L’emittente britannica Sky News ha pubblicato in esclusiva la prima foto che ritrae il boia dell’Isis «Jihadi John», identificato come Mohamed Emwazi, ai tempi in cui frequentava l’università londinese di Westminster. Nell’immagine indossa un cappellino da baseball, ha i baffi e il pizzetto. Cameron ha dichiarato: «Neutralizzeremo Mohamed Emwazi e quelli come lui». Il primo ministro britannico ha anche rigettato le accuse rivolte all'intelligence di Londra dopo che è emerso che Emwazi, il 27enne londinese di origini kuwaitiane riconosciuto come l'autore delle esecuzioni degli ostaggi occidentali in mano allo Stato Islamico, era noto da cinque anni ai servizi britannici.

In fumo il 20% del valore Altro che ripresa del mattone

Prezzi in caduta fino al 2016 L’agenzia americana Fitch smentisce l’ottimismo di governo e banche: le quotazioni reali non smettono di scendere.

Ininfluente il recente rimbalzo nelle compravendite La gelata sul mercato immobiliare prosegue. L’agenzia di rating internazionale Fitch ha pubblicato ieri un corposo report sul mattone italiano che smonta la tesi della ripresa.

Le compravendite sono sì tornate a salire, anche se soltanto dell’1,2% ma il ritorno della domanda non è riuscito a invertire la tendenza al ribasso dei prezzi.

Così, dopo il calo del l’1,6% nelle quotazioni fatto registrare nel 2014, anche per l’anno in corso è prevista una ulteriore riduzione.
E pure per il 2016 l’agenzia newyorkese vede nero: ben difficilmente la tendenza si invertirà, portando il calo complessivo al 20% rispetto alle quotazioni di picco raggiunte nel 2008.

L’aggiornamento contenuto nel Mortgage market index Italy fa piazza pulita dell’ottimismo ostentato nei mesi scorsi da governo e banche: a guidare il rimbalzo nella concessione di nuovi mutui sono le surroghe, i rifinanziamenti. Fitch vede nero soprattutto per le nostre
regioni meridionali.
Al Sud le quotazioni sono già scese del 27%, ben più di quanto dica la media nazionale, e il trend si confermerà sia per l’anno in corso sia per il prossimo.



Leggi la notizia

Roma scontri tra tifoseria olandese del Feyenoord e i repaprti della celere.Quella che vediamo e' l'entrata di Via San Sebastianello trasformatasi nel passo delle Termopili.La fotografia e' scattata mentre esplode la bomba carta lanciata dalla tifoseria contro il reparto della celere Bologna.Come si puo' notare l'entrata della salita e' diventata una sorta di strozzatura dove si sono assembrati i tifosi olandesi.I reparti della celere hanno spinto la tifoseria verso la strozzatura per riuscire a respingerla.Lo scontro e' stato violentissimo alcuni tifosi del Feyenoord sono stati colpiti duramente sulla testa e trascinati via ammanettati sdraiati sull'asfalto resi inermi dall'azione delle forze dell'ordine.I tafferugli sono proseguiti in salita quando e' esplosa la potentissima bomba carta tra i reparti della celere.Alcuni agenti sono stati feriti alle braccia e alle gambe.

Leggi la notizia

Roma scontri a Piazza di Spagna tra i reparti della celere e i tifosi olandesi del Feyenoord.Quanto i reparti della celere arrivano da V ia dei Condotti la fontana della Barcaccia era gia' stata sfregiata.Gli agenti premevano da Piazza Mignanelli e altri reparti erano schierati lungo le scalinate.La fotosequenza mostra chiaramente che mentre i primi agenti della celere avanzano verso la tifoseria,i gruppuscoli radunatisi intorno alle palme di Piazza di Spagna cominciano a lanciare bottiglie di birra contro la celere.Alcuni di loro hanno gettato dei fumogeni rossi.Sta per esplodere la guerriglia nel pieno centro della citta' nel cuore pulsante delle vie dello shopping.Scontri come in Vietnam la Piazza trasformata in una discarica .Il Sindco Ignazio Marino dormiva il Questore arriva tardi,mi domando dove stava la polizia municipale? Nel mio programma di Sindaco avevo immaginato dei reparti della polizia municipale in tenuta antiguerriglia.Dove sono? 

Leggi la notizia

(AGI) - Dubai, 21 feb. - E' stato spento in meno di tre ore l'incendio scoppiato in uno dei piu' famosi grattacieli di Dubai che ha portato all'evacuazione di migliaia di persone.
  Non ci sono state vittime. I vigili del fuoco sono riusciti a domare le fiamme sprigionatesi alle due di notte al 51mo piano del Torch, la torcia, che non i suoi 361 metri e' fra le torri residenziali piu' alte al mondo.
  Il rogo nel grattacielo di Dubai Marina, negli Emirati Arabi, ha raggiunto il 70mo piano (su 79), alimentato dal forte vento. All'inizio il suono della sirena dell'allarme anti-incendio sarebbe stato sottovalutato perche' nei giorni scorsi c'erano stati diversi falsi allarmi. Sono stati gli abitanti dei palazzi vicini a segnalare il fumo che fuoriusciva. Le fiamme hanno mandato in frantumi centinaia di vetri, provocando una pioggia di detriti dai piani piu' alti.
  La zona e' stata completamente isolata e sul posto sono intervenuti una decina di mezzi dei pompieri.

Leggi la notizia

Roma 21 Febbraio 2015 .La guerriglia di Piazza di Spagna raccontata da Matteo Corsini candidato sindaco di Roma.

La guerriglia di Piazza di Spagna tra la tifoseria del Feyenoord e i reparti della celere ha un eroe nazionale un agente dei reparti della celere ferito alal gamba dal lancio di una bomba carta.Corsera.it pubblica le fotografie esclusive.Ci domandiamo come mai sia stato concesso ai tifosi urbiachi di accedere alla Piazza di Spagna di rompere le bottiglie lanciandole sul selciato di devastare una delle piazze piu' belle del mondo.Gli atti di vandalismo dovevano e potevano essere evitati non c'e' alcun dubbio su questo.Il principale responsabile e' il sindaco di Roma Ignazio Marino che oggi piange sullo sfregio della  Barcaccia ma come tutti noi sappiamo e' un sindaco incapace di cui presto la citta' di Roma dovra' liberarsi.Ma non solo lo sbaglio e' probabilmente anche della prefettura nonche' dell'impressionante schieramento dei reparti della celere che hanno chiuso la tifoseria del Feynoord in una sorta di cul de sac ad altissimo potenziale espolosivo.Ho parlato personalmente con alcuni leader della tifoseria del Feynoord che si sono avvicinati al reparto B ologna della celere schierato alla fine di Via dei Condotti.Nessuno dei celerini conosceva l'inglese,non c'erano negoziatori ,insomma nessuno che potesse spiegare ai tifosi che sarebbe stato possibile defluire della Piazza senza essere caricati dai reparti della celere.Alcuni di questi tifosi volevano sfilare verso lo stadio e conoscendo un po' di inglese mi sono reso negoziatore tra i tifosi e il capo del reparto che aveva ampiamente assicurato ai tifosi che era possibile defluire verso lo stadio da Via del Babuino.In realta' anche Via del Babuino era chiusa da altri reparti della celere,poiche' il piano della prefettura era quello di far evacuare la tifoseria da salita di San Sebastianello.Come sono andate le cose le abbiamo visti tutti:la partenza con sirene spiegate di uno dei blindati della celere della polizia ha dato il via alla carica dei reparti dei Carabinieri schierati sulla piazza.Il furgone blindato della celere della polizia ha come dato il segnale per dar il via agli scontri.I reparti della celere hanno caricato la tifoseria spingendola nel budello di san Sebastianello trasformatosi per qualche decina di minuti nel passo delle Termopili.Alcuni dei piu' facinorosi tifosi del Feynoord hanno cercato di opporsi alle cariche e sono stati colpiti con forza dalle squadre della celere.Uno scontro che si poteva evitare un inutile bagno di sangue.I tiffosi i vandali del Feynoord avevano devastato la piazza lanciato bottiglie sul selciato sporcato come tanti maiali il selciato romano,ma non vi erano stati episodi di violenza tali da giustificare una carica della celere in pieno centro con il rischio di far esplodere la piazza.Comunque siano andate le cose tra i reparti della celere ci sono stati molti eroi che hanno pagato personalmente il loro impegno a tutela della citta' di Roma e di tutti i cittadini.A loro va il nostro incondizionato ringraziamento ma come detto gli scontri si dovevano e potevano evitare per il bene della collettivita'.Soltanto un Sindaco incapace soltanto la mancanza di negoziatori qualificati ha creato le condizioni per arrivare allo scontro .Di questo agente ferito non conosco il nome ma ringrazio personalmente a nome di tutta la citta' di Roma.Ricordo di averlo sentito urlare portarsi le mani alla testa trascinarsi in terra aiutato dai compagni della celere.Ricordo le sue parole "non mi arrendo voglio continuare".  Un eroe sconosciuto per noi romani ma esiste la sua foto, noi la pubblichiamo, lo ringraziamo pubblicamente insieme a tutti gli agenti che hanno difeso la citta' di Roma dalle belve del Feyenoord.



Leggi la notizia

La Barcaccia ferita le fotografie esclusive del Corsera.Danni permanenti alla fontana di Piazza di Spagna che forse potevano essere evitati soltanto se i reparti della celere si fossero schierati intorno alla stessa lasciando che la tifoseria defluisse verso lo stadio.Chiusi ai quattro angoli i tifosi del Feyenoord che si erano impossessati della piazza devastandola con lanci di bottiglie sul selciato non hanno avuto altra scelta che lo scontro con i reparti della celere.Mentre la celere avanzava alcuni dei piu' facinorosi hooligans si sono frapposti tra i reparti e la tifoseria sbraitando e alzando le braccia.Uno tra tutti uno scimmionie col cranio rasato di una certa eta' in mezzo alla piazza tra i lanci delle bottiglie e i lacrimogeni della celere sfidava a mani nude centinaia di carabnieri in tenuta antisommossa.Una belva del Feyenoord un irriducibile uno che ha cercato lo scontro da solo contro tutti.A Rotterdam adesso sara' un eroe nazionale.Per fermarlo ci sono voluti quatrto cinque agenti.Chi aveva il compito di controllare la tifoseria ? Chi aveva il compito di difendere la Barcaccia?

Leggi la notizia

Non sappiamo chia sia era nua belva del Feyenoord un uomo sui cinquanta anni il naso schiacciato da pugile che da solo in mezzo alla piazza di Spagna ha sfidato mani nude i reparti dei carabinieri in tenuta antisommossa.Un uomo solo inferocito urbiaco pronto al massacro che si frapponeva tra la tifoseria del Feyenoord e i reparti della celere.Una belva un maiale forse uno squilibrato,senza dubbio un criminale che forse oggi insieme ai suoi amici e' un eroe della tifoseria olandese.Le fotografie esclusive.

Leggi la notizia

Roma  19 Febbraio 2015 Roma Feyenoord .La battaglia di Piazza di Spagna.dal nostro corrispondente Matteo Corsini candidato sindaco di Roma

La battaglia di Piazza di Spagna lo scontro violento tra reparti della celere e gli Hooligans del Feyenoord poteva essere evitata.Intorno alle 15.10 un reparto della celere risaliva da Via dei Condotti per chiudere la strada del lusso agli hoolingans che si trovavano in Piazza di Spagna urlanti ubriachi beceri avevano gia' riempito il selciato con centinaia di bottiglie rotte.Ma a quell'ora come testimoniano anche le fotografie uscite su tutti i siti del mondo l'acqua della Barcaccia era ancora azzurra trasparente nessuno vi aveva lanciato bottiglie gli Hooligans avevano rispettato il  monumento.Intorno e precisamente alla destra della Barcaccia guardandola dalla Scalinata di Trinita' dei Monti gli hooligans ubriachi avevano fatto il loro bivacco:buste pezzi di carta bottiglie di acqua e centinaia di pezzi di vetri delle bottiglie di birra lanciate sul selciato.La situazione era del tutto sotto controllo malgrado l'ovvio disappunto dei romani che vedevano imbratta la Piazza.Ma fino a quel momento non si erano registrati atti di violenza le vetrine dei negozi erano indenni.Il giustificato arrivo del reparto della celere su V ia dei Condotti chiudeva gli ultras della squadra olandese del Feynoord in un cul de sac.I reparti della celere presidiavano infatti l'entrata di Via del Babuino Piazza Mignanelli e la Scalinata di Trinita' dei Monti.

invia le tue fotografie a direzione@corsinihouses.com 



Leggi la notizia

Romaguerriglia di Piazza di Spagna le fotografie eslcusive degli scontri venti agenti feriti tifosi olandesi con il cranio spaccato sangue bombe carte un tranquillo pomeriggio per le vie del centro trasformate in un inferno dalla tifoseria olandese.reparti della celere alla carica.La Barcaccia del Bernini danneggiata dal lancio di bottiglie di birra.Duemila ubriachi arrivano nel cuore di Roma e la devastano.

Leggi la notizia