GIANFRANCO FINI PAROLE VUOTE. ASSICURIAMO IMPARZIALITA' NELLE GARE DI APPALTO.
«Nell'assegnazione degli appalti deve essere assicurata l'imparzialità delle procedure e la celerità». A dirlo in merito alle polemiche sulla trasparenza negli appalti pubblici anche in relazione alla ricostruzione dell'Aquila, è il presidente della Camera, Gianfranco Fini, in Abruzzo per l'inaugurazione dell'anno accademico 2009/2010 dell'Università dell'Aquila. «La capacità di un Paese di dimostrarsi realmente avanzato e efficiente - ha detto Fini - si misura anche con la capacità di realizzare le opere in tempi rapidi, e sempre nel supremo rispetto della legge».

Fini, «soprattutto in queste giornate caratterizzate da gravi ipotesi di corruzione», ha difeso l'operato della Protezione civile e dei suoi vertici durante la crisi seguita al sisma che il 6 aprile scorso ha sconvolto l'Abruzzo, sottolineando che di fronte a un fenomeno di tale gravità «nessun Paese avrebbe forse potuto fare di più e meglio di quello che è stato fatto».

All'Aquila, ha detto Fini, «è moralmente doveroso ricordare, specie in queste giornate caratterizzate da gravi ipotesi di corruzione e illegalità su cui siamo certi sappia far piena luce la magistratura, l'impegno e l'abnegazione con cui le autorità provinciali e comunali, unitamente ai vertici e ai volontari della Protezione Civile, dei vigili del Fuoco, delle Forze dell'Ordine e della Croce Rossa, hanno affrontato con grande prontezza e straordinaria efficacia la gravissima emergenza».
(IL SOLE 24 ORE)
Commenta questo articolo

Tutti i commenti