Giovedi' 09 Luglio 2020
HOTLINE: +39 335 291 766
CORSERA CORONAVIRUS OMS RECORD 183.000 CONTAGI NEL MONDO.PANDEMIA FUORI CONTROLLO

CORSERA CORONAVIRUS OMS RECORD 183.000 CONTAGI NEL MONDO.PANDEMIA FUORI CONTROLLO

22 Giugno 2020

(ANSA) - ROMA, 22 GIU - L'Organizzazione mondiale della Sanità ha registrato 183.000 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore. Lo riporta la Bbc. Si tratta del numero più alto di contagi in un solo giorno dall'inizio della pandemia ed è dovuto soprattutto all'aumento delle persone positive in America Latina. Oltre 50.000 di questi nuovi casi infatti sono stati segnalati in Brasile, poi negli Stati Uniti e India. (ANSA).

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS 200 MILA MORTI ENTRO OTTOBRE DISASTRO USA

CORSERA CORONAVIRUS 200 MILA MORTI ENTRO OTTOBRE DISASTRO USA

16 Giugno 2020

Secondo i dati dell’Università Johns Hopkins di Baltimora, sono ormai oltre 8 milioni le persone ufficialmente contagiate dalla Covid-19. I morti sono più di 436.899. Gli Stati Uniti sono il paese con il maggior numero di casi - 2,1 milioni - e anche con il maggior numero di vittime, oltre 116 mila. Segue il Brasile con più di 888.270 contagi e la Russia con 536.480 casi confermati.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS RUSSIA VLADIMIR PUTIN 24 GIUGNO CANCELLATE PARATE DELLA VITTORIA

CORSERA CORONAVIRUS RUSSIA VLADIMIR PUTIN 24 GIUGNO CANCELLATE PARATE DELLA VITTORIA

16 Giugno 2020

In alcune città della Russia hanno deciso di non svolgere la parata della Vittoria in programma il 24 giugno per evitare un’ulteriore diffusione dell’epidemia di Covid-19. Secondo i media russi, Penza, Iakutsk e Pyatigorsk si sono unite alla lista di circa dieci città dove la parata non si svolgerà.

Resta in programma la parata principale, quella sulla Piazza Rossa a Mosca. Le celebrazioni per i 75 anni della vittoria sovietica nella seconda guerra mondiale erano in programma il 9 maggio, Giorno della Vittoria in Russia. L’epidemia ha però costretto le autorità a rimandare l’evento, che Putin ha successivamente ordinato di svolgere il 24 giugno.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS RECOVERY FUND VON DER LEYEN UN BAZOOKA DA MIGLIAIA DI MILIARDI. IL PIANO MARSHALL PER SALVARE L'EUROPA

CORSERA CORONAVIRUS RECOVERY FUND VON DER LEYEN UN BAZOOKA DA MIGLIAIA DI MILIARDI. IL PIANO MARSHALL PER SALVARE L'EUROPA

24 Aprile 2020

BRUXELLES 24 APRILE 2020 CORSERA.IT  by Luciene Fontaine

In videoconferenza dei leader Ue per la risposta economica alla crisi del coronavirus, ha visto i capi di Stato e di governo dare il loro avallo al pacchetto di misure dell'Eurogruppo - piano Bei, Sure e Mes, un BAZOOKA da  540 miliardi - e di renderle operative per il primo giugno.

Inoltre c'è stato un accordo comune a lavorare su un Recovery fund. È stato dato l'incarico alla Commissione Ue di analizzare le necessità e di avanzare una proposta. Tradotto: c'è l'intesa dei 27 sull'attivazione di un fondo solidale per far fronte all'emergenza Covid-19, ma non sulle modalità di erogazione dei fondi, che l'Italia vorrebbe a fondo perduto e altri Paesi - come Olanda, Germania e Austria - no.

Un esito abbastanza prevedibile per gli addetti ai lavori: al vertice, era dato per scontato il via libera finale ai tre paracadute approvati dall'Eurogruppo, cioè quello per gli Stati (Mes, che vale 240 miliardi), quello per i lavoratori (Sure, circa 100 miliardi) e quello per le imprese (nuova Bei da 200 miliardi).

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS DONALD TRUMP COVID-19 E' IL TITANIC, TSUNAMI CON 30 MILA MORTI TRAVOLGE LA CASA BIANCA

CORSERA CORONAVIRUS DONALD TRUMP COVID-19 E' IL TITANIC, TSUNAMI CON 30 MILA MORTI TRAVOLGE LA CASA BIANCA

16 Aprile 2020

NEW YORK 16 APRILE 2020 CORSERA.IT by JEANNE TING 

CorSera.it Copyright 2020 

La pandemia covid-19 fa strage negli Usa con oltre 30 mila morti. Donald Trump accusa l'OMS " Sapevano e non hanno informato ". Il Presidente americano sa molto bene che lo tsunami della pandemia lo travolgerà impedendogli di essere rieletto. Negli Usa l'infezione è appena all'inizio, malgrado le continue dichiarazioni che il picco sia stato raggiunto. E' il mantra mediatico dello stregone Donald Trump, che non si arrende alla catastrofe naturale, che per cecità e arroganza ha  trasformato in disfatta amministrativa e politica. La buccia di banana nelle scale della Trump Tower, che costerà agli americani decine di migliaia di vittime.Ma non solo, crisi epidemica che sta mettendo in luce le aberranti scelte di politica sanitaria che ha disapplicato il programma OBAMA CARE. Lui, il famelico Donald Trump, incurante della sorte dei cittadini americani che vivono al di sotto della soglia della povertà. L'America si è mostrata fragile, come e quanto la Cina, presa di sorpresa da un nemico silenzioso e velenoso, che non ha avuto timori reverenziali di bussare famelica anche alla porta della Casa Bianca. Donald Trump, il presidente degli Stati Uniti d'America, la nazione più potente del mondo, adesso accusa se stesso , cercando responsabili nella organizzazione mondiale della sanità. La pandemia Covid-19 ha riflesso sul cielo stellato americano, le contraddizioni della civiltà dal progresso incontrollato. L'America è nel panico, colpita e flagellata come l'ultimo dei paesini cinesi della foresta di Whuan. A New York non si mangiano ratti, tantomeno pipistrelli arrosto, ma la gente muore soffocata dentro casa, prima che qualcuno possa soccorrerla. La corrazzata americana è affondata, inesorabilmente, tra i suoni degli orchestrali vestiti in smoking che non si arrendono all'idea, che il sogno americano è andato definitivamente in pezzi. 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS SAN FRANCISCO CANNABIS HOLYDAY PAURA A HIPPIE HILL MARIJUANA DAY PARTY #4/20

CORSERA CORONAVIRUS SAN FRANCISCO CANNABIS HOLYDAY PAURA A HIPPIE HILL MARIJUANA DAY PARTY #4/20

14 Aprile 2020

SAN FANCISCO 14 APRILOE 2020 CORSERA.IT by Daniel Lewis

Qui a San Francisco le autorità cittadine temono per la diffusione del coronavirus per il 20 aprile 2020, giornata dedicata alla controcultura sulla leggendaria Hippie Hill. La festa è stata disdetta, ma gli organizzatori e i partecipanti sembrano intenzionati a confluirvi ad ogni costo. 

City warns 4/20 lovers to stay home.Mayor says police to patrol Hippie Hill on cannabis holiday: ‘We will cite’ . San Francisco’s annual 4/20 celebrations are canceled this year, and city officials are warning those hoping to celebrate unofficially to stay away.

“Do not come to San Francisco to Robin Williams Meadow on 4/20,” Mayor London Breed said at a press conference Monday afternoon. “We will not allow this unsanctioned event to occur this year.”The area in Golden Gate Park where the event normally takes place will be fenced off and police officers will be patrolling the area.“We will cite and, if necessary, arrest,” Breed said. “We will not tolerate anyone coming to San Francisco for 4/20 this year.The event on Hippie Hill began as a spontaneous celebration, playing on the counterculture’s use of the euphemism “4:20” to refer to marijuana. It was unsanctioned and not sponsored or organized by anyone, but growing problems with crowds led The City to designate a formal event sponsor in 2017 and impose new requirements including fencing.

 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS DONALD TRUMP OGNI GIORNO CADONO DUE TORRI GEMELLE. INDETTO LO STATO DI CALAMITA' NATURALE NEGLI USA

CORSERA CORONAVIRUS DONALD TRUMP OGNI GIORNO CADONO DUE TORRI GEMELLE. INDETTO LO STATO DI CALAMITA' NATURALE NEGLI USA

12 Aprile 2020

NEW YORK 12 APRILE 2020 CORSERA.IT by Alan Parker 

Qui negli States, ormai tutti credono che Donald Trump, sarà travolto da Covid-19. Il Presidente americano ha sbagliato, incurante del pericolo che correva il popolo, ha continuato a sfidare imperterrito la malattia infettiva che stava flagellandol'Europa. Le informazioni provenienti dall'Italia erano chiarissime, il coronavirus mieteva vittime ovunque arrivasse, come Attila, senza fare distinzioni di età, razza, condizione sociale. Ma un'epidemia, a differenza di un uragano, non si può lasciare che passi,  per poi passare alla ricostruzione. Una pandemia virale va combattuta fin dall'inizio e sul campo, con misure estrene come il lock-down, la capillare distribuzione delle protezioni individuali alla popolazione, la predisposizioni di ospedali da campo ovunque. Molto si sta facendo, ma le notizie non sono buone, i contagiati continuano ad aumentare e ormai ogni giorno il  numero dei morti equivale a due Torri Gemelle. Qui in America, stante così le cose, non si riuscirà ad arginare la peste del coronavirus prima di quattro o cinque mesi. Donald Trump mostra ottimismo ovunque , ma sa bene che un re-opening affrettato consentirebbe al Covid-19 di arrivare ovunque sul territorio nazionale.Il lock-down sarà durissimo, per evitare le ondate di ritorno. Quello che ha saputo fare la Cina in 90 giorni, non potrà mai realizzarsi nel mondo occidentale progredito.Le persone sono libere, molti escono, portandosi con sè il male terribile. La libertà è anche questo.

Nelle ultime 24 ore gli Stati Uniti contano altri 1.920 vittime per coronavirus. E Donald Trump approva la dichiarazione di stato di calamità per il Wyoming. Un via libera che per la prima volta nella storia americana fa sì che tutti e 50 gli stati americani siano sotto la dichiarazione di stato calamità.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS DONALD TRUMP DETROIT BRUCIA, LA CITTA' DELL'AUTO E' INFETTA. IN AMERICA ANCORA MIGLIAIA DI MORTI

CORSERA CORONAVIRUS DONALD TRUMP DETROIT BRUCIA, LA CITTA' DELL'AUTO E' INFETTA. IN AMERICA ANCORA MIGLIAIA DI MORTI

10 Aprile 2020

NEW YORK 10 APRILE 2020 CORSERA.IT 

CorSera.it Copyright 2020

Donald Trump è in preda ai raptus.L'uomo del leggenario " You are fire out " tu sei licenziato, sta per essere sbalzato dalla sella del comando, da un terribile coronavirus di emanazione cinese. Se esiste un complottista sulla faccia della Terra,questo corrisponde al nome di Donald Trump. 

La pandemia lo ha messo alle corde, a lui si attribuiscono responsabilità gravissime, per avere inteso scherzare con la terribile infezione da Covid-19. Il Presidente americano Donald Trump non è più lui da diversi giorni, cosciente che la diffusione del coronavirus potrebbe causargli una cocente sconfitta elettorale . ll bilancio più pesante dei contagi della pandemia da Covid-19 è fardello degli Stati Uniti: hanno superato le 16mila vittime, più che in Spagna. Secondo i dati della Johns Hopkins University i decessi ora sono 16.129, i positivi 363.851, oltre 454mila i casi totali. L'hotspot negli Usa è lo Stato di New York, in particolare la metropoli della Grande mela.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS GRAN BRETAGNA 938 RECORD DI MORTI, PAGA PREZZO ALTISSIMO IRRESPONSABILITA' BORIS JOHNSON

CORSERA CORONAVIRUS GRAN BRETAGNA 938 RECORD DI MORTI, PAGA PREZZO ALTISSIMO IRRESPONSABILITA' BORIS JOHNSON

09 Aprile 2020

LONDRA 9 APRILE 2020 CORSERA.IT

CorSera.it Copyright 2020

Boris Johnson, al secolo Mad Donkey ( Asino Pazzo ,) è in terapia intensiva, la Gran Bretagna sta pagando un prezzo altissimo l' irresponsabilità del Premier britannico con un nuovo record di morti in Gran Bretagna: 938 in un giorno. Il meticcio Boris Johnson, pensava che il popolo  britannico non avrebbe mai pagato dazio al Covid-19, ma si sbagliava e forse non aveva capito  o il delirio del potere lo aveva reso ceco difronte alla drammatica situazione italiana. I bollettini di guerra, che ogni giorno dalla Protezione civile italiana, certificavano il funebre conto dei morti della pandemia, non sono stati sufficienti per convincerlo a indire il lock-down per la Gran Bretagna. Adesso il peso delle vittime si sente, come il frastuono delle sirene all'arrivo dei cacciabombardieri nazisti sul cielo di Londra. 

 

Leggi la notizia
CORSERA CORNAVIRUS BORIS JOHNSON TERAPIA INTENSIVA PER IL CINICO PREMIER INGLESE

CORSERA CORNAVIRUS BORIS JOHNSON TERAPIA INTENSIVA PER IL CINICO PREMIER INGLESE

06 Aprile 2020

LONDRA 6 APRILE 2020 CORSERA.IT 

Ultima ora il premier britannico Boris Johnson in terapia intensiva ....flash

Nel corso delle ultime settimane Boris Johnson aveva lanciato una sfida sprezzante alla pandemia, che alcuni avevano giudicato esageratamente cinica.  " Dovremo abituarci, moriranno molte persone...non c'è altro da fare" . Ma dopo alcuni giorni il premier britannico ...Borsi Johnson dovette ricerdersi e calcando le scene della postazione televisiva di Downing Street, parlava alla nazione, anticipando gli esiti nefasti della malattia sull'intero sistema britannico. Il Premier Boris Johnson preparava i sudditi di Sua Maestà ad una nuova battaglia, la guerra al Covid-19.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS WUHAN OLTRE 100 MILA MORTI, ORMAI E' CHIARO CHE COVID-19  VIRUS DA LABORATORIO

CORSERA CORONAVIRUS WUHAN OLTRE 100 MILA MORTI, ORMAI E' CHIARO CHE COVID-19 VIRUS DA LABORATORIO

29 Marzo 2020

WUHAN 29 MARZO 2020 CORSERA.IT

A Wuhan i morti sarebbero oltre 100 mila, ormai è chiaro che Covid-19 è un virus programmato in laboratorio, un esperimento volato dentro il corpo di un pipistrello contaminato. La Cina ha mentito al mondo, tenuto segreto alla civiltà umana, la pericolosità del coronavirus.La situazione sanitaria a Wuhan era completamente sfuggita di mano. Il Covid-19 prende vigore con altri elementi inquinanti, chimici, tra cui potrebbe esserci i nitrati o altri combustibili dell'infezione, presenti nella bassa bresciana. Si attende il picco della contaminazione, ma non sappiamo quanti sono i contagiati a Brescia e Bergamo. Si calcola oltre 200 mila cittadini raggiunti dalla febbre, colpi di tosse, prodromi della malattia da laboratorio. Il Covid-19 persistre nell'aria , si propaga, si può ighiottire. Perchè non ce l'hanno detto prima ?

 

CorSera.it Copyright 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS FT MARIO DRAGHI SUONA LA CARICA :

CORSERA CORONAVIRUS FT MARIO DRAGHI SUONA LA CARICA : " FRONTEGGIAMO UNA TRAGEDIA BIBLICA"

26 Marzo 2020

Milano 26 marzo 2020 by CorSera.it 

Nel corso della peggiore giornata che l'Italia e l'Europa intera sta trascorrendo piegata dalla diffusione del contagio di Covid-19, si alza forte e autorevole la voce dell'ex Governatore della Banca d'Italia Mario Draghi , uno degli ultmi eroi del nostro tempo."Dobbiamo agire in fretta sul debito pubblico dei paesi europei, per contrastare una tragedia biblica...."

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS MADRID MUOIONO COME MOSCHE OLTRE 1500 DECESSI.  DELIRIO NEGLI OSPEDALI LA GENTE MUORE IN CORSIA PER STRADA SULLA METROPOLITANA

CORSERA CORONAVIRUS MADRID MUOIONO COME MOSCHE OLTRE 1500 DECESSI. DELIRIO NEGLI OSPEDALI LA GENTE MUORE IN CORSIA PER STRADA SULLA METROPOLITANA

23 Marzo 2020

MADRID 23 MARZO 2020 CORSERA.IT by ALEANDRO SOLINAS aggiornamento in diretta dal nostro corrispondente dal fronte di guerra

Madrid la pandemia colpisce basso, le persone muoiono come mosche, sono oltre 1200 i decessi per adesso accertati, ma c'e' chi parla già di oltre 3000 morti in Spagna. Gli ospedali non riescono più a contenere la spinta dei pazienti affetti da coronavirus che ad ogni ora del giorno e della notte affollano le sale di attesa, i corridoi, le rampe di arrivo delle ambulanze. E' uno scenario apocalittico, la Spagna è arrivata impreparata alla resistenza dell'epidemia da Covid-19. 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS MADRID APOCALISSE A LEGANES OSPEDALE SEPPELLITO DAI MORTI PAZIENTI MORIBONDI LUNGO I CORRIDOI SCENE RACCAPRICCIANTI DALLA CAPITALE SPAGNOLA

CORSERA CORONAVIRUS MADRID APOCALISSE A LEGANES OSPEDALE SEPPELLITO DAI MORTI PAZIENTI MORIBONDI LUNGO I CORRIDOI SCENE RACCAPRICCIANTI DALLA CAPITALE SPAGNOLA

23 Marzo 2020

Madrid 23 marzo 2020 CorSera.it by Aleandro Solinas 

Pazienti distesi a terra per i corridoi degli ospedali. Letti ammassati lungo le corsie, così come le sedie a rotelle. Sono le drammatiche immagini che arrivano dagli ospedali di Madrid. Video che stanno facendo il giro del mondo, come quello dell’ospedale di Leganés nella capitale spagnola, dove, appunto, alcuni pazienti probabilmente affetti da coronavirus, giacciono abbandonati lungo i corridoi, alcuni sopra dei lenzuoli, con dei cuscini di fortuna, altri a contatto diretto con il pavimento. Molti, come si sente negli audio, presentano tosse.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS SEUL IL VAMPIRO E' TORNATO SULLA SCENA. IN LOMBARDIA UNA CARNEFICINA. IL COVID-19 E' MORTALE, AEROBICO E MUTANTE

CORSERA CORONAVIRUS SEUL IL VAMPIRO E' TORNATO SULLA SCENA. IN LOMBARDIA UNA CARNEFICINA. IL COVID-19 E' MORTALE, AEROBICO E MUTANTE

22 Marzo 2020

LOS ANGELES 22 MARZO 2020 CORSERA.IT by Alan Parker

dal nostro corrispondente ai confini del mondo conosciuto Seul, il vampiro torna sulle sue orme e fa ancora strage di persone. Sono oltre 200 i morti e migliaia i nuovi contagiati in Korea del Sud. ma Covid-19 è ormai ovunque sul pianeta, la Spagna è in ginocchio, migliaia di contagiati e morti ad ogni angolo della strada. Quei paesi che sono partiti tardi con la quarantena, presi di sorpresa, come in Gran bretagna, si attendono almeno 300 mila morti. Non c'e' scampo, perchè il virus non soltanto e' mortale, ma aerobico e mutante, vuol dire che ad ogni passaggio sull'essere umano, diventa più aggressivo.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS FRANCIA ELEZIONI DROPLET MORTALE, SEGGI COME CAMERE A GAS. 48 MILIONI DI FRANCESI CHIAMATI AL MASSACRO

CORSERA CORONAVIRUS FRANCIA ELEZIONI DROPLET MORTALE, SEGGI COME CAMERE A GAS. 48 MILIONI DI FRANCESI CHIAMATI AL MASSACRO

15 Marzo 2020

PARIGI 15 MARZO 2020 CORSERA.IT dl corrispondente Pierre Saturny ( redazione mobile 335291766 invia le tue fotografie video commenti via whatsApp ) 

Emanule Macron ha chiamato i francesi alle urne, anzichè dare loro l'ordine di rimanere a casa. L'ultima istantanea della sua follia è stata quella di chiedere ai cittadini : " Portatevi dietro le penne con cui votare ". Questa domenica 15 marzo 2020 segnerà una disfatta definitiva e completa del Presidente francese Emanuel Macron. Un gesto di ordinaria follia.L'esercito francese seguiva Napoleone ovunque lui chiedesse,  così fecero tanti valorosi eroi a Waterloo, subendo la più grande sconfitta dell'Impero francese.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS WARGAME ITALIA SOTTO SCACCO DAL VIRUS LETALE

CORSERA CORONAVIRUS WARGAME ITALIA SOTTO SCACCO DAL VIRUS LETALE

08 Marzo 2020

Milano 8 marzo 2020  CorSera.it Reportage ai confini del mondo conosciuto by Alan Parker 

Milano il cordone sanitario viene esteso a tutta la regione Lombardia. Ci siamo, quella che stiamo fronteggiando è una guerra letale, senza nemici apparenti, soldati da abbattere come nei wargames, ma sono centinaia e migliaia di pipistrelli invisibili sotto forma di un virus letale che volano nell'aria, si trasmettono da apparato respiratorio all'altro e ci uccidono.

In Italia è ormai scattato l'allarme generale, forse con ritardo, nella speranza o in attesa, che il ritmo del contagio diminuisse,ma purtroppo si è avverata la seconda condizione, quella di una progressiva letale accelerazione del contagio del virus, fino ad assumere i connotati di una vera e propria pandemia a livello planetario. Una fuoriuscita di magma inarrestabile, di cui ancora si comprende poco della sua velocissima trasmissione. Il Coronavirus dilaga nel mondo intero,mettendo sotto scacco città come Los Angeles o New York, paesi come l'Olanda o l'Islanda.. Ciò che accade in queste ore è come nei film degli alieni, in cui le astronavi degli invasori si sono posizionate sopra le città di tutto il mondo, pronte ad entrare in azione e distruggere l'essere umano. Non ci spareranno addosso con potenti raggi laser, sbriciolando fabbricati e incendiando automobili, ma sprigionando il veleno mortale del Coronavirus, che in tutto e per tutto è più un'arma batteriologica costruita in laboratorio.

Mi domando se siamo difronte ad un virus animale, iniettato da un pipistrello con un morso ad un essere umano, oppure qualcosa davvero è accaduto in qualche laboratorio militare e di cui l'intera umanità ne ignora la provenienza. 

 Siamo stati messi in quarantena forzata, isolamento in prossimità e dentro le angosce quotidiane, separati gli uni dagli altri, potendoci guardare in faccia dagli smartphone o dalle finestre dei palazzi.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS ITALIA POPOLO DI EROI CONTRO LA PANDEMIA CINESE, GIUSEPPE CONTE COME ENRICO TOTI

CORSERA CORONAVIRUS ITALIA POPOLO DI EROI CONTRO LA PANDEMIA CINESE, GIUSEPPE CONTE COME ENRICO TOTI

29 Febbraio 2020

CorSera.it 29 febbraio 2020 editoriale di Matteo Corsini ( redazione 335291766 )

Ciò che più mi lascia perplesso in questa guerra infettiva, è la mediocrità di tutti i nostri politici, che hanno perso di vista il senso della logica, della patria, della solidarietà.Il popolo italiano in poche ore è stato investito da un terremoto infettivo di cui non si conosce praticamente nulla e in poche ore, ha reagito, unito, compatto, solidale, per contrastare il virus letale Covid 19. Un popolo di eroi al cui capo c'è una persona semplice, umile, un foggiano malvestito ( come sostiene Vittorio Feltri), assurto ad eroe proprio come Enrico Toti, immolandosi difronte al suo popolo per rincuorarlo, alzare la bandiera italiana, suonare la carica, infondere fiducia, e nel caso più estremo sacrificare anche la sua gruccia pur di respingere un nemico soverchiante. Onore dunque al soldato in trincea Giuseppe Conte, eroe nazionale. 

Italiani un popolo di eroi in guerra contro il Coronavirus, lasciati a se stessi dal mondo intero, che forse non aveva ancora ben compreso il coraggio,la determinazione mostrata e messa in campo da tutto il popolo italiano contro la pandemia del COVID 19. I nostri presidi sanitari, gli ospedali, si sono trasformati improvvisamente e per disperazione in trincee, investiti da un nemico invisibile, di cui ancora oggi nessuno conosce la pericolosità e gli effetti letali. Un nemico subdolo, feroce, rapidissimo, che si diffonde a macchia d'olio in ogni parte del mondo. Un nemico che vola come un pipistrello assetato di sangue, che dopo aver divorato in Cina intere città, aver mietuto migliaia di vittime, costretto milioni di persone a rifugiarsi nelle proprie case, ha fatto un salto di 8 mila chilometri e si è presentato grondante di sangue, ai confini del mondo occidentale, investendo l'Italia e tossendoci addosso, un liquame infetto e letale.(segue in seconda pagina) 

 

Leggi la notizia
CorSera Epstein suicida divorato dagli insetti : i dubbi sulla morte del miliardario .I retroscena sessuali di alcuni noti politici americani

CorSera Epstein suicida divorato dagli insetti : i dubbi sulla morte del miliardario .I retroscena sessuali di alcuni noti politici americani

11 Agosto 2019

New York 11 agosto 2019 CorSera.it (redazione esteri responsabile dr.Matteo Corsini 335291766)

Jeffrey Epstein era un porco e con lui i suoi amici politici hollywoodiani. Il miliardiario americano conosceva storie raccapriccianti, che non potevano e dovevano essere svelate a nessuno, sopratutto in un momento in cui l'uomo era finito in carcere. E' finita così la vita di uno dei miliardari  più chiacchierato d'America, in una stanza buia, piena di insetti che ne avevano ricoperto la bocca, la lingua penzoloni dopo il soffocamento. Un immagine atroce per chi lo ha visto appeso alla sua "forca " personale. Una brutta storia, finita anche peggio. (CorSera.it) 

The box, un piccolo inferno sulla terra, un buco dove affonda ogni speranza. Questo è MCC, il Metropolitan Correctional Center di New York, la prigione dove era rinchiuso Epstein. Di qui sono passati molti criminali, tra gli ultimi un paio di terroristi e il padrino messicano Joaquín Guzmán El Chapo. Sono stati proprio i suoi legali a denunciare quello che molti sapevano: le condizioni sono al limite della tortura. In particolare nella sezione speciale, detta SAM.

Niente luce naturale, celle minuscole infestate da insetti d’ogni tipo, isolamento di 23 ore per chi è a sottoposto a controlli particolari, difficoltà di comunicare con gli altri, anche se poi gli «ospiti» trovano il modo. Lo scorso inverno ci sono stati problemi con il riscaldamento, i «bracci» sono rimasti al gelo. Gli avvocati del boss avevano sostenuto che il loro cliente stava perdendo la vista e rischiava di diventare pazzo. Finito il processo, condannato, lo hanno trasferito in un’altra «tomba», a Supermax, in Colorado.

Leggi la notizia
Migranti,Conference mediterraneens S.E.M. Abdelhamid Senouci Bereksi

Migranti,Conference mediterraneens S.E.M. Abdelhamid Senouci Bereksi "le phénomène migratoire constitue une priorité pour l’ensemble de  la communauté internationale et nécessite également la mobilisation des institutions universitaires seules "

27 Settembre 2017

1ère CONFERENCE MULTILATERALE DES PAYS MEDITERRANEENS

SUR LE PHENOMENE MIGRATOIRE

Université Guglielmo MARCONI, Rome,  27-30 Septembre 2017

Cher(e)s Collègues Mesdames et Messieurs les Ambassadeurs,

- Honorable assistance,

En premier lieu, je voudrais remercier le Rectorat de l’Université Guglielmo MARCONI, en particulier l’Honorable Professeur Massimiliano BARBERINI, pour le choix du thème de cette importante Conférence, ainsi que pour son invitation.

En effet, le phénomène migratoire constitue une priorité pour l’ensemble de  la communauté internationale et nécessite également la mobilisation des institutions universitaires seules, au-delà de toutes autres considérations, qui peuvent apporter dans un esprit scientifique éclairé leur contribution à l’étude des raisons profondes et les répercussions politiques, économiques et sociales positives et/ou négatives de celui-ci aussi bien sur les pays de destination que sur les pays d’origine et de transit.

 

Leggi la notizia