Stampa la notizia

CORSERA ESTERI BAYELSA NIGERIA ASSO VENTUNO RAPITI TRE ITALIANI

ROMA 24 DICEMBRE 2012 CORSERA.IT

ENNESIMO RAPIMENTO DEI PIRATI IN MARE APERTO.

NATALE CON I TUOI IN NIGERIA RAPITI TRE ITALIANI DEL CARGO ASSO VENTUNO ALLARME ALLA FARNESINA PER LA SORTE DEI NOSTRI CONCITTADINI.L'ATTACCO E' AVVENUTO IERI AL LARGO DELLO STATO DI BAYELSA A DANNO DELL'ASSO VENTUNO DELLA COMPAGNIA AUGUSTA OFFSHORE CON SEDE A NAPOLI.SEQUESTRATI 4 MEMBRI DELL'EQUIPAGGIO.IL MINISTRO DEGLI ESTERI GIUIO TERZI SEGUE DIRETTAMENTE IL CASO DALLA FARNESINA DOVE E' STATA APERTA UN'UNITA' DI CRISI.

Tre dei quattro marinai rapiti dai pirati al largo delle coste della Nigeria sono italiani. A confermarlo è la Farnesina, che però non ha saputo identificare la nazionalità del quarto ostaggio. Il ministro degli Esteri Giulio Terzi sta seguendo il caso personalmente, mentre il ministero e l'Unità di crisi stanno lavorando con le autorità nigeriane per garantire il salvataggio dei marinai.

 

LA NAVE E' DELLA AUGUSTA - Secondo quanto riferisce l'International Maritime Bureau, l'attacco è avvenuto ieri al largo dello Stato di Bayelsa e gli assalitori sono fuggiti dopo aver sequestrato quattro membri dell'equipaggio. Gli altri marinai sono riusciti a mettersi in salvo. Secondo fonti locali, la nave attaccata è la Asso Ventuno, della compagnia Augusta Offshore SpA con sede a Napoli.

ENNESIMO ATTACCO- Il sequestro è solo l'ultimo attacco nella regione. Il 17 dicembre uomini armati hanno rapito cinque marinai indiani a circa 64 chilometri al largo del Delta del Niger. I sequestratori, si è poi scoperto, erano gli stessi che avevano preso in ostaggio quattro sudcoreani e un nigeriano, dipendenti di Hyundai Heavy Industries Co., sempre nello Stato di Bayelsa. Questi ultimi rapiti furono rilasciati, mentre gli indiani sarebbero tuttora nelle mani dei sequestratori.