G8 SCANDALO E APPALTI.CORRUZIONE INDAGATI CARDINALE SEPE E EX MINISTRO PIERO LUNARDI.

Roma 20 Giugno 2010 (Corsera.it)

Capire se Propagande Fide ha barato,sarebbe molto semplice.Basterebbe verificare le modalità di vendita degli immobili,vale a dire se vi è stata un'asta,c.d. competitiva,come le chiamano gli advisor incaricati delle dismissioni immobiliari.Ma non pare vi sia stata mai,in nessuna occasione.Propaganda Fide vendeva agli....

....amici degli amici,secondo un misterioso meccanismo di scelta.

Nella mente degli inquirenti,le dismissioni di Propagande Fide ,sarebbero state favorite dal pagamento di laute ricompense,intascate direttamente da chi aveva il potere di decidere le vendite immobiliari.Sono semplicemente favori oppure sono state pagate tangenti?

Il Vaticano scende a piedi uniti nell'inchiesta degli appalti del G8,fa altre due vittime,sono indagati l'ex Ministro Piero Lunardi e il Cardinale Sepe.La vicenda è quella nota delle...

....dismissioni delgi immobili di Propaganda Fide,dove risulterebbe coinvolto proprio il costruttore Diego Anemone,che potrebbe come in altre occasioni ,essersi sdebitato con il Cardinale.

ROMA - Improvvisa svolta nell'inchiesta sui "Grandi Eventi" e gli appalti per il G8 alla Maddalena. Il cardinale Crescenzio Sepe e l'ex ministro delle Infrastrutture Piero Lunardi sono indagati. A entrambi è contestato il reato di corruzione. L'avviso di garanzia è stato emesso dai pm di Perugia Alessia Tavarnesi e Sergio Sottani. L'arcivescovo di Napoli e l'ex ministro sono indagati in due diversi tronconi dell'inchiesta.

Per il cardinale Sepe, l'indagine riguarda in particolare la ristrutturazione e la vendita di alcuni immobili di Propaganda Fide nel 2005. Operazioni nelle quali risulterebbe coinvolto il costruttore Diego Anemone, considerato personaggio centrale dell'inchiesta sui Grandi Eventi. Il sospetto degli inquirenti perugini è che l'arcivescovo di Napoli abbia ricevuto in cambio dei favori. Secondo una fonte vaticana citata dall'agenzia Ansa, il cardinale è sereno: "Aveva già dato la sua disponibilità a parlare con i magistrati di Perugia", spiega la fonte. "Lo farà e chiarirà la sua posizione".

Commenta questo articolo

Tutti i commenti