Giovedi' 18 Aprile 2024
HOTLINE: +39 335 291 766
BARACK OBAMA DOPO OSAMA BIN LADEN TEME PER LA SUA VITA

BARACK OBAMA DOPO OSAMA BIN LADEN TEME PER LA SUA VITA

09 Maggio 2011

New York 9 Maggio 2011 CORSERA.IT di Matteo Corsini

Se pensiamo che ci sono voluti dieci anni per snidare e uccidere Osama Bin Laden,oggi ci viene il sospetto,che forse nessuno all'interno dell'amministrazione americana,avesse avuto il coraggio di esporsi fino in fondo su questa decisione.

BARACK OBAMA adesso teme per la sua vita,sopratutto quella dei suoi familiari.Non lascia dubbi,la decisione assunta per chiudere la partita con Osama Bin Laden,espone lo stesso Presidente americano a qualsiasi tentativo di

Leggi la notizia
BARACK OBAMA OSAMA BIN LADEN MERITAVA QUELLO CHE HA AVUTO

BARACK OBAMA OSAMA BIN LADEN MERITAVA QUELLO CHE HA AVUTO

09 Maggio 2011 AGI) - Washington, 9 mag. - Il presidente Usa, Barack Obama, non ha alcun rimpianto per non aver catturato vivo Osama Bin Laden. "Nervoso com'ero, l'unica cosa cosa che mi impediva di dormire era la possibilita' di eliminare Bin Laden. Giustizia e' fatta. E chiunque metta in discussione che l'autore di stragi su suolo americano non meritasse quello che avuto, deve farsi esaminare il cervello". In un'intervista alla Cbs, il presidente Usa e' tornato a parlare del raid ad Abbottabad.
  "Sono stati i 40 minuti piu' lunghi della mia vita, con la sola eccezione del momento in cui Sasha (la figlia) ebbe la meningite, a tre mesi, e attendevo il medico che mi dicesse che tutto andava bene". Obama ha raccontato che, alla vigilia del raid, non avendo l'assoluta certezza che il 'principe del terrore' fosse all'interno della villa-fortezza, ripensava con estrema tensione ai fallimenti delle operazioni americane nel passato: la battaglia di Mogadiscio nel 1993, in cui due elicotteri Black Hawk furono abbattuti dai miliziani, che poi trascinarono i cadaveri dei soldati Usa per le strade; oppure la missione fallita di salvataggio, nell'aprile del 1980, degli Leggi la notizia
USA  TERRORISMO AL QAEDA NON E' ANCORA SCONFITTA

USA TERRORISMO AL QAEDA NON E' ANCORA SCONFITTA

09 Maggio 2011 ANSA) - ROMA, 8 MAG - Gli Stati Uniti non possono considerare Al Qaida ''strategicamente sconfitta'' ma l'uccisione di Obama bin laden e' un importante passo in avanti nella distruzione dell'organizzazione terroristica. Lo ha detto il consigliere per la sicurezza nazionale di Barack Obama, Tom Donilon, secondo il quale Ayman al-Zawahri, numero due di Al Qaida, e' ''lungi dall'essere un capo'' come lo e' stato Bin Laden.
Leggi la notizia
EGITTO IL CAIRO SARA' PUGNO DI FERRO CONTRO LUOGHI DI CULTO

EGITTO IL CAIRO SARA' PUGNO DI FERRO CONTRO LUOGHI DI CULTO

08 Maggio 2011 AGI) - Il Cairo, 8 mag. - Il Consiglio Supremo delle Forze Armate, che regge temporaneamente l'Egitto dalla caduta del regime di Hosni Mubarak, ha annunciato misure durissime per tutelare la "sicurezza nazionale", dopo i nuovi, violenti scontri inter-religiosi al Cairo tra musulmani e copti, che hanno provocato almeno dodici morti e 232 feriti nel solo quartiere nord-occidentale di Imbaba. Contro i perturbatori dell'ordine pubblico saranno applicate le leggi anti-terrorismo, ha fatto sapere la giunta, in particolare nei confronti di chi "attacchi i luoghi di culto e la liberta' di religione". Costoro, ha ammonito il ministro della Giustizia egiziano Mohammed Abdel Aziz el-Guindy, "minacciandola cercano di mettere a repentaglio la sicurezza nazionale", e pertanto saranno trattati alla stregua di criminali con "pugno di ferro", e con la "immediata e ferma applicazione" delle norme penali in materia. I disordini a Imbaba erano scoppiati ieri, dopo che un manipolo di musulmani avevano assaltato la chiesa copta di Santa Mena, dove a loro dire sarebbe stata tenuta segregata contro la sua volonta' una donna, di fede anche lei cristiana, ma decisa a convertirsi all'Islam per poter sposare un uomo di tale fede. Le forze di sicurezza a stento erano riuscite a riassumere un minimo di controllo sul quartiere, effettuando non meno di centonovanta arresti: le persone fermare saranno poi processate da una corte militare. Nella zona le strade sono ancora sbarrate con cordoni di sicurezza eretti dagli agenti in assetto anti-sommossa, mentre sul quartiere e' piombato un black-out a causa dei danneggiamenti inferti alla rete elettrica durante i tumulti. Leggi la notizia
VIDEO CIA OSAMA BIN LADEN GUARDA VIDEOREGISTRATORE

VIDEO CIA OSAMA BIN LADEN GUARDA VIDEOREGISTRATORE

07 Maggio 2011

NEW YORK 7 MAGGIO 2011 CORSERA.IT

La CIA DIFFONDE ALCUNI NUOVI VIDEO CHE RITRAGGONO BIN LADEN NELLA SUA VILLA BUNKER,MENTRE GUARDA UN VIDEO DELLE SUE IMPRESE.

Leggi la notizia
OSAMA BIN LADEN E' DI UN SOSIA IL CADAVERE DELLO SCEICCO DEL TERRORE

OSAMA BIN LADEN E' DI UN SOSIA IL CADAVERE DELLO SCEICCO DEL TERRORE

05 Maggio 2011

NEW YORK 5 MAGGIO 2011 CORSERA.IT di Matteo Corsini

Barack Obama ha scelto,di non esporre le fotografie di Osama Bin Laden Morto.Vuole evitare che quelle immagini "atroci" diventino il simbolo di una rivolta dei fanatici religiosi e scuotano le coscienza del mondo.Vuole che l'America trascorra giorni felici e guardi al futuro con rinnovata serenità.Forse ha dimostrato per la prima volta di essere un vero Presidente,un condottiero,uno a cui affidare il proprio destino,come....

Leggi la notizia
LE FOTO DELL'ORRORE OSAMA BIN LADEN LE FOTOGRAFIE DEI MORTI

LE FOTO DELL'ORRORE OSAMA BIN LADEN LE FOTOGRAFIE DEI MORTI

04 Maggio 2011

NEW YORK 4 MAGGIO 2011 CORSERA.IT

Osama Bin Laden morto.Escono le prime fotografie dello scontro a fuoco tra le guardie del corpo dello Sceicco del terrore e il commando Usa.

Leggi la notizia
USA BARACK OBAMA ECCO LA FOTO DI OSAMA BIN LADEN

USA BARACK OBAMA ECCO LA FOTO DI OSAMA BIN LADEN

04 Maggio 2011

NEW YORK 4 MAGGIO 2011 CORSERA.IT

Osama Bin Laden morto.Se ve lo siete immaginati diverso,da come lo abbiamo visto nella fotografia taroccata,ebbene avete sbagliato.Osama Bin Laden morto è esattamente così.Il volto tumefatto,il foro del proiettile al centro degli occhi,le orbite smussate,come fossero state strappate via dalla violenza del colpo.Il volto dello Sceicco del terrore afflosciato,come sgonfiato,senza materia cerebrale,schizzata via dal foro di uscita,risucchiata dal proiettile.Il volto di plastica di un cartoon di un video gioco,una maschera piena di....

Leggi la notizia
PAKISTAN UCCISO BIN LADEN DA UN COMANDO MILITARE USA

PAKISTAN UCCISO BIN LADEN DA UN COMANDO MILITARE USA

02 Maggio 2011

New York 2 Maggio 2011 CORSERA.IT

Osama Bin Laden è stato ucciso.Il ricercato numero uno al mondo finito nella trappola degli americani nel distretto di Abbottabad,una cittadina a 75 chilometri da Islamabad,in un compaound di altissima sicurezza.

 Hanno ucciso Bin Laden e gli hanno cavato gli occhi,così almeno sembra dalle prime fotografie che cominciano a circolare nel mondo del leader di AL Quaeda.La commozione è fortissima tra i parenti delle vittime dell'11 Settembre.Il presidente Usa Barack Obama ha annunciato l'avvenimento in televisione dichiarando che : "GIUSTIZIA E' FATTA ".

Leggi la notizia
PAKISTAN  STRAPPATI GLI OCCHI AD OSAMA BIN LADEN

PAKISTAN STRAPPATI GLI OCCHI AD OSAMA BIN LADEN

02 Maggio 2011

New York 2 Maggio 2011 CORSERA.IT

Osama Bin Laden è morto,ucciso da un comando di Navy Seals americani.Osama Bin Laden il terrorista incarnazione del Male,ricercato numero 1 al mondo era braccato nel compund vicino ad Islamabad.Osama è morto dopo che gli sono stati strappati entrambi gli occhi dal volto,colpito da un proiettile alla testa.Osama Bin Laden è stato terminato .

Il mondo intero è in festa,la città di New York,che durante l'11 Settembre,subì un numero immenso di vittime,crollarono le Torri Gemelle,simbolo della Grande Mela.

Leggi la notizia
NEW YORK IL CASTIGO DI DIO MORTO SENZA OCCHI OSAMA BIN LADEN

NEW YORK IL CASTIGO DI DIO MORTO SENZA OCCHI OSAMA BIN LADEN

02 Maggio 2011

New York 2 Maggio 2011 CORSERA.IT

La Morte di Osama Bin Laden, il Castigo di Dio.Qualcuno gli ha cavato gli occhi un attimo prima di morire.

Osama Bin Laden è morto,massacrato con un colpo in testa.Osama Bin Laden il re del Male morto senza occhi,non ha visto gli ultimi istanti della sua vita.I carnefici sono giunti rapidi e feroci,pronti a castigare il terrorista più ricercato al mondo.

Giubilo e festa nel mondo occidentale,giubilo nelle strade di New York,alla notizia che è arrivata nel pieno della notte,direttamente dal Presidente degli USA Barack Obama.Giustizia e' fatta,ha esclamato. 

Leggi la notizia
RAID NATO UCCISO SAIF AL ARAB IL BELLISSIMO FIGLIO DEL COLONNELLO GHEDDAFI

RAID NATO UCCISO SAIF AL ARAB IL BELLISSIMO FIGLIO DEL COLONNELLO GHEDDAFI

01 Maggio 2011

Tripoli 1 Maggio 2011 CORSERA.IT

Nella notte di sabato,le bombe della Nato,hanno colpito a morte uccidendo Saif el Arab a,l'ultimogenito del Colonello Muammar Gheddafi.Un raid aereo che ha chirurgicamente colpito l'abitazione privata della famiglia,dove con ogni probabilità si trovava anche il RAIS Gheddafi.E' ormai indubbio,che se il Colonnello non lascerà il potere e non fermerà il suo esercito,la sua fine è segnata,molto somigliante a quella di Saddam Hussein.  

Leggi la notizia
LIBIA MUAMMAR GHEDDAFI PRONTO A NEGOZIARE

LIBIA MUAMMAR GHEDDAFI PRONTO A NEGOZIARE

30 Aprile 2011

Tripoli 30 Aprile 2011 CORSERA.IT

Pronti per la Pace in ogni direzione.Mi domando come ci si possa sentire nei panni del leade libico Gheddafi,quando ogni giorno decine di missili sofisticatissimi cercano la tua testa,dentro ogni palazzo,sotto ogni bunker.Muammar Gheddafi deve essere arrivato all'estremo delle sue forze e la partita gioca contro di lui.

Libia.Il leader libico Muammar Gheddafi si è detto pronto a negoziare con Usa e Francia,al fine di fermare i bombardamenti della Nato.Accordo bilaterale di cesate il fuoco,è questa l'idea nella mente del leader libico,che ormai vede il suo potere sgretolarsi giorno dopo giorno.Gheddafi sarebbe pronto a far cessare il fuoco perchè "la porta della pace è aperta".  

Leggi la notizia
MUAMMAR GHEDDAFI LA LIBIA E' IN GUERRA CON L'ITALIA

MUAMMAR GHEDDAFI LA LIBIA E' IN GUERRA CON L'ITALIA

30 Aprile 2011

(AGI) - Tripoli, 30 apr. - Gheddafi annuncia che la Libia e' in guerra con l'Italia. "Sono rattristato dal fatto che la popolazione di Sirte abbia gridato alla vendetta e minacciato di trasferire la guerra in Italia. Hanno dichiarato che e' ormai guerra aperta tra noi e l'Italia, perche' l'Italia ha ucciso i nostri figli oggi come nel 1911" ha detto Gheddafi nel discorso pronunciato oggi e ripreso dal sito web della tv di Stato libica.

"I libici", ha aggiunto, "hanno tutto il diritto di affermare quello che hanno detto e io non posso imporre nessun mio veto sulla decisione del

Leggi la notizia
LIBIA L'ITALIA ENTRA IN GUERRA BOMBARDAMENTI MIRATI

LIBIA L'ITALIA ENTRA IN GUERRA BOMBARDAMENTI MIRATI

26 Aprile 2011

Londra 26 Aprile 2011 CORSERA.IT di Matteo Corsini

LE FACILI DEMOCRAZIE DA ESPORTAZIONE.

L'Italia ha deciso di entrare in Guerra,congiuntamente con le forze della NATO,ha autorizzato che i nostri aerei militari,possano bombardare il suolo libico contro bersagli ben definiti,mirati.

Conosciamo oggi,dove finisce il confine della democrazia,dove iniziano i regolamenti internazionali,dove una grande democrazia come gli USA,possono intervenire e ledere i diritti altrui,anzi determinarli.Sappiamo oggi cosa sia la Guerra Giusta,su cui il dibattito è acceso da secoli,sappiamo che la nostra assomiglia molto di più a quella...

Leggi la notizia
GIAVA LA FINE DEL MONDO SCOSSA DI TERREMOTO 6.3 SCALA RICHTER

GIAVA LA FINE DEL MONDO SCOSSA DI TERREMOTO 6.3 SCALA RICHTER

26 Aprile 2011

Giava 26 Aprile 2011 CORSERA.IT

Una scossa di terremoto pari a 6,3 gradi di magnitudo ha fatto tremare l'isola indonesiana di Giava. La scossa, secondo fonti locali, e' stata registrata 120 chilometri a sud-ovest di Cilacap, a una profondita' di 24 chilometri .

Leggi la notizia
LIBIA MISURATA ESERCITO GHEDDAFI BATTE IN RITIRATA

LIBIA MISURATA ESERCITO GHEDDAFI BATTE IN RITIRATA

23 Aprile 2011

Livorno 23 Aprile 2011 CORSERA.IT

L'esercito del colonnello libico Muammar Gheddafi batte in ritirata da Misurata.

La Repubblica.TRIPOLI - Le forze di Muammar Gheddafi si starebbero ritirando dalla zona di Misurata, l'importante centro commerciale e porto della Tripolitania in mano ai ribelli a cui danno l'assedio da quasi due mesi. Un militare del regime catturato dai rivoltosi ha riferito che venerdì è arrivato l'ordine del ritiro. La sua dichiarazione conferma quanto anticipato dal viceministro degli Esteri libico, Khaled Kaim, su un cambio di strategia, legato alla volontà del regime di affidare le decisioni sul controllo della terza città libica alle tribù locali. "La situazione a Misurata sarà allentata e ad occuparsene con le buone o le cattive saranno le tribù e la gente di Misurata e non più... l'esercito libico", ha affermato Kaim. "L'esercito libico sarà rapidamente fuori da ...

Leggi la notizia
SIRIA SCOPPIA LA RIVOLTA CONTRO BASHAR AL ASSAD

SIRIA SCOPPIA LA RIVOLTA CONTRO BASHAR AL ASSAD

22 Aprile 2011 CORRIERE DELLA SERA .BEIRUT - Si aggrava il bilancio delle vittime degli scontri durante le proteste anti-regime in Siria. Secondo la tv satellitare araba al Jazeera che cita fonti locali, le vittime sarebbero oltre trenta, per Al Arabiya 23, la Bbc parla di 40 vittime nel giorno ribattezzato dall'opposizione 'venerdì santo'. Ma è un conteggio difficile da tenere e destinato ad aumentare perché la polizia del regime ha aperto il fuoco cercando di disperdere le persone scese in strada dopo le preghiere del venerdì e migliaia di manifestanti continuano a protestare a Qamishli, a Daraa e Banias, nonostante il presidente Bashar al Assad abbia abolito la legislazione di emergenza e i tribunali speciali.

Leggi la notizia
GAZA IL GIORNALISTA VITTORIO ARRIGONI UCCISO SENZA PIETA'

GAZA IL GIORNALISTA VITTORIO ARRIGONI UCCISO SENZA PIETA'

15 Aprile 2011

Gaza 15 Aprile 2011 CORSERA.IT

La morte del giornalista Vittorio Arrigoni è veramente una tragedia,un torto impossibile da sopportare.Ci domandiamo che male avesse mai fatto quel ragazzone simpatico,giornalista e blogger? Ci domandiamo come mai i fanatici salafisti se la siano presa con lui? Vittorio Arrigoni era quasi più palestinese che italiano,amava profondamente quella....

Leggi la notizia