VATICANO GLI INTRIGHI DI POTERE.TUTTI GLI AMANTI DI DINO BOFFO.

Roma 5 settembre 2009(Corsera.it)

Il Corriere della Sera apre oggi con una inchiesta giornalistica sull'Istituto Toniolo ,sconosciuto ai tanti,ha fondato e gestisce niente di meno che l'Università Cattolica.Come dire il cuore di un motore del mondo cattolico di rilievo assoluto.Una cattedra accanto a quella del Papa.

Dino Boffo risulta essere uno dei consiglieri,audace fiorettista in amore,ha il physiche du role del seduttore e negli ambienti del Vaticano se ne erano accorti in molti e forse moltissimi ne hanno beneficiato in termini di .......

...personale affetto.L'uomo Dino Boffo è un eccezionale danzatore,in lui è naturale ricorrere alla grazia dell'animo e del corpo per convincere chiunque che le sue scelte sono sempre le migliori,ponderate,dotate di un enorme senso dell'equilibrio.Nella guerra intestina tra fazioni della Chiesa,come racconta il Corriere della Sera,Dino Boffo,fiorettista d'amore e impavido amante della cause giuste,era il soggetto adatto a dirimire ogni screzio e individuare i giusti compromessi.Ma l'Istituto Giuseppe Toniolo di studi superiori,da come si legge nell'articolo del Corriere della Sera,appare sconvolto da lacerazioni interne fortissime,che seguono in una battaglia senza esclusioni di colpi,dove prevale l'anonimato di missive gocciolanti veleno.Nelle maglie di queste impietosa guerra tra prelati,Dino Boffo l'elegante giornalista,capace di sedurre chiunque sieda al suo fianco,rimane al contrario invischiato,colpito a morte da una delle missive avvelenate,che oggi è apparsa su il Giornale di Vittorio Feltri

Dino Boffo entra nel comitato di controllo dell'Istituto Toniolo inviato dalla Cei del Cardinal Camillo Ruini,insomma Boffo,l'amantide religiosa,è un compagno di fiducia del potente Ruini.La Cei nel corso del tempo aveva contrastato l'allora Presidentre Senatore Emilio Colombo ,poi finito al centro di singolari inchieste si droga,che lo costrinsero ad abbandonare la scena pubblica.Singolare il destino di questo Istituto,sempre  al centro di scandali di costume,non trovate?

Dino BOffo oggi,amato dai tanti prelati che in Vaticano contano qualcosa,adesso diventa dunque il bersaglio di un assalto all'ultima baionetta,l'epicentro di un terremoto che potrebbe far crollare le ben solide impalcature della Chiesa Romana.Ricordiamo a tutti che Silvio Berlusconi entrando in politica ha riesumato lo scontro frontale con i comunisti,di cui tutti noi ci eravamo dimenticati e lo stratagemma mediatico ha avuto successo.A distanza di pochi anni,i comunisti sono stati sconfitti,perchè riesumati a nemici,mentre per lunghissimo tempo avevano tentato di mimetizzarsi e dunque non più bersaglio individuabile.

Adesso tocca alla Chiesa cattolia,dopo gli infamanti scandali dei reati di pedofilia commessi da decine dei loro preti,l'opinione pubblica è forse stanca anche di questa istituzione,o almeno ne prova sempre maggiore sospetto e Silvio Berlusconi ha intuito anche questo:nel nuovo secolo una società più libera dai falsi laccioli della morale della chiesa romana,potrebbe aiutare moltissima gente,ancora tormentata da mille domande e da continue ossesioni.

Il movimento omosessuale è con Silvio Berlusconi,una scossa di queste dimensioni potrebbe condizionare per sempre il pensiero della chiesa nei confronti degli omosessuali,perseguitati in pubblico e inseguiti in privato.

Dino Boffo è un eroe immolato ad una giusta causa,la sua storia delirante è un rintocco per tutti,come quel tempo universale della Chiesa forse è giunto al termine di una lunga corsa,fatta anche di episodi non sempre chiari,anzi oscuri,anzi ...

Commenta questo articolo

Tutti i commenti