Giovedi' 30 Giugno 2022
HOTLINE: +39 335 291 766
CORSERA FINANCIAL EDITION GIAPPONE TERREMOTO BANCA MONDIALE DANNI FINO A 235 MILIARDI DI DOLLARI

CORSERA FINANCIAL EDITION GIAPPONE TERREMOTO BANCA MONDIALE DANNI FINO A 235 MILIARDI DI DOLLARI

22 Marzo 2011

Tokyo 22 Marzo 2011 CORSERA.IT

(Fonte Il Sole 24 Ore)I costi del terremoto e dello tsunami che hanno colpito il Giappone dieci giorni fa saranno probabilmente i più alti fra quelli causati da disastri naturali nella storia recente, secondo uno studio diffuso ieri dalla Banca mondiale. Le stime della World Bank indicano che questi costi possono arrivare fino a 235 miliardi di dollari, il 4% circa del prodotto interno lordo giapponese. «È troppo presto per stimare i danni con accuratezza - sostiene lo studio - ma è probabile che siano maggiori di quelli del terremoto che ha colpito la città di Kobe nel 1995». Per il momento, le stime contenute nella prima valutazione del disastro dell'11 marzo da parte della Banca oscillano fra 122 e 235 miliardi di dollari, mentre i danni causati dal terremoto di Kobe

Leggi la notizia
GIAPPONE TSUNAMI DOPO IL TERREMOTO SUPERINFLAZIONE.8000 MILIARDI DI EURO SUL CIRCUITO INTERBANCARIO.

GIAPPONE TSUNAMI DOPO IL TERREMOTO SUPERINFLAZIONE.8000 MILIARDI DI EURO SUL CIRCUITO INTERBANCARIO.

17 Marzo 2011 Tokyo, 17 mar - La banca di Tokyo ha immesso, in due operazioni separate, altri 8.000 miliardi di yen sul circuito interbancario, per stabilizzare i mercati. In una prima fase ha immesso 5.000 miliardi, portando il totale da lunedi' a 33.000 miliardi di yen 8300 miliardi di euro). In una seconda fase ha offerto altri 3.000 miliardi attraverso strutture collaterali. Mai-Y- 17-03-11 07:51:44 (0032)ASIA 3 Leggi la notizia
CORSERA ECONOMIA BANCHE CONTI CORRENTI MENO SICURI.

CORSERA ECONOMIA BANCHE CONTI CORRENTI MENO SICURI.

09 Marzo 2011 MILANO - Giovedì in Consiglio dei ministri un decreto legislativo modificherà l'attuale normativa in materia di rimborsi ai correntisti in caso di fallimento bancario. Armonizzandola a livello europeo. La nuova normativa, che permette di far entrare in vigore una direttiva Ue, prevede un massimo di 100 mila euro per il rimborso di ogni correntista in caso di fallimento della banca. Rimborso che deve arrivare entro venti giorni dalla liquidazione coatta, prorogabili in circostanze eccezionali per altri dieci giorni da Bankitalia. Leggi la notizia
ECONOMIA BENZINA RECORD STORICO SPECULAZIONE SELVAGGIA.

ECONOMIA BENZINA RECORD STORICO SPECULAZIONE SELVAGGIA.

07 Marzo 2011 ROMA - La soglia di 1,568 euro al litro raggiunta oggi dalla benzina verde nei distributori della Esso rappresenta il nuovo record storico, dopo il massimo di 1,560 euro toccato il 15 luglio del 2008. Si tratta del record del prezzo consigliato sul territorio nazionale, che poi sale anche oltre 1,6 euro in alcune aree del Paese, come la Campania, a causa delle addizionali regionali.

Adoc:"Fino a1.200 euro l'anno su tasche delle famiglie". "Se gli aumenti dei carburanti dovessero continuare con gli stessi ritmi di questi ultimi giorni entro due mesi la verde supererebbe quota 1,70 euro al litro". L'allarme arriva dal presidente dell'Adoc, Carlo Pileri, secondo il quale in un simile scenario si avrebbe "una significativa ripercussione sui bilanci delle famiglie.... Leggi la notizia
CORSERA ECONOMIA  INFLAZIONE BOOM ITALIANI PIU' POVERI.

CORSERA ECONOMIA INFLAZIONE BOOM ITALIANI PIU' POVERI.

06 Marzo 2011 (ANSA) - VENEZIA, 5 MAR - Il boom dei prezzi e delle tariffe rischia di alleggerire in maniera pesante i portafogli delle famiglie italiane, che a fine anno potrebbero veder aumentare la loro spesa media di quasi 860 euro. E al Nord rischia di andare peggio che al Sud, con il caro vita che toglierebbe dalle tasche dei cittadini quasi mille euro, contro i circa 630 del Meridione. E' quanto emerge da un'elaborazione della Cgia di Mestre sui dati Istat dell'indagine sui comportamenti di spesa delle famiglie. A livello territoriale staranno peggio - secondo la Cgia - le famiglie del Nord, con un salasso da 989,3 euro (pari al +2,95%). Piu' contenuti, invece, i possibili aumenti al Centro (+897,9 euro pari al +2,94%) ed al Sud (+634,8 euro con una variazione del +2,76%). Le piu' colpite dagli aumenti rischiano di essere quelle dei lavoratori autonomi (artigiani e commercianti), per i quali la variazione potrebbe attestarsi al +2,94% (in termini assoluti +1.017,7 euro). I nuclei con a capo un libero professionista, invece, potrebbero veder aumentare la spesa familiare di 1.289,6 euro (+2,91%). Anche la situazione delle famiglie degli operai non pare destinata a migliorare. La crescita della spesa potrebbe essere pari a 862,6 (+2,88%). La Cgia dipinge un quadro pesante per le famiglie dei pensionati o di chi cerca lavoro: per i primi l'aumento di spesa dovrebbe essere pari a 739,7 (+2,83%), per i secondi di 638,5 (+2,82%).Per i giovani single gli aumenti potrebbero essere quelli piu' alti, +2,92% (pari a +643,7 euro), ma il caro vita dovrebbe pesare anche sulle coppie con un figlio o due figli (+2,90% per entrambi), mentre per gli anziani soli, la variazione e' +2,90% (+ 481 euro).
Leggi la notizia
USA RECORD TOYOTA AUTOMOBILI VENDITE +41.8%

USA RECORD TOYOTA AUTOMOBILI VENDITE +41.8%

01 Marzo 2011 -0,36% a 92,96 dollari a Wall Street per le Adr di Toyota Motor Corporation. Le American depositary receipt sono certificati che rappresentano un titolo azionario emesso da una società non americana. La società nipponica a febbraio nel mercato a stelle e strisce ha registrato una crescita delle vendite del 41,8% a 141.846 auto Leggi la notizia
RCS CORRIERE DELLA SERA GIUSEPPE ROTELLI SALE ANCORA.

RCS CORRIERE DELLA SERA GIUSEPPE ROTELLI SALE ANCORA.

27 Febbraio 2011 (Il Sole 24 Ore Radiocor) - Milano, 25 feb - L'imprenditore Giuseppe Rotelli ha acquistato nuove azioni di Rcs Mediagroup sul mercato dei blocchi. L'acquisto ha riguardato un numero di azioni Rcs pari allo 0,0928% del capitale della societa' e per un ammontare di circa 830 mila euro.
L'imprenditore della sanita' e' il secondo azionista di Rcs, dopo Mediobanca, al di fuori del patto di sindacato. Rotelli possiede infatti l'11,068% di Rcs (di cui il 3,522% come partecipazione potenziale
Leggi la notizia
CESARE ROMITI:SILVIO BERLUSCONI ATTACCO AL CORRIERE DELLA SERA?

CESARE ROMITI:SILVIO BERLUSCONI ATTACCO AL CORRIERE DELLA SERA?

27 Febbraio 2011

Roma 27 febbraio 2011 CORSERA.IT

Decreto Mille proroghe,a parlare è Cesare Romiti,il grande Padre dell'Italia moderna,l'amministratore che solitario resistette al terrorismo delle Brigate Rosse,che forse permise alla FIAT di superare quel momento difficile.Se c'è una persona che ammiro personalmente nel mondo del capitalismo italiano è proprio Cesare Romiti a cui va tutto il nostro rispetto e la nostra ammirazione.Un uomo,un padre,l'amministratore delegato di una Grande famiglia come la FIAT.

MILANO - Se Mediaset si interessasse alla carta stampata sulla scorta della norma sugli incroci tra tv e stampa contenuta nel decreto Milleproroghe «sarebbe un ulteriore gravissimo passo della nostra economia e del nostro sistema di vita». Lo ha detto Cesare Romiti in un'intervista con Maria Latella su SkyTg24, sottolineando che peggiorerebbe il «sistema di libertà» garantito dai giornali italiani. Romiti ha affermato di non credere alle affermazioni del presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri...

Leggi la notizia
FIAT SERGIO MARCHIONNE NEL MIRINO DELLE BRIGATE ROSSE.

FIAT SERGIO MARCHIONNE NEL MIRINO DELLE BRIGATE ROSSE.

09 Gennaio 2011

Torino 8 Gennaio 2011 CORSERA.IT

Sergio Marchionne è forse in serio pericolo di vita.Le Brigate Rosse lo hanno messo sotto mira.La minaccia arriva da una scritta siglata sopra un manifesto pubblicitario nel pieno centro di Torino.La FIAT in rimonta,quella del successo americano,che ha rivoluzionato la cultura industriale degli ultimi venti anni a gestione Romiti,adesso è nell'occhio del ciclone.Sergio Marchionne vince e qualcuno vuole...

Leggi la notizia
WALL STREET MORTO SUICIDA MARK MADOFF FIGLIO DI BERNARD IL TRUFFATORE.

WALL STREET MORTO SUICIDA MARK MADOFF FIGLIO DI BERNARD IL TRUFFATORE.

11 Dicembre 2010

New York 10 Dicembre 2010 CORSERA.IT

Mark Madoff il figlio di Bernard Madoff il truffatore dello schema Ponzie,è stato ammazzato come un cane.Mark Madoff è stato ritrovato impiccato nel suo appartamento di Manahattan.Qualcuno si è vendicato per l'enorme truffa tramata ai danni di migliaia di investitori.Bernard Madoff aveva...

Leggi la notizia
CRAC PARMALAT 18 SCHIAFFONI A CALISTO TANZI.FAUSTO TONNA 14 ANNI.

CRAC PARMALAT 18 SCHIAFFONI A CALISTO TANZI.FAUSTO TONNA 14 ANNI.

09 Dicembre 2010 PARMA - Per il crac Parmalat da 14 miliardi di euro, il Tribunale di Parma ha condannato l'ex patron della società Calisto Tanzi a 18 anni di reclusione. Il tribunale, presieduto da Eleonora Fiengo, ha emesso la sentenza dopo circa 6 ore di camera di consiglio. Il pm aveva chiesto per lui 20 anni 2 di carcere. Condannati anche gli altri 16 dirigenti Parmalat imputati in questo processo. Per tutti l'accusa è di bancarotta fraudolenta: 14 anni a Fausto Tonna, 10 anni e mezzo stabiliti per il fratello di Calisto, Giovanni Tanzi.

Leggi la notizia
ITALIA DEBITO PUBBLICO VOLA AL 120%.TREMONTI TRAGEDIA INFERNALE.UNA VORAGINE OLTRE OGNI PREVISIONE.

ITALIA DEBITO PUBBLICO VOLA AL 120%.TREMONTI TRAGEDIA INFERNALE.UNA VORAGINE OLTRE OGNI PREVISIONE.

29 Novembre 2010 ROMA - Crescita moderata, di poco oltre l'1% nel 2010 e nel 2011, ma soprattutto deficit non allineato ancora nel 2012. Le previsioni economiche d'autunno della Commissione Europea prospettano un andamento mediocre dell'economia italiana almeno nei prossimi due anni. Secondo il rapporto, in Italia il Pil salirà nel 2011 dell'1,1%, lo stesso tasso di quest'anno, mentre nel 2012 la crescita sarà leggermente superiore (+1,4%), anche se resterà inferiore di circa mezzo punto rispetto alla media dell'Eurozona. Quanto al disavanzo, dopo il picco del 5,3% nel 2009, il rapporto deficit/Pil è destinato a scendere, ma più .... Leggi la notizia
WALL STREET CONSUMI REALI IN AUMENTO MERCATO AZIONARIO IN RIALZO.

WALL STREET CONSUMI REALI IN AUMENTO MERCATO AZIONARIO IN RIALZO.

24 Novembre 2010

L'azionario Usa è in netto rialzo nella tarda serata grazie ai dati sui consumi reali e sulla richieste dei sussidi di disoccupazione che hanno rafforzato la prospettiva che la ripresa economica stia prendendo piede.

Il dato fa ben sperare per la stagione festiva, che tardizionalmente parte con il prossimo venerdì, il giorno dopo la festività del Ringraziamento, secondo gli analisti. I dati economici positivi stanno dando carburante ai mercati dopo due giorni di perdite.

"Se si guarda ai trend a lungo, la spesa dei consumatori sta continuando a migliorare. Anche la situazione dei disoccupati, che tutti sanno essere brutta, sta lentamente ma sicuramente migliorando", dice un broker

Leggi la notizia
IRLANDA.OK DA MINISTRI UE A SALVAGENTE CONTRO BANCAROTTA.

IRLANDA.OK DA MINISTRI UE A SALVAGENTE CONTRO BANCAROTTA.

21 Novembre 2010

(ANSA) - BRUXELLES, 21 NOV - I ministri Ue e della zona dell'euro danno il via libera ad un piano di salvataggio per l'Irlanda. Lo conferma una nota congiunta di Eurogruppo ed Ecofin emessa al termine della riunione. I ministri 'sono d'accordo sul fatto che fornire assistenza all'Irlanda significa salvaguardare la stabilita' finanziaria della zona euro e di tutta l'Ue'. L'aiuto all'Irlanda sara' finanziato per la 1/a volta con il Fondo salva-Stati varato dai leader Ue nel maggio scorso per i Paesi euro in difficolta'.

Leggi la notizia
CORSERA ECONOMIA 2 MILIARDI EURO BUCO ITALIA FALLIMENTO FINANZIARIA EUROPEA.

CORSERA ECONOMIA 2 MILIARDI EURO BUCO ITALIA FALLIMENTO FINANZIARIA EUROPEA.

17 Novembre 2010 (ANSA) - BRUXELLES, 16 NOV - Per l'Italia si profila un buco di cassa da almeno 2 miliardi di euro se scattera' l'esercizio provvisorio del bilancio Ue a causa del fallimento delle trattative per l'approvazione della 'finanziaria' europea per il 2011. La stima, prudenziale, e' stata fatta da fonti comunitarie e si riferisce ai rimborsi che l'Ue per molti mesi potrebbe non essere in grado di pagare all'Italia a fronte di quanto gia' anticipato dalle casse dello stato agli imprenditori agricoli per la Pac europea Leggi la notizia
CORSERA ECONOMIA UNICREDIT DIETER RAMPL INCONTRO CON LE FONDAZIONI AZIONISTE.

CORSERA ECONOMIA UNICREDIT DIETER RAMPL INCONTRO CON LE FONDAZIONI AZIONISTE.

17 Novembre 2010

Si è svolto stamane un incontro tra il presidente di UniCredit Dieter Rampl e i vertici delle fondazioni azioniste.

Secondo fonti vicine alla situazione si è trattato di un incontro di routine sulle strategie della banca anche in vista del piano industriale che potrebbe essere sul tavolo del Cda tra un mese.

"Come consuetudine, il presidente vuole sentire gli azionisti per avere suggerimenti e pareri sulle visioni strategiche della banca", dice una fonte vicina alla situazione.

"Si tratta soprattutto di incontri anche relazionali, si è parlato dello spirito del piano industriale della banca senza entrare nei dettagli", dice una seconda fonte vicina alla situazione.

Le Fondazioni hanno ribadito al presidente Rampl che Unicredit (Milano: UCG.MI - notizie) deve restare un gruppo con convocazione internazionale, ha aggiunto la fonte

Leggi la notizia
CORSERA ECONOMIA.GEORGE OSBORNE: GRAN BRETAGNA UN GOAL PER L'IRLANDA.

CORSERA ECONOMIA.GEORGE OSBORNE: GRAN BRETAGNA UN GOAL PER L'IRLANDA.

17 Novembre 2010

Bruxelles, 17 nov. (Adnkronos/Aki) - La Gran Bretagna e' pronta ad intervenire per aiutare l'Irlanda e il suo settore bancario. Lo ha dichiarato il minsitro delle finanze inglese George Osborne al suo arrivo a Bruxelles per il consiglio Ecofin. "Siamo pronti ad agire negli interessi della Gran Bretagna", ha affermato Osborne.

"L'Irlanda e' il nostro piu' vicino confinante ed e' nel nostro interesse che economia irlandese sia vincente e abbia un sistema bancario stabile", ha sottolineato il cancelliere dello scacchiere, speigando che "per questo la Gran Bretagna e' pronta ad aiutare l'Irlanda per quanto riguarda la stabilita'".

Leggi la notizia
LOS ANGELES FIAT 500.SERGIO MARCHIONNE UN GIORNO DA LEONE NEGLI USA.

LOS ANGELES FIAT 500.SERGIO MARCHIONNE UN GIORNO DA LEONE NEGLI USA.

17 Novembre 2010

New York (Xetra: A0DKRK - notizie) , 17 nov. - (Adnkronos) - "Una possibile crisi di governo? E' questo il problema. Non e' un bel modo per gestire il paese. La mancanza di chiarezza e' quello che innervosisce il mondo intero. Le persone serie queste cose non le fanno". E' il commento - riportato da SkyTg24 - dell'amministratore delegato del gruppo Fiat (Milano: F.MI - notizie) , Sergio Marchionne, alla situazione politica italiana.

Raggiunto a Los Angeles, dove Marchionne presentera' ufficialmente il ritorno Fiat negli Stati Uniti dopo 27 anni, con la commercializzazione della 500, Marchionne ha sottolineato: "Abbiamo bisogno di stabilita' per fare le cose. L'instabilita' non aiuta ne' a livello di clientela ne' a livello di gestione industriale del paese. Abbiamo bisogno di certezze" ha aggiunto, osservando che "non e' un problema solo italiano, ma europeo. E' una situazione non facile che va impattare anche sull'atteggiamento dei consumatori e dei clienti".

Leggi la notizia
CRISI ECONOMIA.UNICREDIT DECOLLA IN AUSTRIA OLTRE IL 50% UTILI.

CRISI ECONOMIA.UNICREDIT DECOLLA IN AUSTRIA OLTRE IL 50% UTILI.

10 Novembre 2010 Su risultato nove mesi pesano svalutazioni per Kazakhstan (Il Sole 24 Ore Radiocor) - Vienna, 10 nov - Bank Austria, controllata austriaca di UniCredit alla quale fanno capo le operazione nell'Europa centro-orientale (Cee), ha chiuso il terzo trimestre con un utile netto di 302 milioni, oltre il doppio dei 179 milioni di un anno prima. L'utile operativo e' migliorato del 10% a 863 milioni. L'utile ante imposte, prima delle voci straordinarie, e' salito a 450 milioni (da 176 milioni un anno prima), il miglior risultato su base trimestrale dal primo trimestre 2009. Le svalutazioni sulle attivita' in Kazakhstan del secondo trimestre (162 milioni) hanno pesato sul bilancio dei primi nove mesi che si e' chiuso con un utile netto in calo dell'11% a 761 milioni. Gli accantonamenti a rischio crediti sono stati ridotti del 19% a 1,31 miliardi con una flessione del 23% in Austria e del 17% nella Cee, e l'utile operativo si e' attestato a 2,6 miliardi (-7%). Red-mir- (RADIOCOR) 10-11-10 08:57:23 (0068) 3 Leggi la notizia
CRISI FINANZIARIA.ALLARME SPAGNA,RECORD RISCHIO DEFAULT.

CRISI FINANZIARIA.ALLARME SPAGNA,RECORD RISCHIO DEFAULT.

09 Novembre 2010

(ANSA) - ROMA, 9 NOV - Sono tutti in rialzo oggi i costi per assicurarsi contro un eventuale default di un cosiddetto Paese periferico di Eurolandia. I credit default swaps sul debito della Spagna toccano un nuovo record storico a 275,5 punti base, quelli sul Portogallo salgono a 473,5 punti, quelli sull'Irlanda a 602, quelli sulla Grecia a 871 e quelli sull'Italia a 204 punti, secondo i dati di Cma Datavision. Secondo gli economisti sta calando la fiducia del mercato nella Spagna.

Leggi la notizia