New York 9 Ottobre 2013 Corsera.it in diretta con Matteo Corsini sulla crisi dello shutdown americano. Barack Obama e' stato lapidario:"Aumentare il debito pubblico per evitare catastrofe finanziaria."Gli Usa intendono combattere la crisi economica con un colpo di bacchetta monetaria,perche' la macchina dello Stato ha la principale funzione di far girare l'economia.Lo sanno tutti.Noi in Europa facciamo il contrario,ci costipiamo tutti dentro quella centrifuga del rigore fiscale,dei parametri del deficit pubblico.Ma L'Italia evapora giorno per giorno,la recessione economica convulsa sta distruggendo le imprese,le societa' edilizie,sommergendo tutto di melma,un odore pestilenziale esce dagli scantinati della nostra economia.Mi domando come mai dobbiamo continuare a soffrire cosi'? Come mai nessuno alza gli scudi obbedienti alla Germania della culona Angela Merkel.ma stiamo scherzando? Negli ultimi 19 mesi il potere di acquisto di noi italiani e' evaporato,la crisi immobiliare morde l'economia,strali di imprese falliscono.Il sistema bancario e' in cortocircuito,la finanza langue.Insomma tutto il contrario degli USA,tutto il contrario di quanto giustamente sostiene l'amico Barack Obama.Lo shutdown rischia di distruggere la brillante economia americana,cosi' come i vincoli di bilancio stanno distruggendo i nostri comuni,le regioni,l'intero paese.Dobbiamo uscirne prima che sia troppo tardi e forse nuove elezioni politiche farebbero bene al paese.Dobbiamo rimetterci in pista e se continuiamo a stare dietro l'ombra del carro merci tedesco,moriremo tutti senza rendercene conto.Si parla di default tecnico della storia USA,il primo,che falcerebbe alle ginocchia imprese e banche.L'Italia dice basta e' esausta,senza risorse.Dobbiamo correre ad attingere finanza nuova linfa per il nostro apparato pubblico,per le grandi opere per dare il lavoro ai giovani.

Leggi la notizia

Roma 22 Settembre 2013 Corsera.it Elezioni in Germania trionfa il CDU di Angela Merkel e adesso sono cazzi amari per l'Italia.Il cancelliere tedesco ha infatti vinto le elezioni sulla scorta delle sue dichiarazioni sul debito dei paesi europei:"La Germania non paghera' il debito di nessun paese".La svolta socialista in Germania non ha avuto alcun seguito,l'aria per l'Europa rimane dunque pesante,anzi si adombra di fumo nero,perche' il rigore merkeliano,sfocera' ancora piu' minaccioso per il nostro paese,che si attarda nelle riforme,ha sforato il deficit di bilancio,insomma naviga in bruttissime acque con l'economia in affanno. Angela Merkel chiedera' la testa dell'Italia su un piatto d'argento,costringera' i nostri governanti ad una sfida senza alternative,quello che attende l'Italia sono mesi durissimi,tutti in salita.Difficile predire il futuro del nostro paese,che pare non essere in grado di reagire.la vera economia ormai si traduce riconvertendo l'euro in lire e il sommerso esplode.L'economia italiana si aggrappa all'evasione fiscale,riprende lo scambio con ingenti quantita' di nero.L'Italia e' al bivio,o rompe il cordone ombelicale con l'Europa o richia di schiantarsi.

Leggi la notizia

Roma 8 settembre 2013 Corsera.it Domenico Quirico e' libero torna in Italia a mezzanotte.L'incubo per il giornalista italiano e' finito,rapito alcuni mesi orsono in Siria,al centro del conflitto che divampa nel paese.Domenico Quirico era scomparso in Siria,dissoltosi nell'aria,sparito.Cominciava l'incubo infernale per la sua famiglia,l'atroce paura di un delitto di sangue avvolgeva il giornalismo italiano.Incubo per la fuga di mezzanotte,come un sogno coltivato al buio di una cella,dove Domenico Quirico ha trascorso i suoi ultimi mesi.Buio,freddo,palpitazioni,gli occhi spalancati nel tentativo di capire come fuggire,come andarsene dai suoi carcerieri.Domenico Quirico al centro di un affaire internazionale,una delle tante rappresagli al mondo occidentale per evitare che le forze della coalizione intervengano militarmente nel paese.Il dramma di un uomo nel dramma della guerra,la solitudine del giornalista al centro di uno scambio di ricatti,di indicibili prove di odio.ha vissuto tutto questo Domenico Quirico,ha patito le pene dell'inferno,ha sentito il suo cuore battere in fondo alla gola,sperando di rivedere i suoi cari le figlie nuovamente il suo mondo di sempre.Un'esperienza atroce,alle volte disumana,indecifrabile per la sua crudelta',senza fine,un lungo tunnel buio dove l'uomo rimane sepolto con se stresso e la paura che

Leggi la notizia

«Adesso le imprese non hanno alibi, possono assumere giovani» con una forte defiscalizzazione, «ovviamente a tempo indeterminato». L'avvertimento arriva dal premier Enrico Letta al vertice di Bruxelle. Sul lavoro, ha sottolineato, «bisogna rifuggire da aspettative eccessive». 

Giovani. Parlando di «risultato importante per l'Italia e per l'Unione europea», Letta ha ribadito che «abbiamo vinto sull'occupazione giovanile e pareggiato sulla banca europea degli investimenti». «Il tema della disoccupazione giovanile è stato il principale impegno nazionale» di questo Governo, ha aggiunto. «Abbiamo quasi triplicato i soldi che spetteranno all'Italia nel complesso» dall'Ue. Si tratta di quasi un miliardo e mezzo di euro su una quota «complessiva di 6 più 3 miliardi» delle risorse europee in favore dell'occupazione giovanile. Per l'Italia le risorse sono «all'incirca 1 miliardo nel primo

Leggi la notizia

Se il 25 giugno del 2009 non fosse morto per un'overdose di anestetico, il Propofol, Michael Jackson se ne sarebbe andato comunque, di lì a poco. Per mancanza di (vero) sonno. E' quanto sostiene Charles Czeisler, perito medico al processo che la madre Katherine (e i figli) del re del pop, hanno intentato al promoter, AEG, di quelli che sarebbero dovuti essere gli ultimi concerti di Jacko.

 

RECORD - Ebbene, Michael, prima di quella fatidica notte, non avrebbe dormito (per davvero) per ben sessanta giorni: un record per un essere umano, secondo Czeisler. Ovvero non avrebbe mai raggiunto la cosiddetta «fase Rem». Che non è solo quella in cui notoriamente si sogna, ma anche quella in cui si rigenerano le cellule e l'organismo in generale.

«COMA INDOTTO» - Jacko, per combattere l'insonnia che lo tormentava da anni, avrebbe invece conseguito una sorta di coma indotto, proprio grazie a quel Propofol che poi gli sarebbe stato fatale. Cioé avrebbe avuto la sensazione artificiale dei benefici del sonno, senza aver mai dormito veramente. O, in altre parole, ha spiegato Czeisler :«E' come se il cantante avesse ingerito dei trucioli di legno invece che del cibo. Lo stomaco si riempie e uno non sente la fame, ma le calorie sono zero e non si assimila nessun principio nutritivo».

ACCANIMENTO TERAPEUTICO - E, secondo l'accusa del processo, sarebbe stato proprio l'AEG a spingere presso il famigerato dottor Murray (colui che è stato accusato di omicidio involontario per la morte della popstar) perché Jacko potesse dormire prima della serie, anch'essa record, di concerti che Michael avrebbe dovuto tenere a Londra nel luglio del 2009. Un accanimento terapeutico che ha probabilmente contribuito a ucciderlo.



Leggi la notizia / Video

GERMANIA - Allarme a sud, a Passau e Rosenheim per le esondazioni di Danubio e Inn. Le autorità di Passau hanno chiesto l'intervento dell'esercito per alzare barricate sugli argini alla confluenza di Danubio, Inn e Ilz: l'acqua è già arrivata sopra il livello raggiunto nell'alluvione del 2002. Negli scorsi giorni a causa delle alluvioni in Germania e Svizzera quattro persone sono morte o sono state dichiarate disperse. La cancelliera Merkel ha promesso aiuti e militari per le aree colpite. I problemi in Germania non solo solo a sud, ma anche a est, nella città di Chemnitz. Chiusi al traffico fluviale anche i fiumi Reno, Meno e Neckar.

AUSTRIA - Alluvioni e frane anche in Austria che hanno costretto all'evacuazione di centinaia di persone. Si registrano già un morto (a St.Johann, presso Salisburgo) e due dispersi.

ITALIA - Dopo una domenica di tregua, anche la prima settimana di giugno sarà all'insegna del maltempo nel Nord e al Centro ma le piogge al nord saranno in agguato tutto il mese, mentre al sud scoppierà l'estate. Peggioramento già domenica sera sulle regioni centrali e parte dell'Emilia Romagna con temporali sui rilievi. Al nord, fino a giovedì temporali pomeridiani sulle Alpi anche con grandine. Per l'arrivo di temperature quasi estive bisognerà attendere il fine settimana dell'8-9 giugno. Ma per gran parte di giugno ci saranno al nord temporali, anche se con temperature sui 28 gradi; caldo e siccità al centro-sud, con punte su Puglia, Calabria e Sicilia di 30-35 gradi.



Leggi la notizia / Video

ROMA 1 APRILE 2013 CORSERA.IT

CASO MARO' ITALIANI .MATTEO CORSINI :"E' UN ATTENTATO ALLA SICUREZZA NAZIONALE E ALLA SOVRANITA' ITALIANA.MARIO MONTI DEVE DIMETTERSI,L'ITALIA E GLI ITALIANI DEVONO ASSUMERE IMMEDIATAMENTE INIZIATIVE POLITICHE PER FAR RIENTRARE I SOLDATI IN ITALIA.PER QUANTO CI RIGUARDA CONVOCHEREMO NELEL PROSSIME ORE UN PRESIDIO DEI MILITANTI DEI NOSTRI MOVIMENTI DIFRONTE ALL'AMBASCIATA INDIANA.

(RENATO CORSINI) Acta est fabula,la commedia e' finita.Gli atti di ostilita' del Governo e delle istituzioni dell'Unione Indiana nei confronti dello Stato Italiano e del Governo, ravvisano reati penalmente perseguibili dal nostro ordinamento giurisdizionale anche in relazione alla convenzione di Vienna e alle norme del diritto internazionale genralmente riconosciute.I reati ascrivibili ...



Leggi la notizia

Nel 2005 è stato, più di Carlo Maria Martini, il vero avversario di Joseph Ratzinger nel Conclave. Oggi, a 76 anni, Jorge Mario Bergoglio è considerato fuori dai giochi, ma arriva in Vaticano come figura di riferimento per tutti i cardinali americani e nello specifico della folta pattuglia latina. E se non si trovasse un nome su cui far convergere i voti extraeuropei, non è escluso che si punti di nuovo sull’arcivescovo di Buenos Aires, in barba all’età. D’altronde c’è una frase raccolta dai cronisti attorno all’entourage dei cardinali: “Basterebbero quattro anni di Bergoglio per cambiare le cose”.

Argentino di origini piemontesi, gesuita, Bergoglio è diventato una figura di riferimento nella Chiesa sudamericana, e il suo peso è cresciuto anche nel collegio cardinalizio. E d’altronde nel 2005, da outsider, rischiò seriamente di far sfumare l’elezione di Ratzinger. Come raccontato nel diario di un cardinale elettore, raccolto dal vaticanista Lucio Brunelli, Bergoglio raccolse sin dalla prima votazione un gran numero di consensi, e su di lui convogliarono anche quelli di Martini, accreditato come il maggior avversario di Ratzinger. Solo al quarto scrutinio il fronte sudamericano si ruppe e fu possibile l’elezione di Benedetto XVI: è molto probabile che se fosse rimasta la situazione di stallo, Ratzinger avrebbe appoggiato Bergoglio nel quinto scrutinio.

Restio ad accettare ruoli curiali e oppositore del lusso e degli sprechi: quando venne ordinato cardinale nel 2001 molti compatrioti organizzarono raccolte fondi per volare a Roma e presenziare alla cerimonia, ma Bergoglio li obbligò a restare in Argentina e a distribuire i soldi ai poveri. Nonostante sia ritenuto un conservatore, non ha mai approvato l’eccessiva rigidità della Chiesa soprattutto in materia di sessualità, tanto che, riferendosi ai collaboratori di Wojtyla, disse “Vorrebbero mettere il mondo in un preservativo”.

Classe 1936, a 22 anni entra nella Compagnia di Gesù e si laurea in filosogia. Negli anni ‘70, sotto la guida del Preposito Generale Pedro Arrupe, i gesuiti fanno delle aperture alla Teologia della Liberazione, che si adoperava in favore del riscatto dei poveri e contro le dittature militari che funestavano il Sud America. Bergoglio lasciò la Compagnia di Gesù in disaccordo con queste aperture, e ancora oggi viene accusato da alcuni movimenti di collaborazionismo con il regime dei generali: in realtà, se è acclarata una certa connivenza della Chiesa argentina con la dittatura, non ci sono prove della vicinanza di Bergoglio al regime, così come la sua adesione giovanile a un movimento antisemita.

Conduce una vita austera, si sposta con i mezzi pubblici e vive in un modesto appartamento. Ha denunciato l’autoreferenzialità della Chiesa e promosso un’opera di evangelizzazione verso le periferie. L’età, come detto, gioca contro di lui ora che si cerca un pontefice che non sia solo di transizione (e soprattutto con un Papa emerito ancora in vita), ma al Conclave 2013 potrebbe essere di nuovo indicato dai cardinali sudamericani, e in ogni caso il suo ruolo sarà importante per la scelta del nome su cui convergere.



Leggi la notizia

ROMA 13 MARZO 2013 CORSERA.IT

Elezione a sorpesa, è il primo sudamericano sul soglio di Pietro. Appartiene all'ordine dei gesuiti, era anche l'unico tra i cardinali elettori. E' il 266mo Papa della storia.  "Viva il Papa, viva il Papa", è il grido che proviene dalla Piazza.

SAN PIETRO CITTA' DEL VATICANO HABEMUS PAPAM E' JORGE MARIO BERGOGLIO IL PAPA DELLA STRADA IL NUOVO PONTEFICE CHE SI CHIAMERA' FRANCESCO I,PRIMA VOLTA NELLA STORIA DELLA CHIESA CATTOLICA.UN AVVENIMENTO STRAORDINARIO.LA NOTIZIA CHE TUTTO IL MONDO ASPETTAVA.

A sorpresa il gesuita Jorge Mario Bergoglio è il nuovo Pontefice scelto dal collegio cardinalizio nella quinta votazione del Conclave. Si chiamerà Francesco I. Alle 19:06 la fumata bianca dal comignolo della cappella Sistina aveva dato l'annuncio dell'elezione. Fedeli in festa in piazza San Pietro. Il 266esimo Papa è stato eletto al quinto scrutinio dopo le fumate nere di ieri sera e di questa mattina.

Il primo saluto a Ratzinger

"Fratelli e sorelle, buonasera". Così papa Francesco I ha salutato la folla di fedeli festanti in San Pietro. Il suo primo pensiero è stato per il paapa emerito Benedetto XVI

La sorpresa della folla

Prima sorpresi al nome di Bergoglio, poi si sono lasciati andare ad un lungo applauso i fedeli che da ore attendono di vedere il successore di Benedetto XVI.

Chi è Francesco I

Il nuovo papa è l'arcivescovo di Nuenos Aires Jorge Mario Berglio, nato i 17 dicmebre del 1936 nella stessa città argentina di cui oggi è arcivescovo. E' gesuita



Leggi la notizia

Roma 11 Marzo 2013 Corsera.it

Maro' tutto scritto da Corsera.it.Le felici analisi e intuizione di Renato Corsini.

Marò. Sono di nuovo in Italia giunti privati dei passaporti della Repubblica Italiana sequestrati dal Tribunale del Kerala e poi spariti. Un altro affronto. L’ambasciatore a Roma Debabrata Saha dovrebbe dare delle spiegazioni al nostro governo e se lo avesse già fatto la questione meriterebbe una dichiarazione ufficiale da rendere nota alla stampa. I Marò sono rientrati a Casa per poter partecipare alle elezioni politiche. “ Il voto è personale ed eguale, libero e segreto.Il suo esercizio è dovere civico” ( art.48, comma secondo,Cost ).  Lo stallo sulla giurisdizione a giudicare i nostri fucilieri di Marina accusati dell’uccisione di due pescatori fatto accaduto in acque internazionali permane. La farsa continua. Sembra che la commissione costituita dall’alta Corte di New Delhi per decidere sulla competenza giurisdizionale ...



Leggi la notizia

ROMA 24 FEBBRAIO 2013 CORSERA.IT

SAN PIETRO VATICANO SONO LE ORE 12.00 DEL 24 FEBBRAIO DEL 2013 E' L'ULTIMO ANGELUS DI PAPA BENEDETTO XVI.L'ULTIMA PREGHIERA SUL MISTERO DELL'INCARNAZIONE.E' ARRIVATA LA PAROLA DI JOSEPH RATZINGER AL MONDO,L'ULTIMO ANGELUS,IL MISTERO DELL'INCARNAZINOE DELL'UOMO DELLA PROVVIDENZA CHE HA SAPUTO RACCOGLIERE LO SCETTRO DI PIETRO PER CAMMINARE UMILE VIGNAIOLO NELLA CASA DEL SIGNORE.LA FOLLA ACCLAMA PAPA BENEDETTO XVI,SI RACCOGLIE NELLO SPIRITO E NELL'ESSENZA DELLA CRISTIANITA'.MIGLIAIA DI PERSONE RACCOLTE A SAN PIETRO DIFRONTE ALLA CASA DI PIETRO.L'OVAZIONE CHE SALUTA IL MINISTERO DI JOSEPH RATZINGER,IL PAPA CHE HA SAPUTO PARLARE AL MONDO E A MILIONI DI FEDELI DELLA CRISTIANITA'.UN SALUTO ESEMPLARE,DI UOMO TRA GLI UOMINI.E' UN GRANDE MOMENTO,UN LAMPO DI FEDE NEL CIELO INTRISO DI CALUNNIE E DI OPERE DEL MALE.JOSEPH RATZINGER SI ERGE BARRIERA INVALICABILE NELLA TEMPESTA DEL MALE.BENEDETTO XVI ULTIMO ANGELUS ULTIMO BALUARDO DELLA FEDE CRISTIANA,PRINCIPE ED EREDE AL TRONO DEL SIGNORE,SOPRA OGNI COSA,OGNI INGIUSTIZIA.E' LUI L'UOMO TRA GLI UOMINI,LA SCINTILLA DELLA RICONOSCENZA,DELLA FEDE,DELLA FORZA E INCARNAZIONE DELLA PAROLA DI CRISTO NEL MONDO.SIAMO CON LUI,A LUI E' RIVOLTO IL NOSTRO PENSIERO DI FEDELI.



Leggi la notizia

«il Signore mi chiama a salire sul monte, a dedicarmi ancora di più alla preghiera e alla meditazione. Ma questo non significa abbandonare la Chiesa, anzi, se Dio mi chiede proprio questo é perché possa continuare a servirla con la stessa dedizione e e lo stesso amore con cui l'ho fatto finora, ma in un modo più adatto alle mie forze». 



Leggi la notizia

ROMA 11 FEBBRAIO 2013 CORSERA.IT DI MATTEO CORSINI

CHIESA NOTIZIA SHOCK RABBRIVIDISCE IL MONDO. PAPA BENEDETTO XVI SI DIMETTE DALLA CARICA DI PONTEFICE IL 28 FEBBRAIO 2013 LASCERA' IL SUO MINISTERO.SEMBRAVA QUESTA MATTINA UNA DI QUELLE NOTIZIE BUFALA,MESSE IN RETE DA QUALCHE SITO IN CERCA DI NOTORIETA',MA NEL GIRO DI POCHI MINUTI LA NOTIZIA VENIVA CONFERMATA E COMINCIACA A FARE IL GIRO DEL PIANETA.PAPA RATZINGER HA UFFICIALIZZATO LE SUE DIMISSIONI NEL CORSO DEL CONCISTORO PER LA CANONIZZAZIONI DEI MARTIRI DI OTRANTO.UN ANNUNCIO SPONTANEO PERSONALE E IN LATINO.LASCIA UN GRANDE PAPA,UN SERVO DEL SIGNORE,UN CONTADINO NELLA VIGNA DEL SIGNORE.TROPPO GRANDE L'INCARICO RICEVUTO PER MANO DIVINA,TROPPO IMMENSA LA PORTATA UNIVERSALE DEL SUO MINISTERO.PAPA RATZINGER AVEVA FIN DA SUBITO MOSTRATO UN CERTO SCETTICISMO PER QUEL RUOLO.UN GRANDE SEGNO DI UMILTA',DI CARISMA,DI GRANDE SPIRITUALITA' INTERIORE.QUESTO PAPA HA DIMOSTRATO AL MONDO COSA SIGNIFICA LA CRISTINITA',IL BENE,LA CHIAREZZA DEL PROPRIO ANIMO.NON C'E' CHE APPLAUDIRE COMMOSSI PER QUESTA DECISIONE SEBBENE IMPROVVISA E INASPETTATA.SICURAMENTE DIO E' CON LUI,SICURAMENTE NE GUIDA IL CAMMINO,SICURAMENTE E' UN GRANDE INSEGNAMENTO PER TUTTI.QUESTO MOMENTO SEGNERA' LA STORIA DELLA CHIESA,UN'ALTRA PAGINA INDIMENTICABILE.

UN SALUTO AFFETTUOSO CARO JOSEPH RATZINGER.



Leggi la notizia

Albuquerque 21 Gennaio 2013 Corsera.it

Un'altra strage,un'altra ferale notizia colpisce gli Stati Uniti d'America.Un figlio che uccide,massacra l'intera famiglia.Padre madre e i suoi fratelli,due sorelle e un fratello.Una mattanza nella casa famigliare,in salone,nelle camere da letto,per le scale.I componenti dealla famiglia hanno tentato di difendersi e fuggire.Ma il kille e' stato impietoso,ha braccato e finito,uno dopo l'altro tutti i componenti della sua famiglia.

Una notizia shock,di quelle che fano tremare i polsi,il cuore,gridare all'incredibile.Sul luogo del delitto un fucile d'assalto sporco di sangue,gettato in terra subito prima della fuga nei boschi.

Albuquerque strage.South Valley,in un sobborgo meridionale di Albuquerque si e' compiuta una strage.Una scena del crimine spavetosa,come l'ha definita lo Sceriffo della Contea Dan Houston,una scenografia di un film dell'orrore.E' tutto accaduto sabato sera la polizia si e' trovata difronte cinque cadaveri,un uomo,una donna e tre bambini due fammine e un maschio.Sono i componenti della famiglia Griego molto conosciuta nella vicina Calvary Church,di cui Greg Griego era il pastore di confessione evangelica.Il pluriomicida non sarebbe altro che il figlio quindicenne Nehemiah,un fanatico dei corpi militari.Si aggirava per il paese sempre vestito in tuta mimetica.Il figlio maggiore dunque ha compiuto una strage spaventosa,il cui movente ad ora e' sconosciuto.



Leggi la notizia

Algeri 17 Gennaio 2013 Corsera.it

Algeria e' una mattanza nel sito petrolifero di In Amenas.Il blitz delle forze dell'ordine algerine contro i terroristi di Al Qaeda, asserragliati nel sito petrolifero insieme a 150 ostaggi,si e' trasformato in una mattanza di ostaggi civili occidentali.Lo scontro a fuoco tra terroristi e apparati militari algerini ha trasformato il sito petrolifero in un inferno di ferro e fuoco.Nel sito ci sono decine di staggi ancora rinchiusi e che non possono scappare.Si teme il peggio.Il blitz e' arrivato dal cielo per tentare di salvare gli ostaggi nelle mani dei terroristi islamici.



Leggi la notizia

<< - Pagina 4 di 39    [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 ] - >>