VICENZA CRISI AGENTE IMMOBILIARE SI IMPICCA AD UNA GIOSTRA DEL PARCO
Ancora un suicidio per la crisi. Dopo il caso dell'artigiano veneziano di ieri e i due di sabato, un agente immobiliare di 52 anni, è stato trovato morto questa mattina in un parco di Vicenza, nei pressi di una scuola materna. L'uomo si è impiccato a una giostra per bambini nel parco di via Adenauer. A segnalare la presenza del cadavere al 113 alcuni genitori che stavano accompagnando i figli a scuola. All'origine del gesto pare ci fossero problemi economici, anche se sul posto non sono stati trovati biglietti o altri elementi che possano essere utili a spiegare le possibili ragioni del gesto. Sono in corso indagini e le forze dell'ordine sono intervenute affinché gli alunni venissero spostati dalle aule che potevano permettere la vista della scena del suicidio. E' invece stato salvato dalla figlia 15enne un imprenditore di Calolziocorte (Lecco) che, disperato per i debiti e per le cartelle esattoriali ha tentato di impiccarsi in giardino. Fortunatamente la ragazza ha visto il padre nel momento in cui si stava per impiccare e lo ha tenuto sollevato fino all’arrivo della madre.
Ancora un suicidio per la crisi. Dopo il caso dell'artigiano veneziano di ieri e i due di sabato, un agente immobiliare di 52 anni, è stato trovato morto questa mattina in un parco di Vicenza, nei pressi di una scuola materna. L'uomo si è impiccato a una giostra per bambini nel parco di via Adenauer. A segnalare la presenza del cadavere al 113 alcuni genitori che stavano accompagnando i figli a scuola. All'origine del gesto pare ci fossero problemi economici, anche se sul posto non sono stati trovati biglietti o altri elementi che possano essere utili a spiegare le possibili ragioni del gesto. Sono in corso indagini e le forze dell'ordine sono intervenute affinché gli alunni venissero spostati dalle aule che potevano permettere la vista della scena del suicidio. E' invece stato salvato dalla figlia 15enne un imprenditore di Calolziocorte (Lecco) che, disperato per i debiti e per le cartelle esattoriali ha tentato di impiccarsi in giardino. Fortunatamente la ragazza ha visto il padre nel momento in cui si stava per impiccare e lo ha tenuto sollevato fino all’arrivo della madre. L’uomo è ricoverato in condizioni gravi ma non critiche all’ospedale di Lecco.
Commenta questo articolo

Tutti i commenti