HOTLINE: +39 335 291 766
CORSERA CORONAVIRUS SUPERMERCATI INADEGUATE LE MISURE IGIENICO SANITARIE. IMPIEGATI EROI DELL'ESERCITO ITALIANO ALLO SBARAGLIO SUL FRONTE DI GUERRA

CORSERA CORONAVIRUS SUPERMERCATI INADEGUATE LE MISURE IGIENICO SANITARIE. IMPIEGATI EROI DELL'ESERCITO ITALIANO ALLO SBARAGLIO SUL FRONTE DI GUERRA

08 Maggio 2020

Roma 13 marzo 2020 CorSera.it by Matteo Corsini ( redazione mobile info@corsera.it )

CorSera.it Copyright 2020

La storia della pandemia in Italia ricostruita tramite alcuni articoli del CorSera.it, alcuni dei quali entrati nella storia del giornalismo. Guardate bene le date. Questo era del 13 marzo 2020. In Italia la gente ancora entrava nei supermercati senza protezioni individuali, la cassiera del Pam Local era esposta a gravissimi rischi. Erano le prima ore della pandemia, gli italiani in trincea negli ospedali e nei supermercati erano diventati eroi. 

Tutti gli eroi dell'Esercito Italiano in prima linea sul fronte di guerra.Il droplet sui generi alimentari sebbene confezionati sta facendo dilagare il CORONAVIRUS fin dentro le case degli italiani, se il Governo Italiano non assumerà immediate contromisure, tutto le restrizioni fino adesso adottate saranno vanificate in pochi giorni. Anzi ancora peggio, perchè il COVID -19 depositatosi sopra le confezioni dei generi alimentari, per effetto del droplet,  potrebbe infettare gli interi ambienti famigliari, i frigoriferi,  raggiungere i nostri figli sopra una merendina della Ferrero, intrise di goccioline di saliva. Ai cittadini deve essere imposto di non parlare all'interno dei supermercati, vietato l'uso del telefonino. Molti cittadini prendono le confezioni dai banchi dei supermercati parlando al telefono, senza capire che qualora fossero stati contagiati anche se asintomatici,  l'effetto droplet infetterà tutto ciò che hanno intorno a loro. Nei supermercati si deve fare la spesa senza parlare e meno che mai infilarcisi dentro senza guanti, mascherine e usando il cellulare. Incredibile che nessuno stia controllando tutto questo !!!

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS IMMOBILIARE RIPARTENZA COL TURBO.MATTEO CORSINI  PIAZZA DI SPAGNA VENDITA RECORD A 12 MILA EURO METRO QUADRATO

CORSERA CORONAVIRUS IMMOBILIARE RIPARTENZA COL TURBO.MATTEO CORSINI PIAZZA DI SPAGNA VENDITA RECORD A 12 MILA EURO METRO QUADRATO

07 Maggio 2020

ROMA 7 MAGGIO 2020  CORSERA.IT by dr.Matteo Corsini  

CorSera.it Copyright 2020 

Tra speranza e Black Swan , il futuro della nostra economia di provincia.

Emergenza coronavirus, mercato immobiliare tra finanza ed economia. Il real estate riparte con il turbo, a Roma vendita record a Piazza di Spagna sfiorati i 14 mila euro mq . Non c’e’ che dire, la crisi del covid-19, ha dato nuovo impulso alla domanda immobiliare. Chi vuole investire nei mattoni è già pronto sulla linea di partenza per cogliere le migliori occasioni. I motivi che hanno determinato questo scatto in avanti sono molteplici, dai fattori di rischio dell’epidemia, dalla paura dei mercati finanziari, l’emotività da quarantena. Chi può, cerca una casa più grande, chi ha soldi, preferisce infilarli nel mattone piuttosto che tenerli liquidi in banca.Non c'e' alcun dubbio che i prossimi mesi saranno difficili per l'Italia, debito oltre il 160% del pil, soldi del Mes presi in prestito, recessione con un vistoso - 9.5% del pil. La Troika è alle porte, la crisi finanziaria del sistema Italia, inevitabile. Ci attende la burrasca, la tempesta perfetta, il cigno nero, the Black Swan. Gli italiani sono un popolo di navigatori, ma per resistere alle bordate della prossima crisi, si dovrà stare chiusi nel mattone, inchiavardare gli osteriggi e attendere che la tempesta passi. Credo che andremo incontro al Black Swan, anzi le sue propaggini sono chiarametne ben visibili intorno a noi, come nubi nere, che si ammassano nell'aria prima di chiamare l'uragano. Sono anni che zoppichiamo, mesi che il coronavirus ci ha costretti in casa, per negliegenza governativa. Le mascherine si potevano utilizzare prima, il distanziamento sociale si doveva adottare fin da subito per gli incontri saltuari, i sistemi operativi delle filiere industriali sarebbero dovute rimanere aperte, per evitare il blocco dell'ingranaggio economico finanziario del paese. Dove andremo non lo sappiamo ancora, per adesso la sola cosa che occorre fare è difendersi. Per coloro i quali incontreranno sempre maggiori difficoltà ad approviggionarsi di liquidità presso gli istituti bancari, l'occasione è quella propizia di vendere,monetizzare prima che sia troppo tardi, vale a dire che una prolungata fase di stallo potrebbe spingere i valori ancora più in basso del momento attuale.

 

Corsini real estate

 

Corsinicase@gmail.com 

 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS QUARANTENA SENZA FINE?  LE REGOLE PER FARE LA SPESA, DISPOSITIVI E INDUMENTI DI PROTEZIONE

CORSERA CORONAVIRUS QUARANTENA SENZA FINE? LE REGOLE PER FARE LA SPESA, DISPOSITIVI E INDUMENTI DI PROTEZIONE

07 Maggio 2020

ROMA 25 MARZO 2020 CORSERA.IT by dr.Matteo Corsini 

CorSera.it Copyright Pianeta Terra, pandemia da Covid-19. I cinesi usciranno dalla qurantena imposta dallo Stato intorno all' 8 di aprile, dopo circa tre mesi. Noi italiani, siamo il fronte avanzato in Europa, e ci siamo dentro da appena due settimane. Non possiamo tornare indietro, non possiamo forzare i vincoli benefici di questo accordo sociale.Ma oggi ci domandiamo, che cosa avrebbe potuto fare di più l'Italia per arginare la trasmissione del Coronavirus? La domanda che ci facciamo è lecita, perchè gli standard igienici sanitari italiani sono di gran lunga superiore a quelli cinesi. Per aggirare l'invisibile untore della malattia, ovvero il positivo asintomatico, dobbiamo prendere le distanze dagli altri consociati, anche dai famigliari che non vivono con noi. Questo è un bene, chiarissimo, intellegibile.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS RIAPERTURA SCONGIURARE SECONDO LOCKDOWN, SAREBBE CATASTROFE. MILANO 174 MORTI

CORSERA CORONAVIRUS RIAPERTURA SCONGIURARE SECONDO LOCKDOWN, SAREBBE CATASTROFE. MILANO 174 MORTI

03 Maggio 2020

ROMA 3 MAGGIO 2020 CORSERA.IT

Milano 174 morti nella giornata di oggi 3 maggio 2020. Dati in netto miglioramento.Forse sarebbe stato il caso di resistere ancora dieci gionri, il tempo utile per dimenticare quel dato, attendere la riduzione dei contagi. Ancora dieci giorni di lockdown per sconfiggere definitivamente il coronavirus.Ma riapriamo e questo significherà forse indurre l'infezione a prendere altre strade. Speriamo questo non avvenga. Ma non si può giocare con il rischio, che non si assicura, perchè si traduce in altre vittime, altri morti. Riflettiamo. Stiamo a casa ancora dieci giorni. 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS LOCKDOWN NECESSARIO ALTRI 10 GIORNI. 3 MAGGIO 2020 COVID-19 SOLTANTO 174 MORTI E 1389 CONTAGI.

CORSERA CORONAVIRUS LOCKDOWN NECESSARIO ALTRI 10 GIORNI. 3 MAGGIO 2020 COVID-19 SOLTANTO 174 MORTI E 1389 CONTAGI.

03 Maggio 2020

Milano 3 maggio 2020 Corsera.it

Pandemia Covid-19, forse non è ancora finita, il lockdown dovrebbe durare altri dieci giorni almeno. Oggi si sono registrati 1389 contagi e 174 morti. Sono numeri ancora alti per ripartire con serentià. Questi sono numeri capaci di scatenare un'altra fase, ancora più cruenta della precedente. Non possiamo e dobbiamo fidarci, anche se la voglia è tanta di uscire, riprendere la vita normale sebbene a distanza. Il sole, il vento il mare, ci richiamano negli abissi, come le Sirene di Ulisse. Ma dobbiamo resistere, stare in casa altri dieci giorni , forse altre due settimane. Dovrebbe essere chiaro che la nazione è chiamata ad uno sforzo collettivo. 

Una netta discesa dei nuovi casi e dei decessi danno il benvenuto alla Fase 2. Oggi solo 1.389 i contagiati nelle 24 ore, dato più basso dal 10 marzo, giorno di proclamazione del lock down, mentre i morti sono 174, anche questo numero più basso a partire dalla stessa data. Sono 1.740 i guariti, che alleggeriscono ancora di più la pressione sugli ospedali, dove si contano 115 ricoveri in meno nei reparti Covid ordinari e 38 nelle terapie intensive. Meno del solito i tamponi, poco meno di 45mila quelli notificati in giornata.

Stabili i nuovi casi in Lombardia ( -526 in un giorno, appena 7 in meno di ieri), mentre scendono nettamente in Piemonte da 495 a 251, un dimezzamento dei nuovi contagi che fa ben sperare per l’uscita dall’emergenza della regione che negli ultimi giorni ha registrato un trend di crescita più marcato delle altre regioni.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS IRENE PIVETTI ANGELO BORRELLI NOME IN CODICE ICR POLSKA,IL CONTRATTO DA 30 MILIONI DI EURO. COINVOLTI STATUTO SAETTONE E PASSACANTANDO

CORSERA CORONAVIRUS IRENE PIVETTI ANGELO BORRELLI NOME IN CODICE ICR POLSKA,IL CONTRATTO DA 30 MILIONI DI EURO. COINVOLTI STATUTO SAETTONE E PASSACANTANDO

02 Maggio 2020

Roma 2 maggio 2020 CorSeraQuello che i finanziari di Siracusa devono dipanare, è un puzzle molto ben congeniato. Si delinea una rete di interessi che gira a doppio filo per decine di paesi nel mondo, in grado di gestire qualsiasi tipo di affare, anche quello delle mascherine. Un colpo da maestri messo insieme in poche ore, partito dalla repubblica di San Marino, girato in Polonia per le certificazioni , rimbalzato in Cina, tornato in Italia e finito nei paradisi fiscali delle Caiman.Un gioco da ragazzi secondo Irene Pivetti, un piano formidabile messo a punto con menti raffinatissime, una squadra di professionisti capaci di organizzare un affare da 30 milioni con un giro di telefonate. La ONLY LOGISTIC ITALIA è molto di più di un semplice ente che sponsorizza il Made in Italy nel mondo, è una

Leggi la notizia
CORSERA MASCHERINE IRENE PIVETTI I TORBIDI AFFARI DELLA SPECTRE DELL'EX PRESIDENTE DELLA CAMERA. I TENTACOLI DA SAN MARINO ALLA CINA PASSANDO PER LA POLONIA

CORSERA MASCHERINE IRENE PIVETTI I TORBIDI AFFARI DELLA SPECTRE DELL'EX PRESIDENTE DELLA CAMERA. I TENTACOLI DA SAN MARINO ALLA CINA PASSANDO PER LA POLONIA

26 Aprile 2020

NEW YORK 26 aprile 2020 CORSERA.IT by Fiordaliso Balsiani 

Chi lo avrebbe mai detto, che la bellissima Irene Pivetti, fosse a capo di una multinazionale tentacolare, una sorta di Spectre, con interessi in ogni parte del mondo? L'ex presidente della camera, non ha perso l'occasione della pandemia per gettarsi a capofitto anche nel business delle mascherine, import export dalla Cina e un contratto nuovo di fiamma con la Protezione Civile. Ecco i fatti degli ultimi giorni: 

Una società amministrata da Irene Pivetti è coinvolta in un'indagine per frode relativa al commercio di mascherine per proteggersi dal coronavirus. È la violazione dell'articolo 515 del codice penale per frode nell'esercizio del commercio l'ipotesi di reato su cui indaga la Procura di Savona nell'ambito delle migliaia e migliaia di mascherine Ffp2 in arrivo dalla Cina e sequestrate dalla guardia di finanza al terminal 2 dell'aeroporto di Malpensa, dove sono ora custodite. L'indagine, anticipata da Repubblica, era partita dal sequestro dei dispositivi in una farmacia a Savona con il marchio CE contraffatto.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS IRENE PIVETTI, DA SAETTONE A PASSACANTANDO, IL SEQUESTRO MILIONARIO DELLE MASCHERINE DELL'EX PRESIDENTE DELLA CAMERA

CORSERA CORONAVIRUS IRENE PIVETTI, DA SAETTONE A PASSACANTANDO, IL SEQUESTRO MILIONARIO DELLE MASCHERINE DELL'EX PRESIDENTE DELLA CAMERA

25 Aprile 2020

ROMA 25 APRILE 2020 CORSERA.IT by Anita Artone Genova blogger

«Invalid or fake». La sorpresa arriva direttamente dal sito della Icr Polska inc. alla verifica del certificato di conformità riferito proprio all'ente polacco per quanto riguarda una partita di mascherine importate in Italia dalla Cina dalla Only Italia logistics arl con sede a Roma e di cui amministratrice unica è Irene Pivetti, ex presidente della Camera come Lega Nord, poi Udeur e nel 2019 in corsa alle Europee con Forza Italia.

È sufficiente inserire il codice della certificazione (M9400720) per veder comparire l'inquietante avviso («non valida o fake») a smentire la presunta conformità alla direttiva dei dispositivi medici 93/42/EEC delle mascherine (vendute nella farmacia Saettone, come FFp2) che sono state sequestrate dalla guardia di finanza di Savona nelle scorse settimane non appena sbarcate all'aeroporto di Milano Malpensa.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS DI MARTEDI' ILARIA CAPUA

CORSERA CORONAVIRUS DI MARTEDI' ILARIA CAPUA " ANCHE UNA SCIMMIA AGENTE VETTORE CONTAGIO COVID-19. UOMINI E ANIMALI SONO UNITI E SI SCAMBIANO I VIRUS"

23 Aprile 2020

MIAMI 22 APRILE 2020 CORSERA.IT by Artur Pozzi

Forse la storia del Coronavirus andrà riscritta, la virologa di " fama internazionale " come la definisce sempre Giovanni Floris, ha modificato la versione del contatto zero per Covid-19. Dopo il pipistrello e gli insetti, la virologa Ilaria Capua, sembra non escludere l'ipotesi che lo spill-over del covid-19, sia ad attribuirsi alle scimmie, che come ricorda sono state anche all'origine del virus dell'Hiv in Africa. La virologa Ilaria Capua è anche nota per aver partecipato a diversi studi scientifici presso Center for Great Apes, una struttura nata per il ricovero degli scimpanzè nella città di Wauchula. 

«No, non è sempre così. Il problema sono gli squilibri che si creano fra uomo e ambiente. Ovunque. In Cina, ma anche in Africa per dire. Pensiamo all’Aids: il virus arrivava dalle scimmie e ha contagiato l’uomo. E il virus Ebola (che attualmente sta facendo una strage nella Repubblica Democratica del Congo, ndr) è emerso dagli animali per via delle deforestazioni e ha raggiunto l’uomo».

Il problema sono gli squilibri che si creano fra uomo e ambiente. Ovunque. In Cina, ma anche in Africa per dire. Pensiamo all’Aids: il virus arrivava dalle scimmie e ha contagiato l’uomo. E il virus Ebola (che attualmente sta facendo una strage nella Repubblica Democratica del Congo, ndr) è emerso dagli animali per via delle deforestazioni e ha raggiunto l’uomo».

Leggi la notizia
CorSera Coronavirus droplet mortale e contact tracing  Arcuri:

CorSera Coronavirus droplet mortale e contact tracing Arcuri: " Il virus ? ancora tra noi, non ? sconfitto. Serve cautela per la Fase 2"

21 Aprile 2020

MILANO 21 APRILE 2020 CORSERA.IT

Purtroppo non si ferma la strage dei medici morti: il bilancio è arrivato a 141. L'ultimo ad essere inserito nell'elenco è Silvio Marsili, pediatra in pensione. Lo rende noto la Federazione nazionale degli ordini dei medici (Fnomceo), che aggiorna costantemente la lista dei medici deceduti per l'epidemia includendo medici in attività, in pensione e medici pensionati richiamati in servizio o comunque attivi.

Il contact tracing è una modalità per garantire la possibilità che vengano conosciuti e in qualche misura tracciati i contatti che le persone hanno e che sono importanti qualora purtroppo qualche nostro concittadino diventa contagiato. Siamo tutti consapevoli che sia uno strumento importante, non basta convincerci che serva, bisogna anche che rispetti due fattispecie fondamentali, la sicurezza e la privacy. Il contact tracing è uno strumento utile ma bisogna trovare un soddisfacente equilibrio tra i due principi". E assicura sull'uso volontario: "Ho letto che noi avremo in testa di rendere obbligatoria la App per i cittadini, questa è davvero una farsa. La App sarà e resterà volontaria". Altra precisazione è stata quella relativa al braccialetto: "Un braccialetto alternativo all'App? Non l'avevo sentito, ma posso smentirlo". Sul rispetto della privacy è intervenuta anche la ministra dell'Interno, Luciana Lamorgese: "Le app di tracciamento possono essere utili, ma è necessario  garantire la sicurezza dei dati di 60 milioni di italiani". Si tratta di un'esigenza "irrinunciabile

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS L'EUROPA CADRA' ? FLASH-MOB ASSALTO ALLA ZECCA DELLO STATO. PARIGI GILET GIALLI PRONTI ALLA RIVOLUZIONE SOCIALE

CORSERA CORONAVIRUS L'EUROPA CADRA' ? FLASH-MOB ASSALTO ALLA ZECCA DELLO STATO. PARIGI GILET GIALLI PRONTI ALLA RIVOLUZIONE SOCIALE

20 Aprile 2020

ROMA 20 APRILE 2020 CORSERA.IT

CorSera.it Copyright 

In Francia la situazione potrebbe scappare di mano.I gilet gialli progettano di rientrare a Parigi. Ci sono prove di rivoluzione sociale.Stiamo per assistere alla caduta dell'Europa ?  La crisi da coronavirus sta innescando tutti i pericoli insiti della società tecnologica post moderna, in cui ci si attendeva il recupero del disagio sociale, al contrario si sono acuite le disuguaglianze sociali. I tycoon dell'informatica e dei padroni nel web, detengono gran parte della ricchezza economica a livello planetario, sfuggono alla pressione delle tasse dai paradisi fiscali da dove operano e trasmettono. L'incertezza di questi giorni si trasformerà presto nell'innesco per cluster di violenza e disordini sociali che sarà difficile arginare. 

Flash-mob assalto al palazzo della Zecca. Occupazione al palazzo simbolo della Banca d'Italia, quando si stampavano le lire. Negli ambienti della sinistra rivoluzionaria serpeggia l'idea di occupare simbolicamente il Palazzo della Zecca, in Piazza Verdi a Roma. Immobile perfetto pulito, pronto per accogliere centinaia di famiglie di disperati e senza tetto. Ci sono anche i pontili per i lavori di riqualificazione in corso. Entrare è un gioco da ragazzi. Se in Italia non arriveranno i soldi, dobbiamo attenderci momenti di grande tensione sociale, in cui masse di popolazione si rivolteranno contro le istituzioni dando luogo ad una vera e propria rivoluzione. In Italia c'e' sentore di polvere da sparo, puzza di bruciato. Negli strati disagiati della popolazione, nelle periferie, ogni giorno il terreno si impregna di benzina e che prenda fuoco ci vorrà ben poco. Flash-mob d'assalto per svaligiare supermarket e negozi. 
 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS WALTER RICCIARDI

CORSERA CORONAVIRUS WALTER RICCIARDI "ANCORA PRESTO PER FASE 2 " CONSULENTE MINISTRO SPERANZA SMORZA FACILI ENTUSIASMI MILANO 199 MORTI CON 1260 NUOVI CASI POSITIVI

19 Aprile 2020

MILANO 20 APRILE 2020 CORSERA.IT 

"È assolutamente troppo presto per iniziare la fase due, i numeri, soprattutto in alcune Regioni, sono ancora pieni di una fase uno che deve ancora finire. È assolutamente importante non affrettare e continuare". Lo ha detto a Sky TG24 il membro del comitato esecutivo dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e consulente del ministro della Salute Walter Ricciardi.

 

 

"Il piano del ministro Speranza, articolato su cinque punti e che sta preparando la fase due - ha fatto sapere - è quello da attuare ed è basato su distanziamento sociale, rafforzamento del servizio sanitario nazionale sia nella parte territoriale che nella parte ospedaliera e poi sulla diagnostica estesa ma mirata e sul tracciamento. Questa è la fase preparatoria, però non c’è dubbio che potrà partire, soprattutto in alcune Regioni, quando conteremo i nuovi casi sulle dita di una mano e non certamente con numeri a quattro cifre”.

 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS EUROPA COVID-19 FLAGELLO DI DIO, 1 MILIONE DI CONTAGI E OLTRE 90 MILA MORTI

CORSERA CORONAVIRUS EUROPA COVID-19 FLAGELLO DI DIO, 1 MILIONE DI CONTAGI E OLTRE 90 MILA MORTI

17 Aprile 2020

17 APRILE 2020 CORSERA.IT 

EUROPA COVID-19 FLAGELLO DI DIO.LOCK-DOWN MORTALE

L'Europa resta nell'occhio del ciclone della pandemia di coronavirus", ha affermato Hans Kluge, direttore regionale per l'Europa dell'Organizzazione mondiale della Sanità. "Non possiamo abbassare la guardia", ha detto in conferenza stampa. "Negli ultimi 10 giorni il numero dei casi registrati in Europa è quasi raddoppiato ed ha quasi raggiunto il milione. Questo significa che il 50% circa del peso globale rappresentato dal Covid 19 ricade su questa regione. Purtroppo oltre 84 mila persone in Europa hanno perso la vita per il virus", ha aggiunto. E secondo un calcolo dell'agenzia di stampa francese Afp, sono 90 mila i morti in Europa.

"La nuvola del Covid 19 - ha detto Kluge - continua a rimanere sui cieli dell'Europa dove negli ultimi giorni il numero dei contagiati è quasi raddoppiato. Ci sono segnali positivi in alcuni Paesi dove il trend è in calo, come in Italia, Spagna, Francia, Germania e Svizzera, mentre in altri il picco deve ancora essere raggiunto, come in Gran Bretagna, Turchia, Ucraina, Bielorussia e Russia. Non ci sarà un ritorno fast-track alla normalità".  

"Su 300 mila test per il coronavirus effettuati in Europa, 1 caso di contagio su 13 riguarda gli operatori della sanità", ha aggiunto la dottoressa Catherine Smallwood dell'Oms Europa.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS PAOLA DE MICHELI RIPARTENZA TETTE AL VENTO. COVID-19 SALE IN CARROZZA. AUTOBUS E METROPOLITANA, BOMBE INFETTIVE AD OROLOGERIA

CORSERA CORONAVIRUS PAOLA DE MICHELI RIPARTENZA TETTE AL VENTO. COVID-19 SALE IN CARROZZA. AUTOBUS E METROPOLITANA, BOMBE INFETTIVE AD OROLOGERIA

17 Aprile 2020

NAPOLI 17 APRILE 2020 CORSERA.IT

CorSera.it Copyright 2020 

Per quante precauzioni un autista possa prendere,  con mascherine occhiali e visiera, se lo lasciamo viaggiare per otto ore su un autobus infettato da un paio di starnuti , prima o poi il Covid -19, innescato dal mix di batteri,germi e polveri sottili, potenziato dall' effetto frullatore, troverà la strada per aggredirlo ed entrargli nei polmoni.La ministra Paola De Micheli sembra oggi più tette che cervello, immaginare la ripartenza facendo salire il coronavirus in carrozza, è davvero follia sanitaria. Spregio della logica. Si deve ripartire in bicicletta, non ci sono alternative possibili. 

 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS LA 7 MEGLIO UN GAY O LA BONONA ? TAGADA' TIZIANA PANELLA UN DISASTRO,INTERROMPE GLI OSPITI. MEGLIO ALESSIO ORSINGHER

CORSERA CORONAVIRUS LA 7 MEGLIO UN GAY O LA BONONA ? TAGADA' TIZIANA PANELLA UN DISASTRO,INTERROMPE GLI OSPITI. MEGLIO ALESSIO ORSINGHER

15 Aprile 2020

ROMA 15 APRILE 2020 CORSERA.IT

CorSera.it Copyright 

Televisione. Tagadà condotto da Tiziana Panella. Nei giorni della quarantena Covid-19, alterniamo la vita casalinga con qualche tramissione televisiva.Nel corso del primo pomeriggio vado a fare jogging a Lungotevere Oberdan, affollato dalle passeggiate interminabili della Myrta Merlino, che forse torna dalla tramissione L'Aria che Tira.Già mi pare di aver scritto che Myrta dovrebbe andare a lezione, per imparare a fare le domande e attendere le risposte,  dal più grande giornalista televisivo italiano di tutti i tempi, che al secolo risponde al nome di Bruno Vespa, lui è un conduttore. Nessun altro come lui. Pensate fa delle domande ai suoi ospiti e riesce anche ad ascoltarli, consentendo al pubblico di capire le domande e le risposte.L'arguzia, parla con lo sguardo, se un ospite si dilunga nei comizi ( vedi l'altro giorno Matteo Salvini) irrefrenabili, l'espressione del volto dice tutto, finanche lo canzona, assiste impietoso al delirio di onnipotenza dell'intervistato. Il bello è che lo fa intendere al suo pubblico, senza interrompere, sguardo e volto. Bruno Vespa è leggendario, inarrivabile, unico.La mestizia ferisce l'egocentrismo, quando si manifesta, dei suoi interlocutori. Fantastico da 10 e lode.La Merlino, la Gruber, Enrico Mentana ( forse un pò meno ) la Panella, fanno comizi e poche domande compiute, hanno molto da imparare. Prime donne. Il giornalismo non è questo. Domanda secca, risposta veloce.I panegirici sono da volta stomaco.  

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS FASE 2 REGIONI SCATTA LA GARA PER LA RIAPERTURA .DIMMI LA TUA. IN DIRETTA WHATSUP CON MATTEO CORSINI EDITOR CORSERA 335291766

CORSERA CORONAVIRUS FASE 2 REGIONI SCATTA LA GARA PER LA RIAPERTURA .DIMMI LA TUA. IN DIRETTA WHATSUP CON MATTEO CORSINI EDITOR CORSERA 335291766

14 Aprile 2020

MILANO 14 APRILE 2020 CORSERA.IT by dr.Matteo Corsini editor 

Lo smart working la vera rivoluzione industriale della società post moderna.Forse la soluzione a tanti mali delle nostre città Milano e Roma. meno traffico, più aree verdi, migliori condizioni di vita e maggior benessere economico. Le fasce suburbane delle metropoli destinate al boom immobiliare. Segnala il tuo immobile da vendere via whatsup. 

Emergenza coronavirus, dopo 34 giorni di clausura gli italiani cominciano a scalpitare. Inizia la "Fase 2 " in cui pare ormai certo che le Regioni faranno ognuna per conto suo.ha iniziato Luca Zaia in veneto a limitare le restrizioni, come quella dei 200 metri da casa e la grigliata con gli amici in villa. Lo smart working sarà uno degli aspetti principali della rivoluzione sociale a cui dovremo abituarci e che forse aiuterà a decongestionare il traffico e la continua espansione della città. Come ho già scritto, lo smart working sarà la vera rivoluzione di questo millennio e per le case nelle fasce suburbane delle grandi metropoli ci sarà un grande recupero dei valori immobiliari . Adesso è partita la gara per i migliori provvedimenti da adottare nelle Regioni e nelle città. Se vuoi dire la tua mandaci un messaggio su whatsup al 335291766 i diretta dal fronte del coronavirus con l'editore del CorSera.it dr.Matteo Corsini. 

CorSera.it Copyright 2020 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS DROPLET SUPERMARKET CARRIER FOCOLAI DOMESTICI . ANCORA INSUFFICIENTI LE MISURE DI PREVENZIONI PER LE MEDIE SUPERFICI ALIMENTARI

CORSERA CORONAVIRUS DROPLET SUPERMARKET CARRIER FOCOLAI DOMESTICI . ANCORA INSUFFICIENTI LE MISURE DI PREVENZIONI PER LE MEDIE SUPERFICI ALIMENTARI

14 Aprile 2020

MILANO 14 APRILE 2020 CORSERA.IT by Redazione ( redazione mobile  335291766 )

CorSera.it Copyright 2020

( In fotografia il celeberrimo screenshot della redazione del CorSera.it che ha dato il via alla riconversione degli spot pubblicitari delle più grandi catene di vendita al dettaglio in Italia ) 


L'infettivologo Massimo Galli, direttore dell'ospedale Sacco di Milano (in lingua Sioux chiamato Testa Dondolante) , l'ha detto a chiare note a tutti quanti " Adesso il problema sono i focolai domestici"  e uno dei carrier più pericolosi pe trascinare l'infezione dentro casa, è fare la spesa nei supermaket, in cui si affollano ogni giorno milioni di persone. Come i nostri Lettori sanno, noi del CorSera.it abbiamo fin da subito indicato le due trincee fondamentali per sbaragliare sul campo l'infezione da coronavirus,  gli ospedali e i negozi di generi alimentari. Due trincee che nessuno ha fin da subito pensato di tutelare, obblgando le aziende ad assumere  protocolli rigidissimi per tutelare la salute degli impiegati e della clientela,  regolarndo non soltanto l'accesso, ma le misure di protezoine di sicurezza individuale. Fin da subito, mdal 29 febbraio,  abbiamo scritto che i supermarket , quelli di medie dimensioni nei grandi centri urbani, costituivano i carriere formidabili per la diffusioine della panmdemia una vera e propria  polveriera . La gente si incrocia, è abituata a prendere le confezioni , una due tre volte, toccarle, smucinarle, romperle e rimettere sullo scaffale.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS MILANO SODOMA E GOMORRA. SESSO MAGGIOR CARRIER DIFFUSORE COVID-19

CORSERA CORONAVIRUS MILANO SODOMA E GOMORRA. SESSO MAGGIOR CARRIER DIFFUSORE COVID-19

14 Aprile 2020

ROMA 14 APRILE 2020 CORSERA.IT redazione Milano by Estella TransGender

CorSera.it Copyright 2020 

Dove si fa più sesso a Roma o Milano?  

Non c'e' alcun dubbio, per rispondere alla domanda del giorno, sulla cause attribuibili alla maggiore diffusione del coronavirus in Lombardia, rispetto al centro sud Italia, oltre che all'invocato inquinamento ( fatto accertato ormai clinicamente ) non vi è alcun dubbio, che come per il virus dell'HIV, sia il sesso uno dei maggiori carrier del coronavirus Covid-19. E vediamo perchè. E credetemi io sono una esperta del settore. 

Roma paragonata a Milano,appare oggi come un enclave del terzo mondo, in cui la trasgressione del sesso non è più indice di società evoluta, ma di civiltà in fase regressiva.Roma fa meno sesso di Milano? La diffusione del coronavirus, ci dice che nel Nord Italia ci sono più scambi stabili con l'estero, persone che viaggiano per lavoro, dunque possono instaurare relazioni sessuali diverse ma reiterate periodicamente nel tempo.Chi ci dice che la cittadini cinese arrivata da Singapore per lavoro in Italia , non abbia anche avuto una o più relazioni sessuali ? Il fenomeno dell'infezione potrebbe essere spiegato dal carrier sessuale, così come adesso, malgrado Milano sia di fatto blindata di giorno, non si può capire che cosa sta succedendo di notte,ovvero se l'infezione progredisce nelle relazioni interpersonali di natura sessuale.

Leggi la notizia
CORSERA LOMBARDIA EFFETTO SPRITZ, COVID-19 NON ACCENNA A DIMINUIRE. RISCHIO CONTAGIO RIPRENDA A CORRERE

CORSERA LOMBARDIA EFFETTO SPRITZ, COVID-19 NON ACCENNA A DIMINUIRE. RISCHIO CONTAGIO RIPRENDA A CORRERE

13 Aprile 2020

MILANO 13 APRILE 2020 CORSERA.IT 

La gente non vuole rimanere in casa e in Lombardia il rischio è che la pandemia riprenda vigore, spingendo il lockdown della regione ben oltre il tempo indicato del 3 maggio 2020. Se i contagi nondecresceranno in maniera significativa, i residenti dovranno contiuare a subire la quarantena e tutta l'economia interna e nazionale ne risentirà.

In Italia le persone complessivamente risultate positive al coronavirus, compresi guariti e deceduti, sono 159.516 (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - LO SPECIALE - LE ATTIVITÀ CHE APRONO IL 14 APRILE - I DATI AGGIORNATI: GRAFICHE). Di questi, 103.616 sono i contagiati attuali. Le persone guarite nelle ultime 24 ore sono 1.224, per un totale di 35.435. Il totale delle vittime è di 20.465, 566 in più rispetto a ieri. Sono 3.260 i pazienti nei reparti di terapia intensiva, 83 in meno rispetto a ieri: il dato è in calo per il decimo giorno consecutivo. Dei pazienti attualmente positivi, 28.023 sono poi ricoverati con sintomi - 176 in più rispetto a ieri - e 72.333 sono in isolamento domiciliare, il 70% del totale. Diminuiscono anche i tamponi eseguiti: nella giornata di oggi sono 36.717 in più, per un totale di 1.046.910. Ieri erano 46.720. Sono questi i dati del bollettino quotidiano della Protezione Civile sulla diffusione del contagio (LOCKDOWN ESTESO FINO AL 3 MAGGIO - UN MESE DI LOCKDOWN: LE GRAFICHE - I NUMERI DELL'ITALIA). 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS STEFANO VELLA

CORSERA CORONAVIRUS STEFANO VELLA " COVID-19 NON HA MOLLATO, SONO PREOCCUPATO I CONTAGI NON DIMINUISCONO, DOBBIAMO AFFAMARE COVID-19 " IN DIRETTA SKY TG 24

12 Aprile 2020

MILANO 12 APRILE 2020 CORSERA.IT 

CorSera.it Copyright 2020 

Domenica 12 aprile 2020 in Italia il numero dei contagiati sale a 4092 rispetto a ieri, diminuiscono i decessi a 431. In diretta da Sky Tg 24 l'infettivologo Stefano Valle si dichiara preoccupato : " Il numero dei contagi è sempre altissimo oltre 4000 persone al giorno, questo non ci fa stare tranquilli. Non sono affatto tranquillo, non mi fido del coronavirus...come sappiamo tutto è iniziato da un solo singolo caso.... a Wuhan una sola persona come a Milano. Dobbiamo affamare il coronavirus, stare in casa, non dargli la possibilità di infettare altre persone...è quello che cerca". " E' un virus astuto che va combattuto sul territorio casa per casa, palazzo dopo palazzo ..."

Leggi la notizia