Sabato 03 Dicembre 2022
HOTLINE: +39 335 291 766
CORSERA EUROPEO 2020 ITALIA AUSTRIA MARCO VERRATTI E MANUEL LOCATELLI INSIEME IN SQUADRA FIN DAL PRIMO MINUTO. PESSINA PER IMMOBILE ?

CORSERA EUROPEO 2020 ITALIA AUSTRIA MARCO VERRATTI E MANUEL LOCATELLI INSIEME IN SQUADRA FIN DAL PRIMO MINUTO. PESSINA PER IMMOBILE ?

26 Giugno 2021

Wembley 26 giugno 2021 CorSera.it 

Europei 2020 2021 . Italia Austra, tra poche ore scenderanno in campo le due formazioni, per gli ottavi di finale. Roberto Mancini non ci ha pensato su due volte. "Giocheranno insieme e vediamo che cosa accadrà " . In attacco potrebbe entrare Matteo Pessina insieme ad Immobile. L'Italia scenderebbe in campo a trazione anteriore con Immobile, Insigne, Verratti, Locatelli, Berardi , e dietro il solito Chiellini, Bonucci, o Acerbi Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci, Acerbi, Spinazzola. Immobile si alternerà con Pessina e Locatelli ? Insigne e Barella con Marco Verratti ? La composizione del puzzli per Roberto Macini rimane aperta, ma affascina tutti gli italiani , che compongono e disfano la squadra ideale cento volte. L'idea di provare Locatelli con Verratti fin dall'inizio al posto di Immobile è venuta al CT. Una scommessa rischiosa, ma Locatelli è un attaccante fluido, Immobile appare legnoso e alle volte trotterella. Grandi goal, ma qui c'è bisogno di un fuoriclasse ogni oltre immaginazione. D'altronde la coppia Immobile Andrea Belotti ci fecero uscire con la Svezia. la coppia Locatelli Pessina in attacco sembra la carta vincente per una bellissima Italia. vedremo 

Leggi la notizia
CORSERA EUROPEI 2021 FRANCIA UNGHERIA MATTEO CORSINI UNA GIORNATA CHE HA RIMESCOLATO LE CARTE IN GIOCO

CORSERA EUROPEI 2021 FRANCIA UNGHERIA MATTEO CORSINI UNA GIORNATA CHE HA RIMESCOLATO LE CARTE IN GIOCO

20 Giugno 2021

Budapest 20 Giugno 2021 CorSera.it  Il Taccuino di Matteo Corsini 

Europei 2021 Francia Ungheria e Germania Portogallo. 

Certo oggi è cambiato proprio tutto, anche quelle certezze dello stesso Arrigo Sacchi. Entrambi, sia io che lui, eravamo convinti che l'Italia prima o poi si sarebbe arresa alla Francia dei galletti di Mbappè e Kantè, ma è stato una paura breve. La Francia che abbiamo visto oggi in campo è stata meritatamente ridimensionata da una squadra di 11 Leoni, l'Ungheria di Marco Rossi, uno dei prossimi allenatori più corteggiati al mondo. Ma lo stesso Portogallo di Cristiano Ronaldo, esce dal girone a testa bassa, sconfitto da un poker violento di Gosens, temibile giocatore della Atalanta. Le carte dei pronostici di questo Europeo sono di fatto saltate dal tavolo in maniera disortinata e non corrispondono più a quelle che ci eravamo preparati per giocare. Il calcio è questo, afferma tutto e sconfessa allo stesso modo. Nessuno avrà mai il pronostico giusto tra le mani. Quella a cui abbiamo assistito oggi è una roulette russa, in cui vince sempre il più forte e chi aveva più deteriminazione nel cercare la vittoria di sempre. Marco Rossi insieme ai suoi 11 Leoni esce fuori dai seminerrati del Colosseo, uomini nella polvere, pronti a giocarsi il destino della propria vita sul campo verde . Un pareggio contro la Francia equivale ad una vittoria, e una vittoria per degli sconosciuti è il miglior viatico per affrontare le prossime sfide con una forza senza eguali. Sono loro le nuove furie rosse del calcio moderno, una favola che ci incanterà ancora nelle prossime partite. Una storia che oggi inizia e che porterà lontano. Da domani assisteremo ad un nuovo europeo, dove nulla è scontato e le grandi cadono sotto i colpi di Davide. Dietro la paura si nasconde la forza della vittoria, dietro l'impossibile il destino dei predestinati. L'Ungheria sarà campione d'Europa ? 

Leggi la notizia
CORSERA EUROPEI 2020 ITALIA GALLES, VERRATTI E MP12 IN GOAL. SI ACCENDE UN'ALTRA STELLA NEL FIRMAMENTO AZZURRO MATTEO PESSINA

CORSERA EUROPEI 2020 ITALIA GALLES, VERRATTI E MP12 IN GOAL. SI ACCENDE UN'ALTRA STELLA NEL FIRMAMENTO AZZURRO MATTEO PESSINA

20 Giugno 2021

Roma 21 giugno 2021 CorSera.it

Europei 2020 2021 Italia Galles entrano in campo le seconde file. Potrebbe sembrare una parita scontata ma non lo è. Nella squadra italica si accende un'altra stella MP12, al secolo Matteo Pessina, una fotocopia del grande Ronaldo, ma niente da invidiare allo stesso. E' un campione italiano, che su assist da punizione di Verratti, pennella la palla spedendola alle spalle del portiere gallese. Lo Stadio Olimpico esplode di gioia. L'altra Italia segna già nel primo tempo, solida e geniale, irretisce gli avversari nel proprio magico gioco, ma la mancanza di Locatelli e degli altri si fa sentire. Il Gallo è adorabile, ma oltre ad essere un buon attaccante, talentuoso, non è il bomber infallibile , capace della giocata magica. Ma va bene così, l'Italia è coerente, fraseggia, schiaccia i gallesi nella loro metà campo togliendo loro ossigeno e concretezza. Il Galles non esiste davanti all'Italia, non trova spunti, i giocatori sembrano inebetiti e impauriti ormai della fama di distruttori dei gladiatori della nazionale. Giocano contro qualcosa che non capiscono, che non possono fermare, che non sanno da dove arriva e che cosa si inventerà il momento dopo. Gli 11 italici si muovono come una squadriglia di aerei pronti a demolire le difese avversarie. Non c'è trucco e non c'è inganno, la tecnica dei giocatori sembra migliorarsi di giorno in giorno. La nostra unica domanda è capire se saremo in grado di fronteggiare la furia dei panzer tedeschi e dei gallici francesi, i ghepardi africani ? 

 

Leggi la notizia
CORSERA EUROPEO 2020 CORSINI IMMOBILIARE OPINIONI MATTEO CORSINI ITALIA SQUADRA UNICA OGNI PARTITA SI ACCENDE UNA STELLA

CORSERA EUROPEO 2020 CORSINI IMMOBILIARE OPINIONI MATTEO CORSINI ITALIA SQUADRA UNICA OGNI PARTITA SI ACCENDE UNA STELLA

20 Giugno 2021

Roma 21 giugno 2021 CorSera.it Il Taccuino dell'Europeo by Matteo Corsini 

Europei 2021 Italia Galles, magica partita che accende un'altra stella nel firmamento azzurro, quella di MP12, al secolo Matteo Pessina. Assit di Daniele Verratti su calcio di punizione e dentro, pennellata alla pinturicchio ad una palla impossibile, che finisce alle spalle del portiere avversario. Un'altra perla del sogno europeo, che fa esplodere lo stadio Olimpico di gioia irrefrenabile. L'aria è calda, vaporosa, quasi uida, ma accerchia i giocatori della nazionale come in un valzer armonioso e senza distrazioni. Il Galles gioca nelle retrovie cercando di limitare l'azione dei giocatori italiani, si cimentano in quello che una volta noi italiani chiamavamo il catenaccio alla Trapattoni. C'è da gioire, per non ridere , dal torello senza fondo che i nostri mettono in campo per addormentare ogni speranza degli avverasari. D'altronde una squadra che non perde da 30 incontri ha qualcosa di leggendario e ormai tutti ne parlano, come fosse la storia dei predestinati. Non lo sappiamo ancora e certo non dobbiamo commettere l'errore di esaltarci troppo. Godiamoci questo bel calcio e la forza di una squadra ad oggi imbattibile. Poi vedremo cche cosa accadrà con i panzer tedeschi e i ghepardi africani della gallica Francia. Saranno partite straordinarie, squadre sul medesimo piano, anche se prima forse ci sarà da asflatare il mitico Lukaku. Vedremo per adesso che vinca il migliore, questo è il gioco del calcio, straordinario e che ci mette di buon umore quando si vince. L'Italia ha bisogno di vincere per risollevarsi. Incrociamo le dita e speriamo nel meglio.

Leggi la notizia
CORSERA EUROPEI 2021 FRANCIA UNGHERIA E' NATA UNA STELLA GLI 11 LEONI DI BUDAPEST DI MARCO ROSSI

CORSERA EUROPEI 2021 FRANCIA UNGHERIA E' NATA UNA STELLA GLI 11 LEONI DI BUDAPEST DI MARCO ROSSI

19 Giugno 2021

BUDAPEST (UNGHERIA) - Il taccuino di Matteo Corsini 

Europei 2021 Francia Ungheria forse è nata una stella quella dell'allenatore Marco Rossi. E' sempre bello poter raccontare la favola del calcio, nel corso di una manifestazione sportiva di interesse mondiale. Il calcio si nutre di questo, degli ultimi che diventano i primi, quella chance che il mondo dello sport conserva anche per i più sfortunati. La favola di Marco Rossi, allenatore di calcio rifiutato dal nostro sistema, si afferma in Ungheria e porta la sua squadra a pareggiare con i campioni del Mondo.Ma la stella di Marco Rossi è qualcosa di più di un miracolo, è rigore, abnegazione, disciplina e intuizioni di un gioco moderno, fatto di spunti e giocatori guerrieri, che divorano il campo come fosse la fossa dei Leoni. Oggi abbiamo assistito ad una bella partita di pallone, reinventata con quel modulo ad elastico , che ha di fatto resa gli 11 ungheresi come belve in cerca di prede. Oggi abbiamo assistito ad una sfida imperiale, ad una manciata di gladiatori che ha rotto le fila di un esercito ben compatto e regolare, in cui nulla hanno potuto i Mbappè e i Benzema. Non sappiamo dove questa Ungheria potrà arrivare, ma certo che i loro prossimi avversari verranno asfaltati e forse anche quelli dopo. L'Ungheria assurge dopo questa partita ad una delle pretendenti della vittoria finale. Nessuno fermerà più gli 11 Leoni di Budapest. 

Dopo la convincente vittoria all'esordio contro la Germania mezzo passo falso della Francia che frena contro una strepitosa Ungheria. L'undici di Marco Rossi passa in vantaggio allo scadere del primo tempo con Fiola e il pari dei galletti arriva nel secondo tempo con Griezmann. Gli uomini di Deschamps salgono a quota 4 punti in classifica nel gruppo F, con Germania e Portogallo a 3.

Leggi la notizia
CORSERA EUROPEI 2021 CHRISTIAN ERIKSEN ADDIO AL CALCIO, NECESSARIO DEFIBRILLATORE CARDIACO PER TENERLO IN VITA

CORSERA EUROPEI 2021 CHRISTIAN ERIKSEN ADDIO AL CALCIO, NECESSARIO DEFIBRILLATORE CARDIACO PER TENERLO IN VITA

17 Giugno 2021

Londra 17 giugno 2021 CorSera.it 

Europei 2021 , ciò che per molti apapriva come un momento di gioia per tornare a vivere e socializzare, dopo la grave pandemia che ha messo in ginocchio il pianeta, per altri, come nel caso di Christian Eriksen si è trasformato in un incubo, di cui il giocatore danese avrebbe fatto davvero a meno. La sua storia calcistica è probabilmente finita, il medico curante della squadra di calcio della Danimarca, Morten Boesen, ha detto che sarà necessario impiantare un defibrillatore cardiaco, per evitare altri infarti e cercare di tenere in vita il giocatore. La sua storia con il calcio professionistico si è bruscamente interrotta n el corso di una partita, quando il sistema circolatorio del giovatore ha fatto tilt all'improvviso, facendo schiantare a terra il corpo ormai senza vita. I medici sono riusciti a farlo resuscitare con massaggi cardiaci e defibrillatore , ma come dice qualcuno è forse stato un miracolo, un gesto di pietà del Signore. Le condizioni fisiche di Christian non sono buono e l'intervento chirurgico appare quanto mai necessario e urgente. Per Christian Eriksen dunque è l'addio al calcio, ma la fortuna gli ha evitato la morte, e questo ad oggi è la sola notizia che ci consola.

Leggi la notizia
CORSERA EUROPEI 2021 REAL MADRID 50 MILIONI PER LEONARDO SPINAZZOLA CHE POTREBBE LASCIARE LA ROMA PER CARLO ANCELLOTTI

CORSERA EUROPEI 2021 REAL MADRID 50 MILIONI PER LEONARDO SPINAZZOLA CHE POTREBBE LASCIARE LA ROMA PER CARLO ANCELLOTTI

17 Giugno 2021

Il Real Madrid di Carlo Ancelotti piomba sul terzino della Nazionale, Leonardo Spinazzola. Come appreso da AS, c'è stato un incontro ieri nel sud della Francia tra un emissario della Roma (Davide Lippi) e dirigenti del Real. I Blancos hanno proposto un possibile scambio: Borja Mayoral rimarrebbe alla Roma e Spinazzola farebbe il percorso inverso. La cifra fissata dal Real per il riscatto di Mayoral è fissata a 20 milioni. Dopo la partenza di Sergio Ramos, il Real ha bisogno di rinforzi. Le parti sono al lavoro e seguiranno aggiornamenti.

Leggi la notizia
CORSERA EUROPEI 2021 ITALIA SVIZZERA ALTRA VITTORIA ESALTANTE, MA LA FRANCIA DEI GHEPARDI AFRICANI DI KANDE' E MBAPPE RIMANE PIU' FORTE

CORSERA EUROPEI 2021 ITALIA SVIZZERA ALTRA VITTORIA ESALTANTE, MA LA FRANCIA DEI GHEPARDI AFRICANI DI KANDE' E MBAPPE RIMANE PIU' FORTE

16 Giugno 2021

Roma 17 giugno 2021 CorSera.it by Berry Mandela 

Europei 2021 Italia Francia, quella finale che tutti sognamo, come grido della vittoria. Vinceranno i pizzaioli italiani o i ghepardi africani ? 

Italia Svizzera. Un'altra vittoria per un biglietto di sola andata verso la finale. L'Italia calcistica è entusiasta della squadra di Roberto Mancini, un "sei bellissima" che racchiude cabala e onore per la compagine nazionale. Ma sarà sufficiente per avere la meglio anche con gli straordinari cugini francesi ? Diciamocelo francamente la nazionale svizzera era davvero poca cosa questa sera. La nazionale dei ghepardi africani sembra di un altro pianeta, le individualità di N'Golo Kante e Kylian Mbappé sono di un altro pianeta, così come l'impareggiabile Paul Pogba e Karim Benzema. La Francia è forse la più forte nazionale africana che si sia mai vista nel mondo, ancora più forte delle grandi nazionali brasiliane. L'Italia entusiasma, ma la forza devastante di Kylian Mbappé surclassa per forza fisica quella di Ciro Immobile, che oggi ha messo a segno un goal da fuoriclasse dalla lunga distanza. I tifosi itlaiani così come i giornalisti sono presi da facili entusiasmi, mentre al contrario si dovrebbe mantenere la  calma o alla prima sconfitta, saremmo facile preda della depressione. Tutti già parlano della finale, quando ancora sono innumerevoli gli avversari da affrontare e squadre fortissime come il Belgio di Lukaku. L'Italia dei pizzaioli e dei camerieri, è una bella e scoppiettante squadra, ma difronte a sè non ha il Brasile di Falcao, ma quella dei ghepardi africani rapidi e famelici, che tagliano un intero campo di calcio con poche falcate. Dietro di loro un intero continente, la storia della civiltà umana e della sua riscossa generazionale. 

Leggi la notizia
CORSERA EUROPEO MORSO ANTONIO RUDIGER PAUL POGBA, AGGRESSIONE O GIOCO EROTICO ? FRANCIA GERMANIA GAY PRIDE NELLA SFIDA DELLE STELLE

CORSERA EUROPEO MORSO ANTONIO RUDIGER PAUL POGBA, AGGRESSIONE O GIOCO EROTICO ? FRANCIA GERMANIA GAY PRIDE NELLA SFIDA DELLE STELLE

15 Giugno 2021

Monaco 16 giugno 2021 CorSera.it

Francia Germania Antonio Rudiger Paul Pogba, aggressione o bacio erotico ?

Nel corso del big match Francia Germania, vinto dai galletti per 1 a 0, il difensore Antonio Rudiger si è avvicinato a Paul Pogba, che ha dapprincipio cinturato e poi morso alla schiena, mentre la mano destra accarezza il petto del giocatore avversario. Paul Pogba ha lanciato un urlo di dolore cercando invano di attirare l'attenzione del guardalinee e dell'arbitro. Tutti si chiedono se si sia trattato di una aggressione sulla falsariga dei morsi di Suarez, oppure ciò che abbiamo visto è l'istintivo comportamento di un corteggiatore irrefrenabile ? Secondo il Gay or Straight. com , il giocatore Antonio Rudiger sarebbe all'81% gay. Il morso alle spalle di Paul POgba, da attribuire alla sua indole sessuale, più che ad gesto aggressivo. I due giocatori alla fine della partita si sono salutati, come grandi amici. 

 

Leggi la notizia
CORSERA EUROPEO 2021 CHRISTIAN ERIKSEN FRAME IMPRESSIONANTE LA MORTE IN DIRETTA TV. NESSUNO SA COSA SIA ACCADUTO E NON POSSIAMO DIRE CHE NON SI RIPETA

CORSERA EUROPEO 2021 CHRISTIAN ERIKSEN FRAME IMPRESSIONANTE LA MORTE IN DIRETTA TV. NESSUNO SA COSA SIA ACCADUTO E NON POSSIAMO DIRE CHE NON SI RIPETA

14 Giugno 2021

Londra 15 giugno 2021

Europeo 2021 . Christian Eriksen si è accasciato al suolo senza alcun movimento. E' caduto come un sasso con il volto che ha duramente sbattuto sul terreno di gioco. "Nesusno sa che cosa sia accaduto davvero e non possiamo dire che l'evento non si ripeterà. Dobbiamo indagare affinchè il suo cuore non si spenga ancora una volta. " Il cardiologo del giocatore e della nazionale di calcio danese, non ha lasciato dubbi circa la criticità delle condizioni di Christian Eriksen. "Difficile dire quando potrà riprendere a giocare, forse non ci sarà motivo per rischiare, anzi non dovrà mai esserci." Il sistema cardiocircolatorio di Christian ha ceduto d'improvviso sotto sforzo e dunque impensabile capire quali siano le cause. Il mondo del pallone ha assistito sgomento della caduta, al tonfo del corpo senza vita, che rinuncia ad ogni difesa. Il frame impressionante che ha emozionato i tifosi sujgli spalti, i telespettatori, chiunque si sia fermato un attimo in questi giorni per godersi l'aria di festa dei campionati europei di Calcio 2021.

Leggi la notizia
CORSERA EUROPEO CHRISTIAN ERIKSEN ATTACCO CARDIACO, LA MORTE IN DIRETTA E POI UN MIRACOLO OLTRE LA PORTA DELLA VITA. IL GIOCO DEL CALCIO GLI SARA' PRECLUSO PER SEMPRE

CORSERA EUROPEO CHRISTIAN ERIKSEN ATTACCO CARDIACO, LA MORTE IN DIRETTA E POI UN MIRACOLO OLTRE LA PORTA DELLA VITA. IL GIOCO DEL CALCIO GLI SARA' PRECLUSO PER SEMPRE

13 Giugno 2021

Londra 14 giugno 2021 

Christian Eriksen ha varcato la porta della morte, a causa di un infarto improvviso, che lo ha fatto piombare in terra privo di sensi , come avesse oltrapassato la soglia dell' Inferno.Ma fortunatamente la mano magica di un medico lo ha riportato in vita, brevi interminabili secondi di massaggio cardiaco, poi il defribillatore e finalmente un respiro, un colpo di tosse, gli occhi che si riaprono. Pochi istanti e sarebbe andato Christian, dove nessuno sarebbe più riuscito a ripescarlo.Christian ha varcato la soglia della vita e la mano di Dio lo ha ripescato all'ultimo istante. Un miracolo rivederlo aprire gli occhi, con una mano alla fronte, circondato dai suoi compagni di squadra, mentre non capisce cosa sia accaduto.

Il gioco del calcio gli sarà precluso a vita, il rischio di un altro attacco cardiaco sarebbe dietro l'angolo. Il giocatore danese non è svenuto, è crollato per un arresto cardiaco, per un tilt del sistema cardiocircolatorio, dovuto a molti fattori, uno dei quali è certamente la cardiopatite ipertrofica o un probabile sintomo di degenerazione del cuore. Impossibile una sua ripresa nel mondo del calcio agonistico. I medici hanno parlato chiaro " non sappiamo neanche come siamo riusciti a riportarlo in vita, ha varcato la soglia della morte. " L'europeo più bello del mondo, quello che doveva riportarci serenità dopo lunghi mesi di compressione, si è aperto con un brutto incidente, con un cortocircuito che sinceramente tutti noi volevano evitare. Ma è andata così, 

Leggi la notizia
CORSERA EUROPEO 2021 GRANDI EMOZIONI INGHILTERRA CROAZIA HARRY KANE SBATTE LA TESTA CONTRO IL PALO ABBRACCIATO DA DOMINIC LIVAKOVIC

CORSERA EUROPEO 2021 GRANDI EMOZIONI INGHILTERRA CROAZIA HARRY KANE SBATTE LA TESTA CONTRO IL PALO ABBRACCIATO DA DOMINIC LIVAKOVIC

13 Giugno 2021

Inghilterra Croazia per un pelo non abbiamo assistito ad un altro incidente. Questa volta l'attaccante inglese Harry Kane finisce contro il palo sbattendo la testa e subito abbracciato dal portiere croato Dominic Livakovic. UN bel gesto davvero in un momento segnato alla fortissima apprensione per la sorte del giocatore danese Christian Eriksen.

L'Inghilterra si aggiudica 1-0 la gara con la Croazia, partita d'esordio (nonché match clou) del Girone D di Euro 2020. Questa di Wembley era una sorta di rivincita della semifinale del Mondiale di Russia, quando i croati prevalsero 2-1 ai supplementari. Netto, stavolta, il predominio inglese. Domani Scozia-Repubblica Ceca completa la prima giornata del gruppo. Trequarti con Foden, Mount e Sterling nel 4-2-3-1 di Southgate, Kane è la punta. Tanta 'Italia' nel 4-3-3 di Dalic, ci sono Brozovic, Rebic e Perisic. I bianchi partono all'arrembaggio. 

Leggi la notizia
CORSERA EUROPEO CHRISTIAN ERIKSEN COLPITO DA INFARTO NEL CORSO DELLA PARTITA. NON GIOCHERA' MAI PIU' A CALCIO NELLA SUA VITA ?

CORSERA EUROPEO CHRISTIAN ERIKSEN COLPITO DA INFARTO NEL CORSO DELLA PARTITA. NON GIOCHERA' MAI PIU' A CALCIO NELLA SUA VITA ?

12 Giugno 2021

Christian Eriksen è caduto come un sasso sul campo di erba verde, la faccia ha sbattuto violentemente contro il terreno e le braccia erano attaccate al corpo. Erisken non ha fatto alcun tentativo per proteggersi. Dall'effetto della caduta, tutti hanno subito capito la gravità di quanto accaduto. Un infarto o peggio ancora la morte in diretta di un loro compagno di squadra. Un arresto cardiaco, durante la partita Danimarca-Finlandia. Un colpo secco e l'Europeo si è interrotto come per un cortocircuito.

Un dramma in tv che fa passare qualche minuto da incubo al mondo del calcio, ma soprattutto ai famigliari, agli amici e compagni di squadra. La grande paura raccontata in diretta, davanti a miliardi di telespettatori attoniti e conturbati.Minuti interminabili, con tutti gli altri giocatori della Danimarca a fare da capanello intorno al compagno di squadra. Qualcuno di loro si portava le mani al viso, gli occhi erano bagnati di pianto e ogni tanto si volgeva indietro per capire se Christian fosse ancora vivo o già morto.

Poi le prime notizie rassicuranti con il giocatore sveglio e in ospedale. A Copenaghen si sono vissuti momenti di altissima tensione dopo che il centrocampista dell'Inter, attorno al 43' del primo tempo, si è steso sul terreno di gioco per via di un malore. Le immagini televisive fanno subito pensare al peggio, ma il soccorso dello staff danese è tempestivo, con tanto di massaggio cardiaco. Seguono istanti surreali, con la moglie del giocatore a bordo campo, consolata da Simon Kjaer, difensore del Milan e grande amico di Eriksen. E' stato il primo a soccorrere il giocatore dell'Inter, probabilmente il suo intervento è stato decisivo. Il capitano danese, insieme ai compagni (seppur sconvolti), ha fatto da scudo proteggendo la privacy dello stesso Eriksen mentre i medici prestavano le prime cure.

Leggi la notizia
CORSERA SUPERLEGA DEI CLUB, BRINDISI MILIARDARIO.LA FEDERCALCIO NON PUO' SOTTRARSI ALLA LIBERTA' D'IMPRESA.

CORSERA SUPERLEGA DEI CLUB, BRINDISI MILIARDARIO.LA FEDERCALCIO NON PUO' SOTTRARSI ALLA LIBERTA' D'IMPRESA.

01 Maggio 2021

Roma 1 maggio 2021 CorSera.it

La Superlega dei club. La Federcalcio non può sottrarsi alla libertà d’impresa.

Per consolidati principi comunitari, nell’ambito del diritto della concorrenza, la nozione d’impresa abbraccia qualsiasi entità eserciti un’attività economica indipendentemente dal suo status giuridico e dalle sue modalità di finanziamento. Costitisce un’attività di natura economica qualsiasi attività che partecipi agli scambi economici anche a prescindere dalla ricerca di profitto. A questa definizione d’impresa non si sottraggono le attività sportive agonistiche organizzate dalle Federazioni delle Leghe e da qualsiasi altra entità sportiva. L’Autorità Garante del mercato e della concorrenza, in altra circostanza, con la decisione n.788 del 1992, ha affermato che non vi è dubbio che la Federazione Italiana Vela svolga attività d’impresa, pertanto è soggetta alle regole del mercato e della concorrenza. A questo principio, per analogia iuris, non può sottrarsi la Federcalcio. 

Renato Corsini

 

Leggi la notizia
CORSERA SUPERLEGA RENATO CORSINI AUTORITY SPORTIVA PER REGOLARE LA LIBERA CONCORRENZA TRA LE LEGHE CALCIO

CORSERA SUPERLEGA RENATO CORSINI AUTORITY SPORTIVA PER REGOLARE LA LIBERA CONCORRENZA TRA LE LEGHE CALCIO

20 Aprile 2021

Roma 21 aprile 2021 CorSera.it

La Superlega. La questione sta nel regolare la libera concorrenza con un Autority sportiva l’unico strumento tecnicamente valido.

L’art. 41 Cost. tutela la libera iniziativa economica privata. Le Leghe calcio organismi creati dalle stesse società svolgono un’attività economica d’impresa. Ora la domanda è se si può consentire alle Leghe di concorrere liberamente sul mercato e fino a che punto devono valere le regole della concorrenza. Non si può prescindere da un sistema pluralistico nell’organizzazione sportiva italiana. Occorre istituire un Garante che ne regoli il mercato della concorrenza.

Renato Corsini

Leggi la notizia
CORSERA CAMPIONATO CACCIATE ANDREA PIRLO FATE TORNARE MAURIZIO SARRI. JUVENTUS SCONFITTA IN CASA DAL BENEVENTO DI PIPPO INZAGHI

CORSERA CAMPIONATO CACCIATE ANDREA PIRLO FATE TORNARE MAURIZIO SARRI. JUVENTUS SCONFITTA IN CASA DAL BENEVENTO DI PIPPO INZAGHI

21 Marzo 2021

TORINO 21 3 2021 CORSERA.IT by la Befana 

La Juventus di Andrea Pirlo ha finito oggi la sua rincorsa all'inter per vincere lo scudetto. La mitica e leggendaria Signora è finita nelle mani di un gufo taciturno e anche incapace, un grande campione in campo, che non ha saputo imprimere ai giocatori le giuste motivazioni, ma sopratutto ha mischiato la farina con l'inchiostro, senza essere riuscito a fare nè una pizza e tantomeno un libro. La storia tra Andrea Pirlo e la Juventus si chiude qui, forse anche con la under 21. Andrea Pirlo non è proprio capace. Avrà forse tempo per imparare a fare l'allenatore, ma scagliare in casa contro il Benevento non è proprio un edificante. La vicenda era già chiarissima fin da inizio campionato. Andrea Pirlo ha peccato di superbia accettando di allenare la Juventus . I suoi predecessori da Maurizio Sarri a Massimiliano Allegri e allo stesso Antonio Conte, raccontano un'altra storia. Ci sorge il dubbio che Andrea Pirlo sia stato preso per affossare la Juventus, nell'anno in cui l'Inter o il Milan avrebbero dovuto vincere lo scudetto. Andrea Agnelli è responsabile di questa debacle a cui oggi stesso deve mettere la parola fine, richiamando al capezzale della moribonda Juventus , il mitico Maurizio Sarri.

Leggi la notizia
CORSERA MAURIZIO SARRI IN PANCHINA FALSATO CAMPIONATO DI SERIE A. INTER VOLA VERSO LO SCUDETTO, JUVENTUS AMMAZZA ALLENATORI

CORSERA MAURIZIO SARRI IN PANCHINA FALSATO CAMPIONATO DI SERIE A. INTER VOLA VERSO LO SCUDETTO, JUVENTUS AMMAZZA ALLENATORI

28 Febbraio 2021

Roma 1 marzo 2021 London Pauline Garriniello indipendent blogger

Andrea Pirlo, troppo brocco per essere vero ! 

Campionato di Serie A 2020/2021 falsato per l'assenza di Maurizio Sarri, forse l'unico allenatore che avrebbe potuto vincere ancora lo scudetto con la Juventus e con il Napoli, se non avesse commesso il delitto di cedere ai richiami delle muse inglesi e poi delle torinesi. Maurizio Sarri avrebbe vinto tutto con il suo Napoli, questo l'unici rimpianto dei tifosi italiani e degli amanti del bel calcio. Ma la Juventus , ama fare e disfare, uterina come i suoi massimi dirigenti, Andrea Agnelli e il suo amico biondino Palev Nedved. Non si sa dove stiano andando e cosa stiano facendo. Il progetto di una nuova Juventus con Andrea Pirlo è già da accontonare, non funziona neanche con Ronaldo Dybala e tutti gli altri. Sembra incredibile ma nessuno mi toglie dalla testa che Maurizio Sarri sia stato fatto fuori per regalare lo scudetto all'Inter o al Milan. Senza Sarri e Allegri, il Campionato di Serie A, è come avesse perduto i suoi principali protagonisti , allenatori di rango superiore, capaci di girare il vento a proprio favore in ogni momento della partita.

Leggi la notizia
CORSERA DERBY D'ITALIA BATOSTA JUVE. VITTORIA SPETTACOLARE DELL'INTER. ANDREA PIRLO ESONERATO, TORNA MAURIZIO SARRI

CORSERA DERBY D'ITALIA BATOSTA JUVE. VITTORIA SPETTACOLARE DELL'INTER. ANDREA PIRLO ESONERATO, TORNA MAURIZIO SARRI

17 Gennaio 2021

Milano 18 gennaio 2021 CorSera.it

Derby d'Italia, la Juve prende una batosta memorabile e l'Inter di Antonio Conte si invola per lla corsa allo scudetto.Andrea Pirlo sarà esonerato per fare spazio al ritorno di Maurizio Sarri, o la stagione della squadra più forte d'Italia sarà irrimediabilmente compromessa.Pçer Andrea Agnelli non c'è altra strada, o Sarri o Allegri entro lunedì mattina.

Non c'è stato niente da fare per la squadra bianconera, l'Inter di Barella e Bastoni era imprendibile e un palmo fuori dal mirino degli orchestrali juventini. Juventus umiliata e senza idee, direi senza gioco. La squadra non c'è, infarcita di campioni che apparivano come tanti brocchi.

Andrea Pirlo a fine partita sembrava un cinghiale inferocito, niente di più lontano con quello che unanimemente viene definito lo "stile Juve".

Cazzate. Il giovane tecnico juventino non sembra proprio essere all'altezza del compito di allenatore e del vuoto lasciato prima da Allegri e poi dal grandissimo, il leggendario Maurizio Sarri.

La Juventus è affondata inesorabilmente e adesso si trova nelle sabbie mobili per arroganza dei suoi dirigenti, in prima fila Andrea Agnelli e il biondino Pavel Nedved, entrambi inadeguati alla guida della squadra più blasonata d'Italia.

Andrea Pirlo è un pirla, altro che predestinato. Ma nessuno in Italia ha il coraggio di dirlo. Andrea Pirlo un pirla con la faccia da cinghiale infilato allo spiedo come un "pollo arrosto ".

 

Leggi la notizia
CORSERA- MESSI IL FUORICLASSE ARGENTINO INGAGGIATO DAL BAYERN MONACO PER 40 MILIONI A STAGIONE

CORSERA- MESSI IL FUORICLASSE ARGENTINO INGAGGIATO DAL BAYERN MONACO PER 40 MILIONI A STAGIONE

23 Agosto 2020

Milano 23 agosto 2020 CorSera.it  

Il fuoriclasse argentino Leonel Messi è probabilmente sul mercato.La catastrofe Barca in Champions league, ha definitivamente convinto il giocatore a prendere aria nuova almeno per un paio di anni. I club interessati al fuoriclasse sono moltissimi, tra cui il Bayer Monaco che questa era si appresta a vincere la Coppa dei Campioni. Dietro al Bayern c'è la Juventus che potrebbe creare una attacco stellare tra Ronaldo, Dybala e Messi. Antonio Conte spinge per strappare Messi al mondo intero, ma Suning dovrà convincersi di andare oltre i suoi programmi. Per Leonel Messi c'è da spendere e il PSG, ha nella sua faretra cam pioni stellari come neymar e Mbappè, difficile trovare posto per l'argentino. Ma, c'è sempre un ma, per la grande Parigi. Il tavolo da poker è imbandito, vedremo chi nelle prossime ore convincerà il fuoriclasse argentino, perchè in fondo , l'ultima parola spetta proprio a lui.

Leggi la notizia
CORSERA MASSIMO MORATTI LEO MESSI POTREBBE ANDARE ALL'INTER SE PARATICI NON CI METTE LO ZAMPINO

CORSERA MASSIMO MORATTI LEO MESSI POTREBBE ANDARE ALL'INTER SE PARATICI NON CI METTE LO ZAMPINO

16 Agosto 2020

TORINO - Massimo Moratti è stato intervistato dal Quotidiano Sportivo e ha parlato non solo dei nerazzurri e del possibile acquisto di Leo Messi, ma anche della Juve e della Champions League. L'ex presidente dell'Inter ha voluto pungere i bianconeri: "Un conto è essere eliminati dal Psg, altra cosa andare a casa contro la settima classificata del campionato francese. Onestamente, non c’è paragone. Perdere contro Mbappé e Neymar non è un disonore. Io non ho consigli da dare. All’Inter per rivincere la Champions aspettammo 45 anni, la Juve è alle soglie delle nozze d’argento con il digiuno, magari fa prima di noi...".

Moratti, Messi e Lukaku

Per quanto riguarda Messi, invece, Moratti ammette: "Io ormai dell’Inter sono un semplice tifoso e non ho informazioni riservate. Ma una cosa la so: per risorse e per competenze, Suning ha tutto per portare Leo a Milano". E su Lukakudichiara: "Mi sono sbagliato sul suo conto. Sinceramente pensavo fosse forte solo fisicamente e temevo di rimpiangere Icardi. Invece è un campione, aiuta sempre i compagni, ha una visione di gioco. Aveva ragione Conte a pretenderne l’acquisto e sempre Conte è stato bravissimo a migliorarlo e a far crescere tutta la squadra intorno a lui".

L'Inter e l'Europa League

L'Inter è ancora in corsa per l'Europa League: "Non sarà facile, sono rimaste quattro formazioni molto competitive. Spero possa vincerla, ormai essere l’ultimo presidente italiano ad avere alzato una Coppa quasi mi pesa".

Leggi la notizia