSera.it y The Street Lawyer & dr.Renato Corsini

COVID-19 – “World Health Coronavirus Disinformation” – Wall Street Journal all’attacco dell’OMS- Incomincia la ricerca del capro espiatorio per coprire l’incapacità della politica di molti governi di combattere il coronavirus.

Il Fatto Quotidiano riporta, oggi 7.4.2020, che il WSJ abbia portato sulle sue pagine un duro attacco all’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) accusandola da un lato, di aver dichiarato “la pandemia…solo l’11 marzo… quando ormai si registravano oltre 100mila casi in tutto il mondo, con oltre 100 Paesi colpiti e più di 4mila morti. Una risposta tardiva che può aver ritardato i provvedimenti dei governi e favorito la diffusione del virus” e dall’altro, che anche “sulle linee guida riguardanti le misure di prevenzione e diagnosi, nel tentativo di evitare allarmismi” l’OMS avrebbe “agito con notevoli ritardi. Già il 25 febbraio si era iniziato a parlare dell’uso delle mascherine per tutta la popolazione allo scopo di frenare il diffondersi del virus. Ma, da parte di Ricciardi arrivò una risposta secca: “Le mascherine alla persona sana non servono a niente, servono alla persona malata e al personale sanitario”.Tuttavia, dopo la “il 3 aprile, con la

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS ILARIA CAPUA RISCHIO PER GATTI E CANI. COVID-19 SPILL-OVER , TORNERA' INDIETRO. IN ALLERTA 35 MILA VETERINARI ITALIANI

CORSERA CORONAVIRUS ILARIA CAPUA RISCHIO PER GATTI E CANI. COVID-19 SPILL-OVER , TORNERA' INDIETRO. IN ALLERTA 35 MILA VETERINARI ITALIANI

07 Aprile 2020

ROMA 7 APRILE 2020 CORSERA.IT 

CorSera.it Copyright 2020

La famosissima virologa Ilaria Capua, in diretta dalla Florida  nel corso della trasmissione Ballarò, ha dicharato : "L'infezione Covid-19 muterà ancora, un altro spillover,  tornerà indietro, da dove arrivava, dagli animali. I gatti, ad esempio,  hanno lo stesso recettore degli esseri umani. I 35 mila veterinari italiani devono essere pronti."

La dichiarazione è di quelle destinate a fare rumore tra il pubblico e a provocare un catasclisma nel sistema sanitario nazionale. Se qualcuno pensava che la pandemia fosse nella fase discendente, dopo una lunga fase di plateau, si sbagliava di grosso, adesso tutti noi dovremmo fare i conti con il rischio di una prossima diffusione del contagio da coronavirus anche verso gli animali, sopratutto quelli che vivono vicino all'uomo, come i gatti, i cani e tutti gli altri. 

CorSera.it

Leggi la notizia
CORSERA COVID-19 SHOCK IENA POSITIVA DOPO 30 GIORNI. QUARANTENA ADESSO CAMBIA TUTTO ?

CORSERA COVID-19 SHOCK IENA POSITIVA DOPO 30 GIORNI. QUARANTENA ADESSO CAMBIA TUTTO ?

06 Aprile 2020

Roma 6 aprile 2020 Corsera.it

Un comunicato e un video sul sito delle Iene raccontano la storia della "iena"Alessandro Politi che si è ammalata di coronavirus, e che trenta giorni dopo è ancora positiva al test anche se i sintomi sono scomparsi quasi subito. “Quanti potrebbero essere positivi e non saperlo senza il test?” si chiede Politi. E soprattutto, "bastano davvero 15 giorni d’isolamento per poter uscire di casa?".

Racconta la iena colpita da covid-19: “Ho avuto febbre e tosse per alcuni giorni, poi mi sono apparentemente ripreso. Ma dopo 30 giorni il mio tampone è ancora pienamente positivo”. La redazione delle Iene ricorda come il programma di Mediaset è fermo ormai da un mese, "dopo che uno di noi è stato contagiato dal coronavirus. Il collega ammalato è Alessandro Politi, che approfondisce un tema molto importante: sono davvero sufficienti quindici giorni di isolamento dalla fine dei sintomi per poter tornare a uscire di casa?

Leggi la notizia
CORSERA COVID-19 L'ANIMA DI FRENKENSTEIN, CIO' CHE NON SFUGGE ALLA SAGGEZZA DELLA LUMACA

CORSERA COVID-19 L'ANIMA DI FRENKENSTEIN, CIO' CHE NON SFUGGE ALLA SAGGEZZA DELLA LUMACA

06 Aprile 2020

Milano 6 aprile 2020 Corsera.it 

CorSera.it Copyright 2020 The Street lawyer

#IORESTOACASA- COVID-19- IL ROVESCIAMENTO DI PROSPETTIVA DELLA NOSTRA VITA. 

COVID-19 sta costringendo in casa in tutto il mondo, più di tre miliardi e mezzo di persone. Tutto è fermo, o quasi. L’affannosa ricerca di benessere, quella macchina che con la modernità illuministica ci ha spinto ad andare sempre oltre, a produrre e consumare sempre di più, a disarticolare il rapporto con la razionalità che secondo gli stoici governa il cosmo, la natura, si è dovuta fermare.  

Paradossalmente siano tornati a ricaderere nel “nostro” tempo, che nella maggior parte dei casi, la dinamicità e la frenesia della vita quotidiana ci avevo reso impossibile o quantomeno molto difficile “assegnarci”. Se “lo studio al quale ci si applica tende ad indebolire i nostri affetti e a distruggere il nostro gusto per quei piaceri semplici in cui nessuna impurità può mescolarsi, allora quello studio è certamente illecito, cioè non si addice alla mente umana” si legge nelle pagine del Frenkenstein di Mary Shelley.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS PROF. LUCA RICHELDI LO SA ANCHE PIERINO. GLI ERRORI NELLA CONFERENZA STAMPA PROTEZIONE CIVILE DEL 6 APRILE 2020

CORSERA CORONAVIRUS PROF. LUCA RICHELDI LO SA ANCHE PIERINO. GLI ERRORI NELLA CONFERENZA STAMPA PROTEZIONE CIVILE DEL 6 APRILE 2020

06 Aprile 2020

ROMA 6 APRILE 2020 CORSERA.IT 

CorSera.it Copyright 2020 Emergenza coronavirus pandemia Covid-19. Alle ore 18.10 si è tenuta oggi la consueta conferenza stampa della Protezione Civile italiana, a cui hanno partecipato Angelo Borrelli e il professor Luca Richeldi, pneumologo di fama internazionale (Attualmente è Direttore del Centro per le Malattie Rare dell’azienda ospedaliero-universitaria del Policlinico di Modena e Direttore di Pneumologia, Area Torace, del Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma. Inoltre è Professore Associato di Malattie Respiratorie all’Università di Modena e Reggio Emilia e Professore presso l'Università di Southampton). I numeri sono in linea con quelli della settimana, si notano miglioramenti dei guariti, del numero dei contagiati che non possono mai dare un'idea concreta dell'andamento della pandemia, perchè soltanto lo screening di

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS RIPARTENZA ESCE IL PIANO : LOMBARDIA ZONA ROSSA CORDONE SANITARIO PER TUTTI I COMUNI. SEMI APERTURA PER LAZIO SARDEGNA SICILIA PUGLIA MOLISE

CORSERA CORONAVIRUS RIPARTENZA ESCE IL PIANO : LOMBARDIA ZONA ROSSA CORDONE SANITARIO PER TUTTI I COMUNI. SEMI APERTURA PER LAZIO SARDEGNA SICILIA PUGLIA MOLISE

06 Aprile 2020

ROMA 6 APRILE 2020 CORSERA.IT 

CorSera.it Copyright 2020

Presidenza del Consiglio dei Ministri indiscrezioni per la riapertura. Si comincia a delineare il quadro geografico dell' Italia post pandemia, nella fase di Pre Re-openinig. La cosiddetta Fase 2. Nel programma ancora top secret, per la ripaertura programmata dopo il ponte del 1 maggio, ci sarà una zona rossa allargata. Un primo cordone sanitario The Red Zone, per tutta la regione Lombardia, e bassa bresciana, dove si sono registrati i focolai dell'infezione Covid-19. Particolare attenzione per Brescia, Bergamo, Como , Crema, Cremona, Piacenza Orzinuovi,Manerbio, Lodi,Fiorenzuola d' Arda. Emilia Romagna Zon Blu ad alto rischio comprensiva di idenza, Parma, Reggio Emilia, Santr' Ilario d'Enza, Corte Tegge, Sesso, Coviolo...

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS DPCM GIUSEPPE CONTE :

CORSERA CORONAVIRUS DPCM GIUSEPPE CONTE : " ITALIANI VI DO I SOLDI, MA PER PASQUA TUTTI A CASA "

06 Aprile 2020

Abbiamo potenziato lo strumento della golden power, potremo controllare operazioni societarie e le scalate ostili non solo nei settori tradizionali, ma in quelli assicurativo, creditizio, finanziario, acqua, salute, cybersicurezza".

"Stiamo lavorando per un intervento molto più corposo da realizzare già questo mese, con un approccio sistemico per tutte le categorie in sofferenza. Questa è un'emergenza non solo sanitaria, ma economia e sociale ad un tempo. Il dl aprile conterrà strumenti di protezione sociale, sostegno alle famiglie e ai lavoratori, soprattutto quelli più in difficoltà".

"Siamo vicini a una festività importante, la Pasqua" ma "sarebbe irresponsabile andare in giro, allentare questo senso di responsabilità e andare verso una fuoriuscita dal rispetto delle regole". 

"Pasqua significa passaggio, è una festa di libertà e riscatto e noi speriamo che la Pasqua possa portarci anche questo riscatto, questa libertà. Il passaggio verso una prospettiva migliore, di completo riscatto

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS BORIS JOHNSON IN FIN DI VITA, TERAPIA INTENSIVA, SINTOMI AGGRAVATI

CORSERA CORONAVIRUS BORIS JOHNSON IN FIN DI VITA, TERAPIA INTENSIVA, SINTOMI AGGRAVATI

06 Aprile 2020

LONDON 6 APRIL 2020 CORSERA.IT by Elisabet Garder 

Boris Johnson, il vulcanico premier britannico è stato ricoverato in terapia intensiva, per l'aggravamento dei sintomi della polmonite. Boris è diventato improvvisamente blu, cianotico, si è aggrappato al respiratore e ha chiamato gli infermieri che lo assistono. " Sto male, non respiro più " Nell'ospedale è suonato l'allarme generale. Le unità di crisi sono arrivate nel giro di pochi minuti trasferendo il paziente più importante del regno dalla camera privata alla terapia intensiva. "Non c'e' tempo da perdere , va intubato subito" la notizia si è sparsa in pochi secondi in tutto il mondo. B oris Johnson è una vittima illustre del Covid-19, sopratutto alla luce delle sue parole di sfida, che lanciava alla malattia appena una settimana orsono. Segno del destino si chiedeono gli inglesi? La Gran Bretagna è con il fiato sospeso, si attendono notizie ufficiale, il primo dei comunicati stampa, che scandiranno il ricovero del premier Britannico nella sala angusta della terapia intensiva. 

CorSera.it Copyright 2020 

Leggi la notizia