ITALIA LA NUOVA SVIZZERA EUROPEA , DIVISA TRA BERLUSCONIANI E FRANCESCANI.

Roma 4.4.2009(Corsera.it)

Italia paese di evasori o bassa imposizione fiscale? L'idea affascina gli italiani tutti,almeno i lavoratori veri,quelli che la mattina si alzano e faticano e che non hanno alcuna intenzione di farsi spremere dal fisco le cui controprestazioni sono disattese.Italia divisa tra lavoratori e fannulloni,tra studenti capaci e studenti bamboccioni,tra chi lavora e studia e chi spacca le vetrine.L'Italia di questa mattina si sveglia ancora una volta più berlusconiana che francescana ,meno vigile ai numeri fiscali che al tintinnare di catene per arrestare i peccatori.Questa Italia trasformatasi in Svizzera europea piace a Silvio Berlusconi e piace agli italiani,questa Svizzera con poche carceri e pochi carcerati fiscali piace agli italiani,questa Italia Svizzerlandia comincia ad entusiasmare anche gli operatori turistici e i banchieri,perchè una meno rigida fiscalità aiuta tutti a stare meglio,sopratutto quando un paese è oppresso da una burocrazia spaventosa,che pesa come una palla al piede  per gli italiani che tirano la carretta.Che si paghi le tasse tutti si,ma che si lavori tutti anche.Che ogni parte sociale sia impegnata nella costruzione del paese e non nella sua distruzione.Il sistema capitalistico è uno spartiacque naturale tra fannulloni e chiacchieroni e troppe ...

volte troppo spesso chi urla la propria impotenza alle volte è incapace di assumersi responsabilità.

Un paese a bassa incidenza fiscale attrae capitali,managers dell'industria,magnati del petrolio.Guardiamo a Londra dove vivono gli uomini più ricchi del mondo,dove i mercati sono pingui di risorse,dove la liquidità scorre a fiumi.

Giulio Tremonti e Silvio Berlusconi devono spingere in quella direzione,piano casa,duttilità nella burocrazia edilizia,duttilità nel contenzioso fiscale,duttilità nella imposizione fiscale,duttilità nell'ordinamento penale e depenalizzazione di norme desuete,velocizzazione del contenzioso civile.

Questa poche regole unite ad un apparato pubblico dinamico e stimolato è l'unica soluzione per far ripartire il paese.Turismo dunque a fiumi e milioni di persone,quel turismo che genera enormi ricchezze,che si trova a suo agio con una realtà non asfittica ma produttiva.

Briatore dunque come consulente del Governo per la ricostruzione economica del paese.Flavio anche forse più di Berlusconi è il sogno della vita degli italiani e chi non lo dice, mente.

 

 

Commenta questo articolo

Tutti i commenti