DIRITTO AMMINISTRATIVO URBANISTICO.MATTEO CORSINI RICORSO AL TAR SUL SILENZIO RIFIUTO DEL PERMESSO DI COSTRUIRE

Roma 27 Aprile 2011 CORSERA.IT Studi,aggiornamenti e riflessioni per l'Eniclopedia Universale di Scienze Giuridiche a cura di Matteo Corsini

L'art. 21 del Testo Unico 380/2001 prescrive che: "in caso di mancata adozione,entro i termini previsti dall'articolo n. 20,del provvedimento conclusivo del procedimento per il rilascio del permesso di costruire,l'interessato può,con atto notificato o trasmesso in plico raccomandato...

....con avviso di ricevimento,richiedere allm sportello unico che i dirigente o il responsabile dell'ufficio,di cui all'art. 13,si pronunci entro i termine di quindici giorni dalla ricezione dell'istanza,che deve essere comunicata,a cura del responsabile ,al Sindaco."

Il soggetto interessato ha la facoltà di impugnare in sede giurisdizionale al T.A.R. l'eventuale silenzio-rifiuto affermatosi sul permesso di costruire.Al termine di tale periodo,l'interessato può inoltrare richiesta di intervento sostitutivo al competente Organo regionale,il quale nei successivi quindici giorni provvederà a nominare un Commissario ad Acta,che adotterà i necessari provvedimenti nel termine di 60 giorni.Qualora anche quest'ultimo termine sia spirato,la domanda di intervento sostitutivo si intende rifiutata.

CORSERA.IT COPYRIGHT

pubblicare citando la fonte

Commenta questo articolo

Tutti i commenti