MILANO 26 MARZO 2020 CORSERA.IT  Alan Parker dal nostro corrispondente dal fronte di guerra 

(Nella fotografia la figlia di una delle tante vittime abbandonate a se stesse dal nostro sistema sanitario. Località Bergamo.)

Bergamo e Brescia sono due città trasformatesi in lager dove si sta compiendo una strage di residenti. Evacuare con l'Esercito i residenti senza ulteriore indugio.

Mi scrive Rosa Magrini da Brescia, anche lei con Covid-19, la sua amica Valeria Circo di 41 anni, lavorava alla BNP PARIBAS, è morta. 

Scrive Rosa : " Mi dicono che non c'e' ossigeno nel senso che il virus "divora l'ossigeno" , per ogni paziente ce ne vuole tantissimo "

Un giorno scopriremo che questo coronavirus è un derivato di un'arma batteriologica, costruita in laboratorio, sfuggita agli accordi del (Protocol for the Prohibition of the Use in War of Asphyxiating, Poisonous or other Gasesand of Bacteriological Methods of Warfare o, più comunemente, Protocollo di Ginevra)ma adesso non c'è tempo per troppe congetture, ma se la situazione è quella di Bergamo e Brescia, si deve consentire ai residenti di abbanodnare le città il prima possibile scortati da soldati per raggiungere le secondo case o le terze possibilmente in riva al mare, dove l'azione dello iodio potrà lenire l'aggravarsi della patologia da Covid-19. Non c'e' più tempo che le autorità lo capiscano. Ieri sera nel corso di Piazza Pulita, Corrado Formigli, ha intervistato una ragazza che piangeva il padre morto attaccato dal Covid-19 senza che nessuno lo abbia assistito. L'ossigeno è arrivato quando era già morto. 

Lombardia emergenza Covid-19.La strage continua nelle città focolaio dell'infettate dal coronavirus. Il contagio non accenna a diminuire, in Lombardia si vive l'incubo delle stragi da armi chimiche della prima guerra mondiale. Un errore impedire ai residenti di Milano, Bergamo, Brescia, Piacenza, Crema , di raggiungere le secondo case. L'aria di Bergamo è avvelenata, il Covid-19 si trasmette per via aerobica, per evaporazione , la misura convenzionale della distanza di un solo metro tra le persone è l'altro errore della gestione della pandemia. La diffusione della pandemia nel centro sud Italia non è quasi avvenuta per via diretta, se non per tramissione dei pazienti che provenivano dal Nord. Il covid-19 non riesce a diffondersi se evapora nell'aria e si disperde. Milano ,Bergamo,Brescia,Piacenza , Cremona, sono città inquinate, avvelenate anche per effetto dell'inersione termica verificatesi quest'anno con il bel tempo. Il coronavirus si sta continuando a propagare, è necessario consentire ai residenti di queste città di andarsene contingentati per ordine alfabetico e obbligarli alla quarantena nelle loro seconde case. Le città più colpite devono svuotarsi appena possibile o sarà una strage. A Bergamo dalle testimonianza emerse, si è capito che la struttura sanitaria non è in grado di raggiungere i pazienti che muoiono per mancanza di ossigeno. Forse chi ha lasciato Milano ha sicuramente portato il coronavirus al sud, ma si è probabilmente salvato la pelle. Siamo difronte ad un olocausto, l'aria è irrespirabile, il contagio continua, che cosa aaspettano le autorità ad evacuare le città più infettatte?

 

CorSera.it Copyright 2020 



Leggi la notizia

Brescia 23 marzo 2020 CorSera.it

I dati di oggi in Lombardia sembrano offrire una debole speranza di contrazione del contagio. Ma ciò che preoccupa sono i pazienti positivi i cosiddetti asintomatici, che sono responsanbili del 79% della trasmissione del Covid-19. Un focolaio potenzialmente devastante, che qualora scoppiasse in altri cluster all'interno della città di Milano potrebbe non essere più contenibile con i mezzi oggi a disposizione. Sebbene i dati della Lombardia nel suo insieme fanno ben sperare, quelli di Brescia, appaiono ancora in crescita, la preoccupazione è rivolta ai migliaia di cittadini a casa malati con la febbre, tosse, insomma tutti i sintomi della malattia infettiva. Non c'e' dunque da abbassare la guardia e ci sarà da stare attenti ancora per settimane. C'e' chi parla di fine maggio per vedere riassorbita in Italia la propagazione del coronavirus il micidiale Covid- 19.



Leggi la notizia

MILANO 24 MARZO 2020 CORSERA.IT ( MILANO REDAZIONE MOBILE 335291766 )

CorSera.it Copyright 2020 

Il Covid-19 si contrasta anche con l'uso delle mascherine, dipositivi di protezione individuale. Soltanto una propaganda governativa irresponsabile non ha fatto correre questo messaggio elementare, semplice, logico. 

Lo sciagurato brindisi di Nicola Zingaretti, quando la demenza non è giustificabile. Nicola Zingaretti deve dimettersi e sparire dalla politica italiana. Roberto Speranza deve dimettersi. Non possiamo vincere la guerra se a capo del ministero della Salute c'e' un incompetente.La gente sta crepando e non c'e' nulla da festeggiare sui balconi, meno che mai cantare o Bella Ciao . La vita è una cosa seria. I politici capaci devono prevedere ed organizzarsi per le emergenze. 



Leggi la notizia

MILANO 23 MARZO 2020 CORSERA.IT 

CORSERA.IT COPYRIGHT 2020 

Nel corso della diretta su Canale 7, l'infettivologo Massimo Galli , direttore dell'ospedale Sacco di Milano, ha confermato che le mascherine sarebbero dovute essere obbligatorie per evitare il contagio tra le persone che si recavano in metropolitana per andare a lavorare. Una drammatica verità che per troppo tempo la propaganda governativa ha tenuto relativamente nascosta. Il Covid-19 ha colpito ovunque, i cittadini continuavano ad incontrarsi senza indossare i dispositivi di protezione individuale per la strada, in metropolitana, sopratutto al supermercato,



Leggi la notizia

ROMA 22 MARZO 2020 CORSERA.IT by Alan Parker corrispondete dai confini del mondo conosciuto

(nella fotografia il team cinese arrivato a Malpensa. Osservate attentamente e fate come loro. Indossate sempre la mascherina e occhiali protettivi e non date retta a nessun altro ) 

Come abbiamo ripetuto spesso, la distanza convenzionale per evitare l contagio da covid-19, è stata indicata convenzionalmente di un metro. Ma come sapete, tale precauzione vale in ambienti chiusi, non certamente all'aria aperta,dove il droplet espulso con la respirazione e trasportato dal vento,può propagarsi a distanza di diversi metri. Se siete in fila per fare la spesa e notate qualcuno senza mascherina, l'unico consiglio che vi possiamo dare è quello di allontanarvi immediatamente o allontanare l'untore. All'interno del supermercato entrate sempre con la mascherina, ma sopratutto evitare di parlare al telefono mentre siete difronte agli scaffali, il droplet di un contagiato anche asintomatico, schizzerà di Covid-19 tutto quello che ha intorno. Quando si fa la spesa non si dovrebbe parlare per evitare che il droplet si propagi intorno a voi. Mascheria e guanti come protezione assoluta per evitare il contagio. Se avete la possibilità meglio indossare due mascherine, una morbida, l'altra dura sopra. Meglio due mascherine e meglio entrare con una giacca a vento che potrete facilmente disinfettare una volta fuori dal locale con uno spry igienizzante. Se trovate qualcuno all'interno del supermercato senza mascherina mettetevi ad urlare e cacciatelo dal locale . Fate intervenire le guardie di sicurezza del supermercato senza alcuna esitazione, vi sta contaminando. Ricapitolando, fila al supermercato sempre con mascherina sul volto e state lontano da chi parla allo smartphone senza mascherina , da li parte il contagio. Se siste ben bardati con due mascherine e guanti e giacca a vento siete al sicuro. La mascherina deve essere perfettamente aderente al naso e alle guance, nei casi peggiori di grande affollamento vi consiglio di utilizzare occhialiprotettivi, prendere quelli da sci , vanno benissimo . Non dovete imbarazzarvi di indossare gli occhiali da sci. Siamo tutti in guerra, e abbiamo un nemico letale, un virus inoculato nell'uomo da un pipistrello di merda.

 

CorSera.it Copyright 2020 



Leggi la notizia

ROMA 22 MARZO 2020 CORSERA.IT by Alan Parker corrispondente ai confini del mondo conosciuto

L'ultimo bollettino della Protezione Civile italiana tenutosi nel pomeriggio, al consueto orario intorno alle ore 18.00, ha sollevato un pò di ottimismo. I morti sono scesi di gran lunga rispetto a ieri,  651 per un totale di 5476 dall'inizio della pandemia. I casi di contagio sono ad oggi quasi 60 mila.Ma ciò che poteva rincuorare, non è ancora sufficiente per allentare la tensione di questi ultimi giorni. Il presidente del CSS dr. Franco Locatelli ( il pediatra robot dalla voce metallica ed elettrica ) ha lanciato un altro allarme : "Adesso dobbiamo fare attenzione ai rapporti intrafamiliari, ci sono 23 mila positivi in casa, ed è indispensabile che questi soggetti non abbiamo relazioni con estranei per quanto più tempo possibile..." 

Parole scandite dalla voce metallica del pediatra robot, che oltre ad essere un monito per la popolazione, suonano sinistre, come dire che non c'e' scampo alla capacità invasiva del coronavirus. Non siamo ancora salvi, e purtroppo non lo siamo neanche tra le mura domestiche. Gli asintomatici sono l'altra bomba ad orolegeria , pronta ad innescare altri cluster a catena, con l'effetto devastante delle bombe grappolo.  

I numeri della giornata odierna, se visualizzati su un grafico cartesiano,  non appaiono ancora positivi perchè sono in linea della media settimanale. Il grafico cartesiano della morte è ancora rosso. Dobbiamo attendere ancora qualche ora, fino al prossimo bollettino, per capire che cosa accadrà domani, se sulla asse delle ascisse, finalmente il numero dei deceduti cadrà verso il basso, indicandoci la strada di uscita da questo calvario nazionale. Ma nel corso delle prossime ore, avremo modo di verificare altri diabolici grafici cartesiani, quelli relativi ai paesi che nel mondo stanno vivendo la stessa traumatica esperienza della pandemia.Avremo modo di confrontarli, di capire, di far covergere l'attenzione del mondo verso altre località. Ci sono paesi come il Brasile che sono entrati bruscamente in contatto con la il Covid-19, c'e' il rischio di sollevazioni popolari, il pericolo di episodi di violenza di massa. Siamo nel futuro, uno dei peggiori scenari immaginati dalla mente dei cineasti. L'impatto sociale potrebbe trasformare le periferie di tutto il mondo, in un rigurgito impazzito del disagio sociale e nel breve giro di qualche giorno, capire che l'assalto dei morti viventi, gli zombi è forse appena iniziato. Nelle favelas brasiliane, vivono milioni di persone, non hanno acqua, sono poveri, disperati, se la pandemia riuscirà a penetrare in quei luoghi, la gente comincerà a soffrire, a non respirare, si lancerà per strada in cerca di aria, poi di cibo, trascinando con sè la popolazione verso i quartieri alti, dei residenti benestanti e allora, la pandemia assumerà un connotato ben diverso. Nulla sarà più come prima, ha scritto in questi giorni il professore di storia Yuval Noah Harari, noi ne siamo convinti.

 

CorSera.it Copyright 



Leggi la notizia

Roma 21 marzo 2020 CorSera.it il bollettino di guerra

Non si ferma. Non c'è tregua e il picco sembra ancora lontano nel giorno in cui c'è un nuovo triste record, quello delle vittime: 627 in un solo giorno. Secondo i dati diffusi dalla Protezione civile nelle ultime 24 ore i positivi al coronavirus sono aumentati di 4.670 unità, per un totale di 37.860, e 627 morti che portano il totale a 4.032 ,mentre i guariti sono 689 in più rispetto a ieri per un totale di 5.129 persone.  Il numero complessivo dei contagiati - comprese le vittime e i guariti - ha raggiunto i 47.021. E' il dato fornito dal commissario per l'emergenza Angelo Borrelli in conferenza stampa alla Protezione Civile che ha sottolineato come è impossibile dire "quando ci sarà il picco, non ci sono dati scientifici ma tendenze. Comunque
 Le misure prese finora hanno dato risultati: il numero di positivi è frutto della circolazione del virus precedente alla stretta data"..



Leggi la notizia

BRESCIA 20 MARZO 2020 CORSERA.IT by dr.Matteo Corsini Editore ( redazione mobile 335291766 )

Nella fotografie due giovani cassieri di un Palm Local Roma a cui forse ho salvato la vita .Cornavirus in Italia è una strage, la gente muore come in guerra ad ogni angolo della strada. Corsera.it da giorni stava dando seguito ad inchieste sul contagio del Covid-19 nei supermercati, che abbiamo definito e denunciato come i prossimi focolai dell'epidemia. Non ci siamo sbagliati, neanche questa volta. Da giorni denunciavamo che non vi fossero controlli della Polizia Municipale a Roma, che i clienti entravano privi delle mascherine o dei guanti.



Leggi la notizia

 MILANO CESANO BOSCONE 24 FEBBRAIO 2013 CORSERA.IT

SEGNALIAMO ANCORA UNA VOLTA A CESANO BOSCONE AL SEGIGO NUMERO 6 ESPONENTI DEL PD CON SPILLETTE ELETTORALI AFFISSE SULLE GIACCHE FUORI DAL SEGGIO.GRAVI IRREGOLARITA' DEI RAPPRESENTANTI DI LISTA?



Leggi la notizia

ROMA 25 DICEMBRE 2012 CORSERA.IT

PUBBLICHIAMO UNA LETTERA DI CARLA VITES MOGLIE DELL'IMPRENDITORE ANTONIO DE SIMONE INVIATA AL CORRIERE DELLA SERA.UNA LETTERA CHE INCHIODA ROBERTO FORMIGONI ALLE SUE RESPONSABILITA'

Caro direttore,
ho letto l'intervista pubblicata dal suo giornale a Roberto Formigoni (pagina 9 del «Corriere della Sera»). Da privata cittadina e soprattutto da militante ciellina della prima ora non ho potuto trattenermi dal pormi una serie di domande, anche perché, pur essendo una persona qualunque, la sorte mi ha riservato una conoscenza ravvicinata con l'attuale Governatore della Regione Lombardia. Vede, conosco lui, Antonio Simone ed altri da circa trent'anni. In questa cerchia di relazioni ho avuto modo di condividere molte occasioni di vita di queste persone. Bene, Formigoni non può affermare che «conoscevo Daccò da molti anni, ma non ha mai avuto rapporti direttamente con me, ma con l'assessorato». E sorvoliamo



Leggi la notizia

MILANO 14 DICEMBRE 2012 CORSERA.IT

SCRIVI A REDAZIONE@CORSERA.IT OGGI IN DIRETTA TV CANALE 86 ONE TELEVISION MATTEO CORSINI LO SCANDALO DELLA REGIONE LOMBARDIA.

RENZO BOSSI SIGARETTE E VIDEOGIOCHI A MEDIAWORLD

REGIOE LOMBARDIA SCANDALO INDAGATI NICOLE MINETTI E RENZO BOSSI ER TROTA.22 GLI INVITI A COMPARIRE AI CONSIGLIERI REGIONALI DELLA LOMBARDIA MAGGIORANZA PDL E DELLA LEGA.L'IPOTESI PER TUTTI E' PECULATO OVVERO DI AVER UTILIZZATO I RIMBORSI ELETTORALI PER SPESE PERSONALI ANZICHE' PER I COSTI DELLA GESTIONE POLITICA.VOCI DI SPESE CAMUFFATE STTO LA VOCE COMUNICAZIONE OPPURE ESPLETAMENTO DEL MANDATO O MEDIA VIAGGI ISTITUZIONALI DELLA PRESIDENZA O SPESE PER COLLABORATORI.UN CIRCO  EQUESTRE DI SPESE PER PRANZI CENE SIGARETTE CIOCCOLATINI E MUNIZIONI PER FUCILI DA CACCIA PER SVARIATI MILIONI DI EURO.



Leggi la notizia

MILANO 14 DICEMBRE 2012 CORSERA.IT

SCRIVI A REDAZIONE@CORSERA.IT IN DIRETTA QUESTA SERA ORE 22.00 CON MATTEO CORSINI ONE TELEVISION CANALE 86 DIGITALE TERRESTRE GLI SCANDALI DEI BATMAN D'ITALIA,DALLA REGIONE LAZIO ALLA REGIONE LOMBARDIA EER MAGNA MAGNA DEGLI AMICI DI BOSSI E BERLUSCONI.

(ASCA) - Milano, 14 dic - Circa una quarantina di consiglieri regionali in Lombardia risultano indagati in un'inchiesta avviata dalla procura di Milano su presunte irregolarita' nell'utilizzo dei rimborsi spettanti gruppi consiliari. Nel mirino degli inquirenti, coordinati dal procuratore aggiunto Alfredo Robledo, ci sono per il momento consiglieri di Pdl e della Lega Nord, a partire dai capigruppo Paolo Valentini e Stefano Galli. Tutti accusati di peculato per aver - secondo l'ipotesi accusatoria - utilizzato per fini personali (come cene in ristoranti di lusso) risorse destinate ad attivita' istituzionali.

Tra i nomi piu' noti figurano quelli di Renzo Bossi e Nicole Minetti. Il figlio dell'ex leader della Lega Nord avrebbe utilizzato i soldi destinati al gruppo consiliare del Carroccio per tutta un serie di spese personali: videogiochi, sigarette e bibite, soprattutto la bevanda energetica ....



Leggi la notizia

MILANO 24 NOVEMBRE 2012 CORSERA.IT

OMICIDIO DIEGO PREDA,UN DELITTO PERFETTO,ESEGUITO DA UN PROFESSIONISTA,UN SOLO COLPO DI PISTOLA.

VENDETTA PROFESSIONALE,CRIMINALITA' ORGANIZZATA,OVVERO LA VITTIMA ERA OGGETTO DI ESTORSIONI DA PARTE DI QUALCHE MALVIVENTE, OPPURE SI TRATTA DI UN OMICIDIO A SFONDO SENTIMENTALE,LA VENDETTA DI QUALCHE AMANTE TRADITO? IPOTESI INVESTIGATIVE,NESSUNA DELLA QUALI DEVE ESSERE TRALASCIATA DALLA POLIZIA GIUDIZIARIA E DAGLI INQUIRENTI.

DIEGO PREDA OMICIDIO.L'ASSICURATORE GOLFISTA DIEGO PREDA DI 69 ANNI E' STATO FREDDATO DA UN COLPO DI PISTOLA ALLA TESTA,APPENA USCITO DAL SUO UFFICIO DI MILANO IN VIA MONTE ROSA 21.UN OMICIDIO INCREDIBILE,CHE INFITTISCE IL MISTERO E I ...



Leggi la notizia

MILANO 22 NOVEMBRE 2012 CORSERA.IT

LO STUDIO LEGALE AVV.CARLA MARIA PROVENZANI CI HA INVIATO UNA RICHIESTA DI RETTIFICA PER LA PAROLA PLAYBOY,CHE ALLO STESSO LEGALE RISULTA POTER LEDERE LA REPUTAZIONE DEL DE CUIUS DIEGO PREDA.INTENDE L'AVVOCATO CHE LA PAROLA PLAY-BOY INTENDEREBBE PRESUPPORE CHE LO STESSO INTRATTENEVA RELAZIONI SENTIMENTALI EXTRACONIUGALI.PUBBLICHIAMO VOLENTIERI LA RETTIFICA RICHIESTA DAL LEGALE DELLA FAMIGLIE,RENDENDOCI BEN CONTO DELLA SITUAZIONE PSICOLOGICA DELLA FAMIGLIA,DA D'ALTRONDE LE PISTE INVESTIGATIVE,RIGUARDERANNO ANCHE E SOPRATUTTO LA SFERA PRIVATA E SENTIMENTALE DLL'ASSICURATORE E DI EVENTUALI RITORSIONI ANCHE PER IPOTESI DI VENDETTA A SFONDO SESSUALE O SENTIMENTALE.NNO V'E' DUBBIO CHE LA MAGISTRATURA INQUIRENTE DOVRA' CAPIRE SE DIEGO PREDA E' STATO ASSASSINATO DA UN'AMANTE SEGRETA OPPURE DA UN COMPAGNO TRADITO.

SCRIVI A redazione@corsera.it

OMICIDIO A MILANO.L'ENIGMA DELLA VITA SEGRETA DELL'ASSICURATORE DI VIA MONTE ROSA 21.

MILANO CRONACA NERA ASSASSINATO ASSICURATORE DIEGO PREDA DI 69 ANNI,NELLA CENTRALISSIMA VIA MONTE ROSA AL NUMERO 21.L'UOMO CHE LASCIA N FIGLIO DI 32 ANNI E' STATO FREDDATO CON UN COLPO IN TESTA.NOTISSIMO NEGLI AMBIENTI MILANESI GIOCATORE DI GOLF,EX-PLAYBOY AMANTE DEI VIAGGI.ERA UNO SPORTIVO PERFETTO.COSA NASCONDE LA SUA VITA DI COSI' MISTERIOSO?



Leggi la notizia

Milano 22 NOvembre 2012 Corsera.it

Milano cronaca nera assassinata donna in appartamento a Milano in Piazzale Lagosta.

 Secondo i primi rilievi medico scientifici, infatti, la causa della morte dovrebbe essere stata la lenta asfissia dovuta proprio all'incaprettamento. Il corpo esanime è stato trovato in cucina, ancora legato mani e piedi dietro la schiena, e con un sacchetto in testa. Il viso presenta dei tagli, ma probabilmente non rappresentano lesioni letali. Secondo i primi accertamenti sarebbe una persona tossicodipendente, senza una dimora fissa.



Leggi la notizia

Pagina 1 di 2    [1 2 ] - >>