CARMELA MELANIA REA AFGHANISTAN LA SPORCA GUERRA I MORTI CI GUARDANO IL CAPITANO MANUEL FIORITO

Verona 26 Maggio 2011 CORSERA.IT

Ovunque la patria ha chiamato il suo Esercito in pace e in guerra.

Capitano Manuel Fiorito,un capitano dell'Esercito italiano,saltato in aria dentro un LInce a causa dello scoppio di uno IED.Il Sindaco Flavio Tosi partecipa alla commermorazione della morte cinque anni dopo del soldato veronese caduto in Afghanistan.Si poteva salvare? Marco Callegaro il capo cellula amministrativo dell'Italfor di stanza a....

....Kabul,prima di morire suicida,aveva espresso dei dubbi circa l'effettivo impiego dei fondi destinati alla blindatura dei veicoli LINCE in dotazione all'Esercito italiano.Così ci riferisce il padre della vittima Marino Callegaro.

La magistratura militare ha aperto un'inchiesta sulla morte del Capitano Marco Callegaro? I LINCE sono veicoli militari antiquati per il pattugliamento?

Il Sindaco Flavio Tosi ha partecipato oggi alla cerimonia per l’inaugurazione del monumento ai Caduti al Centro Polifunzionale “Cap. Manuel Fiorito” , in via Golino, in occasione del 5° anniversario della morte dell’Ufficiale veronese caduto in Afghanistan.

Alla cerimonia hanno preso parte anche i genitori di Manuel Fiorito. Il monumento è composto di tre elementi: due ali in cemento armato in cui sono riportati i principali eventi bellici che hanno caratterizzato il nostro Paese dal 1848 al 1945 (sul lato sinistro) e le operazioni militari effettuate dal 1945 per la stabilità e la sicurezza internazionali; al centro un monolito in pietra giallo reale, proveniente dai monti Lessini e donata al Comfoter dall’Associazione Nazionale Alpini di Verona. Il Monumento è completato da una lapide sulla quale è riportata la frase “Ovunque la patria ha chiamato il suo Esercito in pace e in guerra”.

Commenta questo articolo

Tutti i commenti