Martedi' 14 Luglio 2020
HOTLINE: +39 335 291 766

IN PRIMO PIANO

News Italia

CORSERA COLOSSEO COOPCULTURE GUIDE TURISTICHE DA GLADIATORI A SCHIAVI . LA GRANDE ABBUFFATA DEL PARCO ARCHEOLOGICO

12 Luglio 2020

ROMA 12 LUGLIO 2020 CORSERA.IT by Dr.Matteo Corsini ( Fondatore del Movimento politico Roma Risorge )

CorSera.it Copyright 2020 alla right reserved (info@corsera.it ) 

Parco Archeologico del Colosseo la grande abbuffata all'ombra dell'Anfiteatro Flavio.

MIBACT COOPCULTURE Parco Archeologico del Colosseo. Le Guide Turistiche i moderni gladiatori, scopriamo la loro vita massacrante all'ombra dell'anfiteatro Flavio. Riceviamo e volentieri pubblichiamo l'email di una guida turistica ingaggiata da COOPCULTURE, concessionaria dei servizi di biglietteria, informazioni accoglienza e assistenza alle visite del Parco Archeologico del Colosseo. Visite che dovrebbero essere didattiche e che al contrario consentono a COOPCULTURE di effettuare una concorrenza spietata e senza limitazioni di biglietti, ai tour operator attivi nel circuito del Parco Archeologico del Colosseo. Questo quanto lamentano i maggiori tour operator della Capitale da Paolo Delfini di Escursioni italiane srl, a Stefano Donghi, Carlo Costantini a Viviana Papa Maggio. "Coopculture si garantisce gli slot migliori e senza limitazioni,mentre tutti i tour operator del mondo devono acquistare i biglietti quando si aprono le aste informatiche e che spesso durano una manciata di secondi. Le guide turistiche dovrebbero essere assunte secondo la normativa dei contratti nazionali, mentre nelle visite didattiche (da quanto scrive anche la Guida Turistica), sembrerebbe che le norme dei contratti nazionali del lavoro, siano sistematicamente aggirate con retribuzioni da fame".

News Italia

CORSERA VOUCHER MIBACT COOPCULTURE DARIO FRANCESCHINI GIOVANNA BARNI COLPACCIO DA 14 MILIONI ALLA RIFFA DEL PARCO ARCHEOLOGICO DEL COLOSSEO

11 Luglio 2020

Roma 11 luglio 2020 Corsera.it Samuel Wilkinson indipendent blogger San Diego California

TIME VALUE OF MONEY. 

Il colpaccio milionario alla riffa del Parco Archeologico del Colosseo. I voucher, il MiBACT, CoopCulture, il Governo e il Decreto Legge 17.3.2020, n. 18, convertito con modificazioni dalla Legge 24.4.2020, n. 27 e successivamente sostituito dall’art. 183 co.11 lett. a)D.L. 19.5.2020, n. 34.

Una volta era la Fontana di Trevi, tra i più celebri monumenti italiani, ad essere oggetto di una improbabile vendita da parte di Totò e Peppino al malcapitato turista americano, oggi c'è il Parco archeologico del Colosseo, l'anfiteatro Flavio, per eccellenza il più celeberrimo sito archeologico del mondo. A venderlo a rate, questa volta, niente di meno che lo Stato Italiano, ovvero la Presidenza del Consiglio dei panni del premier Giuseppe Conte, Dario Franceschini nei panni del MiBACT , Giovanna Barni presidente di CoopCulture, concessionaria della biglietteria del Parco Archeologico del Colosseo. Un vero gioco delle tre carte, avvenuto a discapito di alcuni tour operator italiani ed esteri, che in ragione della loro attività acquistano questi biglietti a scadenza trimestrale anticipata e per stock importanti. Cumulati assieme, costituiscono un tesoro di svariati milioni di euro, pare circa 14 milioni di euro di biglietti venduti anticipatamente per il periodo febbraio/marzo/aprile/maggio 2020. 

Immobiliare

CORSERA BANCA D'ITALIA BUFERA SIDIEF SPA MARIO BREGLIA CAROLA GIUSEPPETTI UN TANDEM DEL NAUFRAGIO GESTIONALE

11 Luglio 2020

New York 11 luglio 2020 CorSera.it Geltrude Stein indipendent blogger 

Comitato degli inquilini SIDIEF SPA.

Abbiamo finora denunciato e sottolineato le difficoltà della Sidief nella gestione del patrimonio immobiliare inerente al TPQ del personale della Banca d’Italia.

La società, difatti, ha dovuto ammettere che le complessità ed i ritardi nelle soluzioni, accumulatisi nei tre anni di gestione, hanno risentito anche di una precedente inefficace amministrazione sia tecnica che amministrativa (Sovigest).

Tale è, dunque, lo scenario in cui gli inquilini/dipendenti della B.I. subiscono rinvii negli interventi di manutenzione parallelamente ad una interlocuzione complessa ed ostica ad ogni forma di richiesta.

La Sidief spa, costantemente, si rintana nella dichiarazione che tutte le iniziative amministrative attuate sono state predisposte dalla Banca d’Italia che, tramite la Convenzione, ha impartito ordini precisi e dettagliati per la sua attività gestionale.

Immobiliare Roma

CORSERA ROMA ALBERGHI MATTEO CORSINI A CACCIA DI BUONE OCCASIONI PER ROMA ANNO ZERO

10 Luglio 2020

ROMA 10 LUGLIO 2020 CORSERA.IT

Roma, come fosse l'anno zero per il settore turistico ricettivo. "Ci sono molte occasioni sul mercato alberghiero, valutiamo le migliori opportunità. L'intenzione è quella di fare squadra con i proprietari per la cessione anche delle gestioni. Evidentemente il settore turistico è tra quelli a maggior rischio per i prossimi 24/48 mesi. La giostra del coronavirus ha messo sotto pressione l'intero comparto immobiliare e commerciale. Molti operatori stanno anche immaginando di riconvertire i palazzi ad uso ufficio per avere la possibilità di percepire un reddito da locazione. Noi siamo maggiormente ottimisti e quindi spingiamo il deal alberghiero ad oltre il 2021. Gli affari sono " cash in the hand " soldi subito per i venditori. Molti ci vedono come un fondo esageratamente speculativo ma a tutti gli effetti siamo tra i pochi operatori , global player, rimasti in piedi.Questo è un mercato fatto ormai da pochi operatori che devono avere una peculiarità superiore, dimestichezza con le norme giuridiche. La logica giuridica e la conscenza feroce dei regolamenti edilizi fa la differenza tra noi e gli altri.Trovare una soluzione per il proprio immobile significa innanzitutto capire cosa farne, altrimenti cosa farlo diventare".

corsinicase@gmail.com Send you offer hotels buildings   

ALTRE NOTIZIE

ROMA CRONACA

CORSERA DARIO FRANCESCHINI ELECTA MONDADORI COOP CULTURE, LA GRANDE ABBUFFATA ALL'OMBRA DEL COLOSSEO. UNA TORTA DA 100 MILIONI DI EURO

-->10 Luglio 2020

ROMA 10 LUGLIO 2020 CORSERA.IT di Wanna Alexis Melbourne Australia indipendent blogger ( info@corsera.it scrivici)

Colosseo emergenza Covid-19 . Spariti i soldi dei tour operator . Venduti biglietti a poche ore dal lock-down. 

 Il Colosseo, anche noto come anfiteatro Flavio, uno dei siti archeologici più importanti del mondo, se non il più potente come immagine a livello planetario. Chi ha il Colosseo nel mondo se non noi romani? Eppure mentre milioni di romani fanno la fame, i giovani non trovano lavoro, da 22 anni chi gestisce la torta del business turistico del colosseo ha un solo nome ELECTA MONDADORI E COOPCULTURE. Il giro d'affari sui biglietti venduti ha raggiunto circa 60 milioni di euro e poi ci sono altri 80 milioni di attività aggiuntive. L'impresa Colosseo è il volano di tutto il settore turistico della Capitale, parliamo di miliardi di euro. Senza Colosseo e Vaticano gli albergatori non riempirebbero le loro strutture, così come i gestori di B&B e gli affittacamere.Quella del Colosseo è la grande abbuffata nazionale, con gli introiti si alimenta la filiera politica legata alla gestione dei siti archeologici e monumentali romani in di tutta Italia,ma i vecchietti di Roma fanno la fame con pensione miserabili. 

articolo sponsorizzato da Corsini Real Estate per una città migliore corsinicase@gmail.com 

Covid-19

CORSERA CORONAVIRUS BENGALESE MALATO COVID-19 PENDOLARE SUI TRENI IN EMILIA ROMAGNA

-->09 Luglio 2020

Era positivo al coronavirus, sapeva di essere malato e sarebbe dovuto restare a casa, in isolamento fiduciario. Invece un 53enne del Bangladesh ha viaggiato per giorni in treno in Emilia Romagna, prima di far ritorno a Roma dove è stato scoperto e denunciato per  "violazione della quarantena".

Gli agenti della Polfer lo hanno fernato all'arrivo a Termini su un treno regionale da Falconara, già febbricitante e con la tosse. All'Umberto I, dove è stato sottoposto al test, è risultato positivo al Covid-19 e dai successivi accertamenti è emerso che era arrivato da Dacca a Fiumicino il 23 giugno scorso, era consapevole di essere positivo e avrebbe dovuto stare in quarantena.

Intanto a Roma sui 200 ulteriori tamponi eseguiti sulle persone rientrate con voli da Dacca o che sono state in contatto con bengalesi tornati in Italia 14 sono risultati positivi. Sono stati tutti posti in isolamento e stanno bene. "Questo dato conferma l'importanza dell'azione messa in campo per rintracciare tutti i contatti di coloro che sono rientrati dal Bangladesh" dicono dalla Asl Roma 2.