HOTLINE: +39 335 291 766
Monte dei Paschi di Siena sarà un bagno di sangue per 40 mila obbligazionisti truffati.L' intervento sul debito pubblico potrebbe far scattare la Troika

Monte dei Paschi di Siena sarà un bagno di sangue per 40 mila obbligazionisti truffati.L' intervento sul debito pubblico potrebbe far scattare la Troika

22 Dicembre 2016

Roma 22 Dicembre 2016 CorSera.it by Matteo Corsini

Monte dei Paschi di Siena adesso si corre ai ripari,Pier Carlo Padoan si inginocchia al capezzale europeo,ma l'intervento del Tesoro potrebbe far scattare la Troika prima del previsto.Per gli obbligazionisti sarà un bagno di sangue,perchè il burden sharing è inevitabile,così come ad un certo punto si dovrà ricorrere al bail in. Se lo Stato intende salvare MPS ad ogni costo,tanto vale spingere l'Italia fuori dall'Europa,perchè la permanenza nel capitale della banca può perpetuarsi ma in violazione della direttiva 132 del BRRD.

Leggi la notizia
Monte dei Paschi di Siena buco nell'acqua aumento di capitale pronto lo scudo da 20 miliardi

Monte dei Paschi di Siena buco nell'acqua aumento di capitale pronto lo scudo da 20 miliardi

21 Dicembre 2016

CorSera.it by Matteo Corsini

Mi domando se le banche d'affari chiamate al capezzale del Monte dei Paschi di Siena siano dei bookrunners o dei bookmakers da ippodromo.

Monte dei Paschi di Siena l'aumento di capitale si rivela un buco nell'acqua ,la banca nel cratere da 320 mila miliardi di lire passivita'. Non poteva funzionare l'aumento di capitale sul mercato ,lo sapevano tutti,i global coordinator,i bookrunners,una pletora di banche che si azzannerà 450 milioni di euro,800 miliardi di lire per non aver fatto quasi nulla.Lo scenario allarmante è quello di una nuova Lehman,una banca che è trascinata negli abissi da una zavorra da 160 miliardi di euro di passività,molti dei quali sono già crediti deteriorati,ancora non inseriti in bilancio per non appensantire ulteriormente il deficit patrimoniale.Il govereno si appresta pertanto a chiedere l'autorizzazione in Parlamento, per sfondare il debito pubblico per oltre 40 mila miliardi delle vecchie lire. Ma non sarà sufficiente per restituire equilibrio finanziario alla banca piu' antica d'Italia o come qualcuno immagina del mondo.

Leggi la notizia
Monte dei Paschi di Siena senior bridge loan il fondo Atlante si tira indietro una voragine da oltre 60 miliardi di euro

Monte dei Paschi di Siena senior bridge loan il fondo Atlante si tira indietro una voragine da oltre 60 miliardi di euro

19 Dicembre 2016

CorSera.it by Matteo Corsini

Come detto fatto,anzi dire accaduto.Il fondo Atlante si tira indietro dall'operazione di senior bridge loan del Monte dei Paschi di Siena, in evidenza i 27 miliardi di NPL non sono sufficienti a cauterizzare l'ammontare senza fondo dei crediti deteriorati.Il buco nero di MPS entro fine anno sarà ben peggiore dei 27 in via di cartolizzazione, si parla di una forbice tra i 10 e i  15 miliardi di euro,tanti sono i soldi che il Ministero del Tesoro si appresta a rendere disponibili per far fronte alla crisi dell'istituto di credito senese.

Leggi la notizia
Monte dei Paschi di Siena accelereted bookbuild o burden sharing, cosa si nasconde dietro la trattativa con il Qatar?

Monte dei Paschi di Siena accelereted bookbuild o burden sharing, cosa si nasconde dietro la trattativa con il Qatar?

18 Dicembre 2016

Roma 18 Dicembre 2016 aggiornato a ore 23.17 Corsera.it by Matteo Corsini 

Monte dei Paschi di Siena ,al via tra poche ore  l'aumento di capitale da 5 miliardi di euro.Oggi è intervenuto Cristoph Schmidt,consigliere economico della Angela Merkel,secondo il quale la banca senese "dovrebbe essere salvata dai creditori e non dai contribuenti". In effetti, le regole per il salvataggio delle banche in stato di crisi, sono state appena determinate in Europa e la loro violazione costituirebbe un serio imbarazzo per noi e irritazione per la Germania, che soffia sul rispetto sostanziale delle regole.Il fallimento dell'aumento di capitale di MPS, spingerebbe inevitabilmente lo Stato ad aumentare la sua partecipazione nella banca,evitando così il burden sharing,ovvero l'anticamera del bail in.

corsinicase@gmail.com (Nella fotografia dr.Matteo Corsini presidente di Corsini real estate specializzato in NPL acquisto crediti interi stabili alberghi negozi centri commerciale in tutta Italia e servizi di intermediazione settore alberghiero commerciale franchising immobiliare Roma Milano Bologna Firenze Montecarlo) 

 

Leggi la notizia
BCE Srep scoppola su Veneto Banca per Total Capital Ratio LCR Liquidity Coverage ratio e Cet 1 a 8.75% requisiti minimi Pillar I Pillar 2 requirements P2R e riserva capitale Capital Conservation Buffer CCB

BCE Srep scoppola su Veneto Banca per Total Capital Ratio LCR Liquidity Coverage ratio e Cet 1 a 8.75% requisiti minimi Pillar I Pillar 2 requirements P2R e riserva capitale Capital Conservation Buffer CCB

17 Dicembre 2016

Corsera finanza by dr.Matteo Corsini Corsini real estate 

corsinicase@gmail.com

Venezia, 16 dic. - La Bce ha chiesto a Veneto Banca di avere, dal 31 marzo 2017, un Cet1 pari all'8,75%, costituito dalla somma del requisito minimo regolamentare di Pillar I del 4,5%, di un requisito aggiuntivo in materia di fondi propri del 3,00% (Pillar 2 Requirements - P2R) e del requisito combinato di riserva di capitale dell'1,25% per l'anno 2017 (Capital Conservation Buffer -CCB). Inoltre, sempre su base consolidata, si richiede il rispetto di un requisito minimo di Totale Fondi Propri (Total Capital Ratio - TC) del 12,25%. Le decisioni sono state comunicate a conclusione dello Srep, il processo annuale di revisione e valutazione prudenziali. La Bce ha chiesto a Veneto Banca anche di mantenere un coefficiente minimo di copertura della liquidita' ('Liquidity Coverage Ratio - LCR') di almeno 10 punti percentuali superiore al requisito minimo regolamentare (80% a decorrere dal 1 gennaio 2017), l'aggiornamento del Piano Strategico e l'adozione di un Piano Operativo teso a ridurre i Non Performing Loans. .

Leggi la notizia
Crisi economia. Il tourn around dall'euro oggi è possibile. I principi dell'economia elementare.Come uscire dalla moneta unica senza farsi male

Crisi economia. Il tourn around dall'euro oggi è possibile. I principi dell'economia elementare.Come uscire dalla moneta unica senza farsi male

10 Dicembre 2016

CorSera.it by Matteo Corsini

Crisi.Come uscire dalla moneta unica senza farsi male.Tutti gli scenari e le modalita' di attuazione.Che cosa è  " l'economia elementare" e le sue funzioni.La fotografia oggi è quella di un paese uscito da una guerra,questa che stiamo vivendo da oltre 5 anni, è la piu' grande aggressione politica che il nostro paese ha subito dalla seconda Guerra Mondiale in poi.

Il tourn around dall'euro alla lira,oggi sarebbe possibile,anche grazie al prezzo del petrolio,sceso moltissimo negli ultimi due anni.Se uno dei motivi principali di scetticismo nel caso di un recesso dalla moneta unica era quello relativo al costo del nostro fabbisogno energetico,in questo momento sarebbe un problema inesistente.Per quanto attiene alle materie prime,queste potranno continuare ad essere acquistate in dollari, in euro, o nelle monete locali.Moltissime delle nostre principali aziende esportatrici, da anni hanno gia' delocalizzato le loro produzioni all'estero,dunque il fattore dei costi di produzione rimarrebbe inalterato.Al contrario, una drastica svalutazione della moneta interna,consentirebbe al settore turistico ricettivo di rifiatare,con una compensazione nella bilancia commerciale a nostro favore  per circa 250 mila miliardi annui.

Leggi la notizia
Referendum vince il NO .Matteo Renzi si dimette, adesso l'Italia e' in pericolo

Referendum vince il NO .Matteo Renzi si dimette, adesso l'Italia e' in pericolo

05 Dicembre 2016 Referendum vittoria del NO.Quello che i mercati paventano, come evento negativo per l'Italia, si e' purtroppo avverato.Da domani l'Italia scivolerà  nella burrasca dei mercati finanziari dovuta all'incertezza politica e il timore che i Movimento 5 Stelle possa alla fine arrivare a governare in Italia,dando sfogo al sentimento antieuropeista degli italiani. Leggi la notizia
Referendum vince il NO, Matteo Renzi si dimette, è crisi di governo,inizia una fase drammatica per il nostro paese

Referendum vince il NO, Matteo Renzi si dimette, è crisi di governo,inizia una fase drammatica per il nostro paese

05 Dicembre 2016

CorSera.it

Referendum.Fin dalle prime ore del mattino era chiaro che la straordinaria affluenza alle urne indicava che il fronte del NO si stava ingrossando.Il malcontento sociale,la rivolta contro il governo si stava concretizzando nel foto referendario.La vittoria del NO provocherà,come tutti noi sappiamo ,un un lungo periodo di instabilita' dei mercati,con gravissime conseguenze sulla tenuta del nostro debito pubblico.Gli italiani adesso devono preoccuparsi di questo e credo che Matteo Renzi nel suo discorso a caldo dopo la sconfitta,abbia fatto bene a sottolineare che chi ha vinto si assume la responsabilita' di un paese sull'orlo del baratro.Purtroppo andremo incontro ad un periodo difficilissimo,e la speculazione cercherà di far vacillare l'Italia e insieme all'intero sistema europeo.Mi chiedo se questa volt ail bazooka di Mario Draghi sara' sufficiente a sostenere il nostro paese dalla crisi finanziaria che ci investrira' come uno tsunami.

Leggi la notizia
Banca Popolare di Vicenza danni per centinaia di milioni, buco nei bilanci come una voragine

Banca Popolare di Vicenza danni per centinaia di milioni, buco nei bilanci come una voragine

03 Dicembre 2016 Il danno subito dalla Banca Popolare di Vicenza a causa della gestione dei vertici in carica dal 2013 al 2015 "si può ragionevolmente stimare nell'ordine di diverse centinaia di milioni di euro". E' quanto scrive il cda della Banca nella relazione all'assemblea del 13 dicembre che discuterà l'azione di responsabilità nei confronti degli ex amministratori. Secondo il cda "la quantificazione di tale danno andrà verosimilmente incrementandosi" anche per "l'ingente danno reputazionale subito dalla Banca". Il Cda, viene spiegato nella relazione, "ritiene che sussistano sufficienti e fondati elementi per promuovere l'azione di responsabilità" nei confronti "di ex direttori generali e di ex vice direttori generali, di ex amministratori esecutivi e non esecutivi (incluso il Presidente del Consiglio di Amministrazione), nonché di ex sindaci, in carica nel periodo intercorrente tra il 1 gennaio 2013 e il mese di maggio 2015".  Leggi la notizia
CorSera Immobiliare GEIE il gioco delle tre carte:come far volatilizzare il patrimonio immobiliare dalle azioni esecutive del fisco

CorSera Immobiliare GEIE il gioco delle tre carte:come far volatilizzare il patrimonio immobiliare dalle azioni esecutive del fisco

20 Novembre 2016

Veniamo da un lungo periodo di fuochi pirotecnici.quando in Italia imperversava la bolla immobiliare.Periodo che venne contraddistinto da mirabolanti operazioni immobiliari tra gruppi privati finanziati dalle banche,quelle che oggi sono sull'orlo del default, e che si stringono in alleanze strategiche, per riempire i bilanci dell'una con la merda dell'altra.

Leggi la notizia
CorSera economia sale il real estate Unicredit MPS banche sull'orlo di una crisi di nervi il sistema bancario italiano e' fallito

CorSera economia sale il real estate Unicredit MPS banche sull'orlo di una crisi di nervi il sistema bancario italiano e' fallito

20 Novembre 2016

L'aumento di capitale di Unicredit sara' di quasi 20 mila miliardi la manovra finanziaria di un paese come l'Italia.L'intero sistema bancario italiano si puo' dire fallito e nessuno ancora ne parla.I bilanci di queste imprese sono affogati da centinaia di miliardi di euro di proprieta' immobiliari il cui valore si e' dimezzato.Ma in controtendenza il mercato immobiliare ,proprio in questa fase di crisi,tende a riequilibrarsi e riprende tono vigore .

Leggi la notizia
CorSera digital edition economia e finanza referendum Matteo Corsini : quando lo spread diventa l'ago della bilancia

CorSera digital edition economia e finanza referendum Matteo Corsini : quando lo spread diventa l'ago della bilancia

20 Novembre 2016 CorSera Referendum quando lo spread diventa l'ago della bilancia referendario.Non c'e' dubbio che lo spread nelle ultime settimane sta salendo,quasi fosse un campanello di allarme per tutti quei cittadini chiamati ad esprimersi sui questiti referendari.Come tutti sanno il rischio paese in Italia si basa proprio su quel fatidico NO o SI .Qualora vincesse il NO il rischio paese vedrebbe una salita stellare finendo a 6 ,mentre se ovesse predominare il SI,lo stesso rating paese si dimezzerebbe finendo a 3.Qualcosa ci dice che chi cerca di influenzare il cammino politico del nostro paese agisce contestaulmente sulle leve del mercato finanziario ,ma e' anche logico pensare che un paese fermo al palo delle riforme da oltre 50 anni non ha alcuna chance di rinnovamento e dunque di migliorare le sue aspettative nel medio periodo. Leggi la notizia
New Jersey, incubo terrorismo trovati 5 ordigni in uno zaino alla stazione

New Jersey, incubo terrorismo trovati 5 ordigni in uno zaino alla stazione

19 Settembre 2016 Nuovo allarme negli Stati Uniti. All'indomani dell'esplosione avvenuta a Manhattan (Video), uno zaino con all'interno 5 ordigni è stato trovato nella stazione di Elisabeth, nel New Jersey. Lo zaino, trovato da due uomini alle 21.30 di ieri sera ora locale, si trovava in un cesto della spazzatura. A riferirlo è la Cnn sul suo sito citando il sindaco di Elisabeth, Chris Bollwage. Nessun cellulare o dispositivo di innesco a tempo è stato rinvenuto accanto agli ordigni, ha precisato il primo cittadino di Elisabeth. Credendo che contenesse qualche valore, ricostruisce NJ.com, i due uomini hanno preso l'involucro ma si sono accorti della presenza di fili. A questo punto lo hanno lasciato sul posto e allertato la polizia. Leggi la notizia
Piazza affari crolla Monte dei Paschi di Siena crisi economica senza ritorno

Piazza affari crolla Monte dei Paschi di Siena crisi economica senza ritorno

17 Settembre 2016 Chiudono in rosso le principali piazze finanziarie europee con Milano che mette a segno la peggiore performance di giornata, zavorrata dai titoli del comparto bancario a partire da Mps. A Milano il Ftse Mib lascia sul terreno il 2,43% e l'All Share il 2,2%. Francoforte perde l'1,49%, Parigi lo 0,93%, Madrid -0,94%. La piazza di Londra perde meno delle altre e termina l'ottava con il Ftse 100 in calo dello 0,3%. Leggi la notizia
Corsera finanza 15 agosto 2016 rimbalza il petrolio Wall Street nuovo record

Corsera finanza 15 agosto 2016 rimbalza il petrolio Wall Street nuovo record

15 Agosto 2016 Piazza Affari è rimasta chiusa per Ferragosto a differenza dei listini del resto del mondo che - seppure con volumi limitati - hanno archiviato una seduta positiva sostenuti dai mercati emergenti dove gli acquisti sono stati spinti dal rally del petrolio tornato ai massimi aprile. I principali indici di Wall Street ritoccano al rialzo i loro massimi storici, mentre Francoforte si riporta in attivo da inizio anno. Il buon umore degli investitori dipende anche dal calo delle  Leggi la notizia
Mps la Grande Truffa degli aumenti di capitale bidone maxi risarcimento danni da 300 milioni di euro

Mps la Grande Truffa degli aumenti di capitale bidone maxi risarcimento danni da 300 milioni di euro

13 Agosto 2016

Coop Centro Italia cita per danni anche Consob sui prospetti per Alexandria e Santorini. Citazioni in sede civile anche da centinaia di piccoli soci Mps. Maxi richiesta di risarcimenti anche da Riscossione Sicilia per 106 milioni. Il fondo Fintech va al 2,2%

Leggi la notizia
MPS LA FARSA DELL'AUMENTO DI CAPITALE CONTINUA QUASI 1000 MILIONI SPESI IN COMMISSIONI PER LE BANCHE D'AFFARI

MPS LA FARSA DELL'AUMENTO DI CAPITALE CONTINUA QUASI 1000 MILIONI SPESI IN COMMISSIONI PER LE BANCHE D'AFFARI

08 Agosto 2016

LONDRA (Reuters) - Gli istituti di credito italiani in difficoltà stanno offrendo grandi opportunità di profitto alle banche d'investimento, con il Monte dei Paschi di Siena che si appresta a pagare tra le commissioni più elevate quest'anno in Europa per organizzare il suo impegnativo piano di salvataggio.

 

Leggi la notizia
Corsera finanza Wall Street sesso a gogo' apre su nuovi massimi ma potrebbe stornare,Milano avanza con i finanziari

Corsera finanza Wall Street sesso a gogo' apre su nuovi massimi ma potrebbe stornare,Milano avanza con i finanziari

08 Agosto 2016 Apertura in leggero rialzo per Wall Street. In avvio l'indice Dow Jones segna un progresso dello 0,05%, il Nasdaq sale dello 0,06% e l'S&P500 dello 0,09% , aggiornando il record a 2.184,81 punti. Venerdì scorso la Borsa di New York ha chiuso in positivo, con il nuovo massimo storico dell'S&P500, salito oltre i 2182 punti. A sostenere gli scambi i buoni dati sul mercato del lavoro americano, diffusi venerdì, che hanno visto il numero dei nuovi occupati salire molto più delle attese, andando così ad aumentare l’ottimismo degli operatori sullo stato di salute della pima economia mondiale. Leggi la notizia
MPS LA TRAGEDIA CONTINUA L'AGENZIA DI RATING FITCH ABBASSA L'OUTLOOK

MPS LA TRAGEDIA CONTINUA L'AGENZIA DI RATING FITCH ABBASSA L'OUTLOOK

04 Agosto 2016 (ANSA) - ROMA, 4 AGO - Fitch accende un faro sul Monte dei Paschi di Siena, ponendo il rating a lungo termine B- in 'Rating Watch Evolving', ovvero 'in evoluzione', cioè passibile di aumenti o tagli. Tutto dipende, si legge in una nota dell'agenzia, dall'esito del piano di dismissione dei crediti in sofferenza e dell'aumento di capitale da 5 miliardi di euro. "I rating potrebbero essere alzati se l'operazione verrà completata con successo, ma un suo fallimento aumenterebbe il rischio di un crack della banca e di perdite imposte ai creditori junior e senior".
    Secondo l'agenzia, la probabilità che i creditori senior debbano sopportare perdite è inferiore a quella del fallimento della banca, soprattutto perché un fallimento della banca in caso di flop dell'aumento di capitale non comporterebbe necessariamente predite per i creditori senior se venisse trovata una soluzione che coinvolgesse i creditori junior. Leggi la notizia
PIAZZA AFFARI CROLLANO LE BANCHE DIVESELLING PER MPS A -16%  MATTEO CORSINI COME SPINGERE L'ITALIA FUORI DALLA MORSA DELLA CRISI

PIAZZA AFFARI CROLLANO LE BANCHE DIVESELLING PER MPS A -16% MATTEO CORSINI COME SPINGERE L'ITALIA FUORI DALLA MORSA DELLA CRISI

02 Agosto 2016

Corsera.it di Matteo Corsini.

Le notizie finanziarie della giornata mi pare che non fanno altro che aggiungere benzina nel fuoco che divampa ormai da anni nella struttura stessa del nostro sistema economico, oltre che in quello bancario,spazzato via da una mediocre quanto insufficiente politica  dei nostri governi.Su MPS mi pare che sono stato un facile profeta,definendola il gigante Titanic "urtato da un iceberg da 100 miliardi "  , infatti titolo di Piazzetta Salimbeni e' andato in DIVESELLING di oltre il 16% .Non c'e' dubbio che l'intero settore bancario risente della crisi economica italiana, ma sopratutto della deflazione originatasi dai rigidi parametri di conservazione del potere di acquisto dell'euro.

Leggi la notizia